Ospedale San Camillo Forlanini

7.8

La struttura

Questa struttura risulta nel suo complesso buona e nell'ultimo periodo la sua valutazione è in ribasso.

E' un ospedale grande e questo è un vantaggio perché le strutture più grandi generalmente possono sostenere i costi delle professionalità e delle tecnologie necessarie a garantire il massimo livello di efficienza e sicurezza.

E' un ospedale specializzato che gestisce molti pazienti in reparti specializzati.

L'ospedale ha una copertura mediatica alta, con notizie che ne parlano generalmente male.


8 Recensioni (non influenzano il voto)

La storia di Vincenzo Luigi M.: Ventricolo unico

fin da bambino, molto piccolo, manifestavo difficoltà visive e all'età di 4 anni mi è stata fatta la diagnosi di retinite pigmentosa e sindrome di Stargardt. Quando mi hanno diagnostica la malattia ero molto piccolo e non mi ricordo le mie reazioni ma quelle dei miei genitori sono stare quelle di incredulità, sgomento e paura per il mio futuro. vivo benissimo la mia condizione, infatti, chi non mi conosce e mi incontra per la strada, può pensare che io possa essere solo un forte miope, ma non immagina...Leggi tutta la storia
Ospedale San Camillo Forlanini
Mio marito (70 anni) è stato trasportato in ambulanza in questo ospedale poiché essendo caduto per le scale si era fratturato il braccio e aveva un attacco di panico è stato portato al pronto soccorso dove è stato subito assistito e ricoverato al reparto di Traumatologia dove ha trovato personale disponibile e anche nei giorni successivi ed il giorno dell''operazione è stato assistito con gentilezza e alta professionalità soprattutto perché non possono neanche contare sul piccolo aiuto dei famigliari dei pazienti poiché non si può entrare GRAZIE A TUTTO IL PERSONALE DELLA TRAUMATOLOGIA DELLA VOSTRA PROFESSIONALITÀ E PER TUTTO QUELLO CHE FATE
Mio marito (70 anni) è stato trasportato in ambulanza in questo ospedale poiché essendo caduto per le scale si era fratturato il braccio e aveva un attacco di panico è stato portato al pronto soccorso dove è stato subito assistito e ricoverato al reparto di Traumatologia dove ha trovato personale disponibile e anche nei giorni successivi ed il giorno dell''operazione è stato assistito con gentilezza e alta professionalità soprattutto perché non possono neanche contare sul piccolo aiuto dei famigliari dei pazienti poiché non si può entrare GRAZIE A TUTTO IL PERSONALE DELLA TRAUMATOLOGIA DELLA VOSTRA PROFESSIONALITÀ E PER TUTTO QUELLO CHE FATE
Riferito al reparto di CHIRURGIA GENERALE
Ospedale San Camillo Forlanini
Esprimo il massimo rispetto e la massima stima per tutti i lavoratori e le lavoratrici della sanità, e per quelli del San Camillo in particolare. Ma il medico che mi ha visitato al pad. Bassi del S. Camillo è stato scostante, sbrigativo e distratto da elementi non primari (anzi risolti) della mia storia clinica. Non mi lascia esporre le varie articolazioni del mio caso (nemmeno mezza parola mi fa dire). Del tutto indifferente all''aspetto alimentare dei disturbi. Estremamente sgradevole e antipatico nel gestire il colloquio. Tratta con estrema sufficienza ogni domanda.
Nemmeno mi visita. Vaglia solo, e molto rapidamente, le carte, alza la voce. Non dà alcuna diagnosi. Non suggerisce alcuna dieta (salvo evitare vino rosso, birra e peperoncino, cose che non tocco da anni; e ovviamente questo glielo dico: ma evidentemente non gli interessa).
