Le notizie dal nostro Osservatorio

Powered by ThatMorning.com

La sentiment analysis sul web e sui social

Perchè è utile e quali possono essere i suoi impieghi

La diffusione dei media digitali ha alimentato il web e i social di innumerevoli articoli, tweet e post  su brand, prodotti o argomenti di discussione ampliando la disponibilità di informazioni per le ricerche di mercato e di opinione.

Al fine di permettere ai brand di capire il loro posizionamento reputazionale rispetto ai competitor e comprendere cosa scrive la gente dell’azienda, l’osservatorio del web e dei social ThatMorning mette a disposizione un tool, #reputAction, che permette di estrarre diversi indicatori sulla loro presenza nelle conversazioni on-line, tra cui: 

- L’indice reputazionale
- Il sentiment delle menzioni
- La visibilità
- Il numero di menzioni
- Gli argomenti più trattati
- Gli influencer

In questo articolo parleremo del processo per individuare il sentiment delle menzioni: la sentiment analysis.

Che cos’è la sentiment analysis

La sentiment analysis è un’analisi procedurale di calcolo del sentimento di un testo nei confronti di un brand, un prodotto o un argomento con il fine di identificare e classificare l’informazione presente nello stesso. 
Questo procedimento permette di comprendere e aggregare la natura degli articoli e delle opinioni on-line attribuendogli un valore che va da molto negativo, negativo, neutro, positivo, molto positivo.

Perchè è importante l’analisi del sentiment

La moltitudine di informazioni presenti online è un’opportunità che i nuovi media digitali danno a chi vuole conoscere il posizionamento della propria azienda online rispetto ai competitor, per tenere sotto controllo l’impatto delle proprie campagne di comunicazione digitali e quelle dei competitor e per conoscere e monitorare cosa si scrive del proprio brand e l’opinione attorno ai temi di interesse. 
La sentiment analysis permette di sintetizzare e aggregare tutti questi dati in indicatori, come ad esempio l’indice reputazionale, che permettono una facile e immediata consultazione per elaborare una più efficiente e consapevole strategia di marketing.

Come effettuare la sentiment analysis

Ci sono molti tipi di analisi del sentimento e di strumenti, ma i tool non sono persone e come tali potrebbero mal interpretare determinate parole con doppia valenza, ovvero polisemiche. È per questo che la piattaforma #reputAction si distingue dagli altri tool, ossia perchè integra a tecniche di data mining e di Natural Language Processing la supervisione umana di data analyst che controllano e intervengono nell’attribuzione del sentiment, garantendo altissimi livelli di affidabilità del dato.

Come utilizzare i dati ottenuti con la piattaforma #reputAction?

Di seguito alcune delle principali modalità di utilizzo del tool #reputAction e delle conseguenti attività di consulenza di ThatMorning:
  1. Individuare la reputazione online del brand o dei prodotti e confrontarla con quella dei concorrenti nel tempo
  2. Monitorare quotidianamente che cosa si dice online del proprio brand e, specialmente nel caso di menzioni negative, poterne valutare l’impatto per mettere in atto eventuali pratiche di crisis management.
  3. Ricavare degli insight fondamentali per l’implementazione di strategie di marketing basate su decisioni data driven, evitando facili bias procedurali.
  4. Analizzare il sentiment social e web attorno a particolari argomenti di opinione (es. vaccini, energie rinnovabili, nucleare, ogm ecc.) per avere un’indicatore oggettivo dell’opinione pubblica su determinati temi.
  5. Conoscere il sentiment e gli argomenti correlati attorno a determinati temi all’interno dei commenti della pagine Facebook
  6. Valutare l’impatto e la visibilità delle campagne di comunicazione digitali rispetto a quelle dei concorrenti
  7. Confrontare e monitorare l’attività delle pagine social dei concorrenti

Per avere maggiori informazioni su #reputAction e ThatMorning scrivere una mail a info@thatmorning.com o compilare il form di contatto al link: www.thatmorning.com

Condividi questo articolo:

Lascia un commento