Promea Spa


Non possiamo dare un voto alle strutture private in quanto il Ministero della Salute non ne pubblica i dati di attività

4 Recensioni (non influenzano il voto)

In data 19/07/2023,reduce da intervento di cataratta effettuato mesi precedenti, mi recavo presso la vostra sede dopo regolare prenotazione, come privato, per il controllo della vista per l''acquisto di nuove lenti.
Presento all''ottico il certificato rilasciato dal vostro medico il quale dopo circa 10 giorni mi consegna i nuovi occhiali con i quali non solo non vedevo bene ma era impossibile da utilizzare, l''ottico ricontrolla la richiesta del medico che risulta esatta al lavoro eseguito.
morale danno di 425.00 euro più 40 euro di visita oculistica.
A BUON INTENDITORE POCHE PAROLE.......
In data 19/07/2023,reduce da intervento di cataratta effettuato mesi precedenti, mi recavo presso la vostra sede dopo regolare prenotazione, come privato, per il controllo della vista per l''acquisto di nuove lenti.
Presento all''ottico il certificato rilasciato dal vostro medico il quale dopo circa 10 giorni mi consegna i nuovi occhiali con i quali non solo non vedevo bene ma era impossibile da utilizzare, l''ottico ricontrolla la richiesta del medico che risulta esatta al lavoro eseguito.
morale danno di 425.00 euro più 40 euro di visita oculistica.
A BUON INTENDITORE POCHE PAROLE.......
Parlo da marito,

la nostra esperienza in Promea è stata pessima, voglio tralasciare tutte le questioni relative alle pratiche mediche e mi limiterò ad una considerazione generale della struttura, l''impressione che abbiamo avuto in circa sei anni di percorso è quella di avere a che a fare con una vera e propria azienda, sappiate che non troverete la disponibilità che sarebbe dovuta ad una coppia che soffre per la volontà di avere un figlio senza che questo gli riesca, e che sarebbe altresì dovuta per l''enorme esborso economico a cui andrete incontro, sarete dei numeri, gestiti con indifferenza e poca professionalità, la leggerezza con cui questa gente affronta un momento così delicato della Vostra vita fa rabbrividire, in più occasioni è capitato che dovessimo essere Noi a ricordare ai medici i farmaci da prescrivere, a dover richiedere se era il caso di fare determinati esami che in un primo momento non erano stati prescritti il tutto per sentirci rispondere: "ah si ha ragione ... non ci avevo pensato" ... MA STIAMO SCHERZANDO ??? Il ginecologo di mia moglie, (dopo un anno di cure in Promea), gli ha diagnosticato un endometriosi all''utero ed all''intestino da operare con urgenza ... possibile che i medici in Promea non si siano accorti di nulla dopo che l''hanno visitata per un anno intero??? Praticamente tutti i tentativi fatti sino a quel momento non sono serviti a nulla perchè la malattia era la causa dei vari fallimenti ... CHISSA'' SE POI SIA STATO TUTTO DAVVERO UN CASO ... leggetevi per bene i contratti che andrete a firmare con questi Signori ... E CERCATE DI RAGIONARE CON RAZIONALITA'' E NON CON L''EMOTIVITA'' !!!

Lasciamo poi perdere la parte relativa all''amministrazione e gestione del centro, la maleducazione e l''approssimazione nel comunicare e nell''approcciarsi con i pazienti non lascia spazio ai commenti.

n.b. - SI PRECISA CHE QUANTO SOPRA DESCRITTO RAPPRESENTA PURAMENTE UN''IMPRESSIONE PERSONALE E NON VUOLE IN ALCUN MODO DIFFAMARE I SOGGETTI RICHIAMATI.
Parlo da marito,

la nostra esperienza in Promea è stata pessima, voglio tralasciare tutte le questioni relative alle pratiche mediche e mi limiterò ad una considerazione generale della struttura, l''impressione che abbiamo avuto in circa sei anni di percorso è quella di avere a che a fare con una vera e propria azienda, sappiate che non troverete la disponibilità che sarebbe dovuta ad una coppia che soffre per la volontà di avere un figlio senza che questo gli riesca, e che sarebbe altresì dovuta per l''enorme esborso economico a cui andrete incontro, sarete dei numeri, gestiti con indifferenza e poca professionalità, la leggerezza con cui questa gente affronta un momento così delicato della Vostra vita fa rabbrividire, in più occasioni è capitato che dovessimo essere Noi a ricordare ai medici i farmaci da prescrivere, a dover richiedere se era il caso di fare determinati esami che in un primo momento non erano stati prescritti il tutto per sentirci rispondere: "ah si ha ragione ... non ci avevo pensato" ... MA STIAMO SCHERZANDO ??? Il ginecologo di mia moglie, (dopo un anno di cure in Promea), gli ha diagnosticato un endometriosi all''utero ed all''intestino da operare con urgenza ... possibile che i medici in Promea non si siano accorti di nulla dopo che l''hanno visitata per un anno intero??? Praticamente tutti i tentativi fatti sino a quel momento non sono serviti a nulla perchè la malattia era la causa dei vari fallimenti ... CHISSA'' SE POI SIA STATO TUTTO DAVVERO UN CASO ... leggetevi per bene i contratti che andrete a firmare con questi Signori ... E CERCATE DI RAGIONARE CON RAZIONALITA'' E NON CON L''EMOTIVITA'' !!!