Nota bene: pur avendo appuntamento alle 8:20, essendo il primo in lista, vengo visitato alle 9:40 senza una parola di spiegazione (non dico di scusa, dico di semplice spiegazione).
Rientrando io accompagnato da un''infermiera per farmi dire nome e cognome di questo campione di scienza, quasi si lascia sfuggire una bestemmia. Ed è lì che inizia (ovviamente rintuzzato da me) ad alzare la voce. Poi il confronto si fa meno teso, ma comunque, a parte un esame per una possibile intolleranza al lattosio, non mi dice niente che io non sappia già. Nessuna diagnosi, nessuna dieta, men che meno una visita effettiva.
Un bel corso di buona educazione, e qualche seduta psicoanalitica, sarebbero consigliatissimi.
Esprimo il massimo rispetto e la massima stima per tutti i lavoratori e le lavoratrici della sanità, e per quelli del San Camillo in particolare. Ma il medico che mi ha visitato al pad. Bassi del S. Camillo è stato scostante, sbrigativo e distratto da elementi non primari (anzi risolti) della mia storia clinica. Non mi lascia esporre le varie articolazioni del mio caso (nemmeno mezza parola mi fa dire). Del tutto indifferente all''aspetto alimentare dei disturbi. Estremamente sgradevole e antipatico nel gestire il colloquio. Tratta con estrema sufficienza ogni domanda.
Nemmeno mi visita. Vaglia solo, e molto rapidamente, le carte, alza la voce. Non dà alcuna diagnosi. Non suggerisce alcuna dieta (salvo evitare vino rosso, birra e peperoncino, cose che non tocco da anni; e ovviamente questo glielo dico: ma evidentemente non gli interessa).
Nota bene: pur avendo appuntamento alle 8:20, essendo il primo in lista, vengo visitato alle 9:40 senza una parola di spiegazione (non dico di scusa, dico di semplice spiegazione).
Rientrando io accompagnato da un''infermiera per farmi dire nome e cognome di questo campione di scienza, quasi si lascia sfuggire una bestemmia. Ed è lì che inizia (ovviamente rintuzzato da me) ad alzare la voce. Poi il confronto si fa meno teso, ma comunque, a parte un esame per una possibile intolleranza al lattosio, non mi dice niente che io non sappia già. Nessuna diagnosi, nessuna dieta, men che meno una visita effettiva.
Un bel corso di buona educazione, e qualche seduta psicoanalitica, sarebbero consigliatissimi.
Riferito al reparto di GASTROENTEROLOGIA
Ospedale San Camillo Forlanini
Sono la Sig.ra Fioravanti Serenella, operata dal Dott. Papa Luigi di Laparocele con l''applicazione di rete video-laparoscopica nel reparto di Chirurgia Generale e d''Urgenza, Piastra S. Camillo.
Voglio esprimere tutta la mia riconoscenza e il mio affetto ad un eccezionale chirurgo per la sua efficienza e professionalità dimostrata nei miei confronti e in tutte le sue pazienti che ho avuto modo di conoscere, anche in questo periodo difficile di pandemia.
Disponibile e umile nei modi e nel comportamento, che in pochissimi operatori sanitari oggi possiamo riscontrare, interessandosi personalmente più volte dopo l''intervento per avere notizie sulla ripresa del paziente.
Auguro a tutti di avere la fortuna e l''onore di conoscere questo meraviglioso medico.
Grazie di cuore
Sono la Sig.ra Fioravanti Serenella, operata dal Dott. Papa Luigi di Laparocele con l''applicazione di rete video-laparoscopica nel reparto di Chirurgia Generale e d''Urgenza, Piastra S. Camillo.
