Ospedale civile "San Matteo degli Infermi" di Spoleto

6.1

La struttura

Questa struttura risulta nel suo complesso buona e nell'ultimo periodo la sua valutazione è stabile.

E' un ospedale grande e questo è un vantaggio perché le strutture più grandi generalmente possono sostenere i costi delle professionalità e delle tecnologie necessarie a garantire il massimo livello di efficienza e sicurezza.

E' un ospedale specializzato che gestisce molti pazienti in reparti specializzati.



Distaccamenti di questo ospedale

Ospedale Civile di Norcia VIA DELL`OSPEDALE - Norcia (PG)
Santa Rita VIA GIOVANNI XXIII - Cascia (PG)

3 Recensioni (non influenzano il voto)

Pessima esperienza all''accettazione del pronto soccorso dell''ospedale San Matteo degli infermi di Spoleto.Siamo stati dirottati dal primo soccorso di Cascia per eseguire le indagini diagnostiche a seguito di una caduta e distorsione alla caviglia di mia figlia. Avendo già fatto il triage presso il presidio di Cascia, il medico, dopo essersi accertato telefonicamente della presenza dall''ortopedico a Spoleto, ci ha consigliato di rivolgerci all''ospedale San Matteo degli Infermi per evitare una seconda accettazione e poter eseguire rapidamente una radiografia e una visita ortopedica per la diagnosi. Purtroppo, abbiamo riscontrato poca professionalità e mancanza totale di accoglienza da parte del personale in servizio alla portineria. Malgrado avessimo spiegato la nostra situazione, hanno erroneamente fatto una seconda accettazione obbligandoci ad un''attesa di due ore, peraltro all''esterno della struttura con un caldo infernale, pur non avendo riscontrato la presenza di altri pazienti nella sala d''attesa. Il personale in servizio, un uomo e una ragazza, ci hanno accolto con molta superficialità, non fornendoci alcuna spiegazione e attribuendo a noi la causa del ritardo delle prestazioni e al presidio di Cascia. Cosa ancora più grave, abbiamo constatato che per una paziente arrivata successivamente dallo stesso presidio e con la stessa nostra modalità è stato effettuato l''accesso diretto alle prestazioni senza un'' ulteriore inutile accettazione. Dulcis in fondo, avendoci riferito che avremmo dovuto aspettare ulteriormente per il referto della radiografia e almeno un''altra ora per la visita dell''ortopedico, abbiamo chiesto gentilmente di far salire nostra figlia per darle la possibilità di bere e mangiare durante l''attesa, in quanto era digiuna da molte ore. Gli addetti hanno reagito infastiditi, con arroganza e maleducazione, ribadendo che era nostra la colpa dell''attesa e " minacciando" di chiamare il Primario. Per fortuna! Sicuramente il colloquio con il primario è stato proficuo e degno di una struttura che dovrebbe essere al servizio dei cittadini. Nulla da dire anche sull''operato dell''ortopedico, gentile e disponibile.
Pessima esperienza all''accettazione del pronto soccorso dell''ospedale San Matteo degli infermi di Spoleto.Siamo stati dirottati dal primo soccorso di Cascia per eseguire le indagini diagnostiche a seguito di una caduta e distorsione alla caviglia di mia figlia. Avendo già fatto il triage presso il presidio di Cascia, il medico, dopo essersi accertato telefonicamente della presenza dall''ortopedico a Spoleto, ci ha consigliato di rivolgerci all''ospedale San Matteo degli Infermi per evitare una seconda accettazione e poter eseguire rapidamente una radiografia e una visita ortopedica per la diagnosi. Purtroppo, abbiamo riscontrato poca professionalità e mancanza totale di accoglienza da parte del personale in servizio alla portineria. Malgrado avessimo spiegato la nostra situazione, hanno erroneamente fatto una seconda accettazione obbligandoci ad un''attesa di due ore, peraltro all''esterno della struttura con un caldo infernale, pur non avendo riscontrato la presenza di altri pazienti nella sala d''attesa. Il personale in servizio, un uomo e una ragazza, ci hanno accolto con molta superficialità, non fornendoci alcuna spiegazione e attribuendo a noi la causa del ritardo delle prestazioni e al presidio di Cascia. Cosa ancora più grave, abbiamo constatato che per una paziente arrivata successivamente dallo stesso presidio e con la stessa nostra modalità è stato effettuato l''accesso diretto alle prestazioni senza un'' ulteriore inutile accettazione. Dulcis in fondo, avendoci riferito che avremmo dovuto aspettare ulteriormente per il referto della radiografia e almeno un''altra ora per la visita dell''ortopedico, abbiamo chiesto gentilmente di far salire nostra figlia per darle la possibilità di bere e mangiare durante l''attesa, in quanto era digiuna da molte ore. Gli addetti hanno reagito infastiditi, con arroganza e maleducazione, ribadendo che era nostra la colpa dell''attesa e " minacciando" di chiamare il Primario. Per fortuna! Sicuramente il colloquio con il primario è stato proficuo e degno di una struttura che dovrebbe essere al servizio dei cittadini. Nulla da dire anche sull''operato dell''ortopedico, gentile e disponibile.
Riferito al reparto di PRONTO SOCCORSO
Ho fatto un’isteroscopia diagnostica dalla D.ssa Manci.
Persona gentilissima,brava e simpatica.
Molto gentili anche le infermiere/ostetriche e tutto il personale del reparto.
Ho fatto un’isteroscopia diagnostica dalla D.ssa Manci.
Persona gentilissima,brava e simpatica.
Molto gentili anche le infermiere/ostetriche e tutto il personale del reparto.
Riferito al reparto di OSTETRICIA E GINECOLOGIA
Nella mia esperienza ho riscontrato personale medico e infermieristico per lo più caratterizzato da arroganza e spocchiosità ingiustificate rispetto alla professionalità dimostrata (con rarissime eccezioni). Grande disorganizzazione (al momento del ricovero e per i giorni a seguire ho dovuto ripetere le medesime informazioni a 7 persone diverse di cui 4 dello stesso reparto), superficialità di gran parte del personale rispetto alle cure da somministrare e al monitoraggio dei pazienti. Ho notato una vergognosa mancanza di rispetto verso alcuni degenti anche molto anziani, questi ultimi rinfrancati soltanto dalla amorevole gentilezza della signora delle pulizie! Un reparto in cui cure frettolose sono dettate da obiettivi gestionali e non salutistici.
Nella mia esperienza ho riscontrato personale medico e infermieristico per lo più caratterizzato da arroganza e spocchiosità ingiustificate rispetto alla professionalità dimostrata (con rarissime eccezioni). Grande disorganizzazione (al momento del ricovero e per i giorni a seguire ho dovuto ripetere le medesime informazioni a 7 persone diverse di cui 4 dello stesso reparto), superficialità di gran parte del personale rispetto alle cure da somministrare e al monitoraggio dei pazienti. Ho notato una vergognosa mancanza di rispetto verso alcuni degenti anche molto anziani, questi ultimi rinfrancati soltanto dalla amorevole gentilezza della signora delle pulizie! Un reparto in cui cure frettolose sono dettate da obiettivi gestionali e non salutistici.
Riferito al reparto di ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA

Specializzazione


Cerca una patologia per vedere come viene curata in questo ospedale:

Reparti

Indirizzo

Ospedale civile "San Matteo degli Infermi" di Spoleto

via loreto, 3 - spoleto (PG)
Contatta l'ospedale