Lasciamo poi perdere la parte relativa all''amministrazione e gestione del centro, la maleducazione e l''approssimazione nel comunicare e nell''approcciarsi con i pazienti non lascia spazio ai commenti.

n.b. - SI PRECISA CHE QUANTO SOPRA DESCRITTO RAPPRESENTA PURAMENTE UN''IMPRESSIONE PERSONALE E NON VUOLE IN ALCUN MODO DIFFAMARE I SOGGETTI RICHIAMATI.
Parlo da marito,

la nostra esperienza in Promea è stata pessima, voglio tralasciare tutte le questioni relative alle pratiche mediche e mi limiterò ad una considerazione generale della struttura, l''impressione che abbiamo avuto in circa sei anni di percorso è quella di avere a che a fare con una vera e propria azienda, sappiate che non troverete la disponibilità che sarebbe dovuta ad una coppia che soffre per la volontà di avere un figlio senza che questo gli riesca, e che sarebbe altresì dovuta per l''enorme esborso economico a cui andrete incontro, sarete dei numeri, gestiti con indifferenza e poca professionalità, la leggerezza con cui questa gente affronta un momento così delicato della Vostra vita fa rabbrividire, in più occasioni è capitato che dovessimo essere Noi a ricordare ai medici i farmaci da prescrivere, a dover richiedere se era il caso di fare determinati esami che in un primo momento non erano stati prescritti il tutto per sentirci rispondere: "ah si ha ragione ... non ci avevo pensato" ... MA STIAMO SCHERZANDO ??? Il ginecologo di mia moglie, (dopo un anno di cure in Promea), gli ha diagnosticato un endometriosi all''utero ed all''intestino da operare con urgenza ... possibile che i medici in Promea non si siano accorti di nulla dopo che l''hanno visitata per un anno intero??? Praticamente tutti i tentativi fatti sino a quel momento non sono serviti a nulla perchè la malattia era la causa dei vari fallimenti ... CHISSA'' SE POI SIA STATO TUTTO DAVVERO UN CASO ... leggetevi per bene i contratti che andrete a firmare con questi Signori ... E CERCATE DI RAGIONARE CON RAZIONALITA'' E NON CON L''EMOTIVITA'' !!!

Lasciamo poi perdere la parte relativa all''amministrazione e gestione del centro, la maleducazione e l''approssimazione nel comunicare e nell''approcciarsi con i pazienti non lascia spazio ai commenti.

n.b. - SI PRECISA CHE QUANTO SOPRA DESCRITTO RAPPRESENTA PURAMENTE UN''IMPRESSIONE PERSONALE E NON VUOLE IN ALCUN MODO DIFFAMARE I SOGGETTI RICHIAMATI.
Parlo da marito,

la nostra esperienza in Promea è stata pessima, voglio tralasciare tutte le questioni relative alle pratiche mediche e mi limiterò ad una considerazione generale della struttura, l''impressione che abbiamo avuto in circa sei anni di percorso è quella di avere a che a fare con una vera e propria azienda, sappiate che non troverete la disponibilità che sarebbe dovuta ad una coppia che soffre per la volontà di avere un figlio senza che questo gli riesca, e che sarebbe altresì dovuta per l''enorme esborso economico a cui andrete incontro, sarete dei numeri, gestiti con indifferenza e poca professionalità, la leggerezza con cui questa gente affronta un momento così delicato della Vostra vita fa rabbrividire, in più occasioni è capitato che dovessimo essere Noi a ricordare ai medici i farmaci da prescrivere, a dover richiedere se era il caso di fare determinati esami che in un primo momento non erano stati prescritti il tutto per sentirci rispondere: "ah si ha ragione ... non ci avevo pensato" ... MA STIAMO SCHERZANDO ??? Il ginecologo di mia moglie, (dopo un anno di cure in Promea), gli ha diagnosticato un endometriosi all''utero ed all''intestino da operare con urgenza ... possibile che i medici in Promea non si siano accorti di nulla dopo che l''hanno visitata per un anno intero??? Praticamente tutti i tentativi fatti sino a quel momento non sono serviti a nulla perchè la malattia era la causa dei vari fallimenti ... CHISSA'' SE POI SIA STATO TUTTO DAVVERO UN CASO ... leggetevi per bene i contratti che andrete a firmare con questi Signori ... E CERCATE DI RAGIONARE CON RAZIONALITA'' E NON CON L''EMOTIVITA'' !!!