Voglio esprimere tutta la mia riconoscenza e il mio affetto ad un eccezionale chirurgo per la sua efficienza e professionalità dimostrata nei miei confronti e in tutte le sue pazienti che ho avuto modo di conoscere, anche in questo periodo difficile di pandemia.
Disponibile e umile nei modi e nel comportamento, che in pochissimi operatori sanitari oggi possiamo riscontrare, interessandosi personalmente più volte dopo l''intervento per avere notizie sulla ripresa del paziente.
Auguro a tutti di avere la fortuna e l''onore di conoscere questo meraviglioso medico.
Grazie di cuore
Riferito al reparto di CHIRURGIA GENERALE
Ospedale San Camillo Forlanini
MI HANNO SALVATO DA UNA GRAVE MALATTIA , HO RIPRESO LA PIENA FUNZIONALITà RAPIDAMENTE, OTTIMI I MEDICI E UMANO IL PERSONALE INFERMIERISTICO , NON POSSO CHE RINGRAZIARLI PER TUTTA LA VITA.
MI HANNO SALVATO DA UNA GRAVE MALATTIA , HO RIPRESO LA PIENA FUNZIONALITà RAPIDAMENTE, OTTIMI I MEDICI E UMANO IL PERSONALE INFERMIERISTICO , NON POSSO CHE RINGRAZIARLI PER TUTTA LA VITA.
Riferito al reparto di NEUROCHIRURGIA
Ospedale San Camillo Forlanini
Sono stato recentemente ricoverato al Padiglione Pneumologico Marchiafava 2 piano per insufficienza respiratoria acuta da polmonite basale DX e ne sono uscito pienamente guarito.
Desidero ringazire sentitamente tutti i medici e il personale infermieristico del reparto per le ineccepibili cure ed assistenza prestatemi:siete un reparto di assoluta eccellenza che fa onore alla Sanità italiana.
Sono stato recentemente ricoverato al Padiglione Pneumologico Marchiafava 2 piano per insufficienza respiratoria acuta da polmonite basale DX e ne sono uscito pienamente guarito.
Desidero ringazire sentitamente tutti i medici e il personale infermieristico del reparto per le ineccepibili cure ed assistenza prestatemi:siete un reparto di assoluta eccellenza che fa onore alla Sanità italiana.
Riferito al reparto di PNEUMOLOGIA
Ospedale San Camillo Forlanini
In cura presso questa struttura da oltre 10 anni e dalla dott.ssa Kohn da oltre 15.
Posso ritenermi fortunato di essere seguito ed assistito da una grandissima professionista in un reparto di assoluta eccellenza nell'intero panorama italiano. Negli anni ho consigliato a diverse persone di affidarsi all'esperienza del team della dott.ssa Kohn e tutti sono rimasti sempre soddisfatti
In cura presso questa struttura da oltre 10 anni e dalla dott.ssa Kohn da oltre 15.
Posso ritenermi fortunato di essere seguito ed assistito da una grandissima professionista in un reparto di assoluta eccellenza nell'intero panorama italiano. Negli anni ho consigliato a diverse persone di affidarsi all'esperienza del team della dott.ssa Kohn e tutti sono rimasti sempre soddisfatti
Riferito al reparto di GASTROENTEROLOGIA
Ospedale San Camillo Forlanini
MIO PADRE è STATO OPERATO POCHI MESI FA PER UNA ARTERIOPATIA AGLI ARTI INFERIORI. NON CAMMINAVA E SOFFRIVA MOLTO ANCHE PER UNA ULCERA AL PIEDE. OPERAZIONE RIUSCITA E ULCERA QUASI CHIUSA. PAPA è DI NUOVO IN MACCHINA CON I SUOI NIPOTINI. GRAZIE A TUTTI
MIO PADRE è STATO OPERATO POCHI MESI FA PER UNA ARTERIOPATIA AGLI ARTI INFERIORI. NON CAMMINAVA E SOFFRIVA MOLTO ANCHE PER UNA ULCERA AL PIEDE. OPERAZIONE RIUSCITA E ULCERA QUASI CHIUSA. PAPA è DI NUOVO IN MACCHINA CON I SUOI NIPOTINI. GRAZIE A TUTTI
Riferito al reparto di CHIRURGIA VASCOLARE