Lasciamo poi perdere la parte relativa all''amministrazione e gestione del centro, la maleducazione e l''approssimazione nel comunicare e nell''approcciarsi con i pazienti non lascia spazio ai commenti.

n.b. - SI PRECISA CHE QUANTO SOPRA DESCRITTO RAPPRESENTA PURAMENTE UN''IMPRESSIONE PERSONALE E NON VUOLE IN ALCUN MODO DIFFAMARE I SOGGETTI RICHIAMATI.
A noi è andata male, ma a prescindere da questo voglio segnalare la superficialità con cui i medici della Promea considerano le loro pazienti.
A seguito di un transfer embrionale stavo facendo la cura che mi era stata prescritta, ho avuto dei problemi con i farmaci che stavo prendendo (vista annebbiata, difficoltà di articolazione del linguaggio e di espressione disturbo che è durato per meno di 60 secondi) seguito da fortissimo mal di testa.
Contattato telefonicamente il ginecologo mi ha prescritto la cardioaspirin e cambiato la cura, spiegandomi che il progesterone che stavo assumendo poteva dare disturbi.
Dopo un paio di giorni ho fatto l’esame delle beta, non in Promea in quanto era un sabato, purtroppo l’esito è stato negativo. Ho trasmesso via sms l’esito al dottore, come eravamo d’accordo, la sua risposta è stato un sospenda tutto accompagnato da un mi dispiace.
Di mia iniziativa decido di continuare a prendere la cardioaspirin, che è stata la mia salvezza…
Vado dal mio ginecologo per una visita di controllo, in quanto nessuno della Promea si è sognato di contattarmi cosa ancora più grave di segnalarmi di recarmi da uno specialista (neurologo) in quanto il disturbo che avevo avuto non era cosa da poco e poteva essere una TIA (Attacco ischemico transitorio); che si è risolto, grazie al fatto che la cardioaspirin ho continuato a prenderla anche se per il ginecologo della Promea dovevo sospenderla.
Non faccio il nome del ginecologo ma dalle recensioni che ho letto purtroppo ho constatato una superficialità e poca professionalità che li accomuna un po'' tutti.

A noi è andata male, ma a prescindere da questo voglio segnalare la superficialità con cui i medici della Promea considerano le loro pazienti.
A seguito di un transfer embrionale stavo facendo la cura che mi era stata prescritta, ho avuto dei problemi con i farmaci che stavo prendendo (vista annebbiata, difficoltà di articolazione del linguaggio e di espressione disturbo che è durato per meno di 60 secondi) seguito da fortissimo mal di testa.
Contattato telefonicamente il ginecologo mi ha prescritto la cardioaspirin e cambiato la cura, spiegandomi che il progesterone che stavo assumendo poteva dare disturbi.
Dopo un paio di giorni ho fatto l’esame delle beta, non in Promea in quanto era un sabato, purtroppo l’esito è stato negativo. Ho trasmesso via sms l’esito al dottore, come eravamo d’accordo, la sua risposta è stato un sospenda tutto accompagnato da un mi dispiace.
Di mia iniziativa decido di continuare a prendere la cardioaspirin, che è stata la mia salvezza…
Vado dal mio ginecologo per una visita di controllo, in quanto nessuno della Promea si è sognato di contattarmi cosa ancora più grave di segnalarmi di recarmi da uno specialista (neurologo) in quanto il disturbo che avevo avuto non era cosa da poco e poteva essere una TIA (Attacco ischemico transitorio); che si è risolto, grazie al fatto che la cardioaspirin ho continuato a prenderla anche se per il ginecologo della Promea dovevo sospenderla.
Non faccio il nome del ginecologo ma dalle recensioni che ho letto purtroppo ho constatato una superficialità e poca professionalità che li accomuna un po'' tutti.

Indirizzo

Promea Spa

via federico menabrea, 14 - torino (TO)
Contatta l'ospedale

L'innovazione di oggi,la salute di domani

Il podcast dedicato ai professionisti del mondo della salute

Le scoperte che trasformeranno il mondo della salute.
Scoperte che faranno parte davvero del nostro domani, selezionate da Thatmorning e raccontate da Daniela Faggion, che in ogni puntata dà voce alle eccellenze italiane in prima persona.