Specializzazione

7.8

Specializzazione in blocco di branca


Il blocco di branca è un'anomalia di conduzione dell'impulso elettrico del cuore, caratterizzata dall'impossibilità da parte delle due branche del fascio di His di trasmettere simultaneamente ai due ventricoli l'impulso originatosi negli atri o nella giunzione atrio-ventricolare. In condizioni normali, la branca destra e la branca sinistra del fascio di His conducono l'impulso contemporaneamente alle loro suddivisioni fino alla rete di fibre del Purkinje, distribuendolo ai due ventricoli. Quando in una delle due branche la trasmissione dell'impulso è ritardata o impedita, l'impulso attiva prima la contrazione in un solo ventricolo; poi, attraverso il setto interventricolare, l'impulso si propaga all'altro. In questo modo si realizza uno sfasamento nella depolarizzazione dei due ventricoli, che è visibile all'elettrocardiogramma come ritardo di attivazione di un ventricolo rispetto all'altro e, di conseguenza, come allungamento dell'intervallo QRS.


Perché questo voto?

La ottima valutazione per la specializzazione in blocco di branca deriva in primo luogo dal fatto che questa struttura tratta molti pazienti con questa patologia, inoltre i reparti in cui li cura risultano essere buoni, con valutazione superiore alla media nazionale.


Perché il voto cambia?
Il voto generale di questo ospedale è 6.2 ed è la media della specializzazione in ciascuna patologia. Il voto diventa più preciso quando si analizza una patologia perché è possibile raffinare la valutazione con alcuni parametri aggiuntivi, quali ad esempio il numero di casi trattati e gli esiti degli interventi per la patologia ricercata.
Viene inoltre valutata la completezza dell'offerta all'interno dell'ospedale: ad esempio valutiamo positivamente la presenza di un reparto di terapia intensiva neonatale a fianco al reparto di ostetricia e ginecologia, poichè la struttura è attrezzata per gestire eventuali complicazioni.

Trova gli ospedali più specializzati nella cura di questa patologia


Cerca un'altra patologia per vedere come viene curata in questo ospedale:

Reparti

News

Napolitano in ospedale, il presidente emerito della Repubblica ...

Giorgio Napolitano è stabile e ha riaperto gli occhi dopo essere stato operato d'urgenza all'aorta nell'ospedale San Camillo di Roma. L'ex presidente della Repubblica, 92 anni, dopo aver accusato forti dolori al petto, è stato trasportato nell'azienda ospedaliera della Capitale e sottoposto ad un'operazione ...
Il Tempo, 25 Aprile 2018


Giorgio Napolitano operato al cuore: intervento riuscito - Corriere.it

Così il professor Francesco Musumeci, a capo dell'équipe medica che ha operato Giorgio Napolitano, ha commentato l'intervento: il presidente emerito è stato operato al cuore nel reparto di cardiochirurgia dell'ospedale San Camillo. L'intervento, lungo e complesso, è iniziato intorno alle 22 e si è protratto ...
Corriere Della Sera, 25 Aprile 2018


Napolitano in ospedale, il presidente emerito della Repubblica ...

Giorgio Napolitano ricoverato d'urgenza in cardiochirurgia dell'ospedale San Camillo di Roma. L'ex presidente della Repubblica, 92 anni, dopo aver accusato forti dolori al petto è stato trasportato nella prima azienda ospedaliera della Capitale in serata e sottoposto ad un'operazione a causa di una ...
Il Tempo, 24 Aprile 2018


Antonietta Gargiulo dimessa dall'ospedale San Camillo ... - Roma

Antonietta Gargiulo è stata dimessa dall'ospedale San Camillo. Mercoledì mattina i medici hanno ritenuto che la 39enne, che era stata ferita a colpi di pistola il 28 febbraio dal marito Luigi Capasso a Cisterna di Latina, fosse in buone condizioni di salute. L'uomo ha ucciso le due figlie prima di suicidarsi.
Corriere Della Sera, 21 Marzo 2018


Roma, un gigante malato di debiti: così muore l'ospedale San Camillo

È la struttura col deficit più alto d'Italia (persi 161 milioni nel 2015, 155 nel 2016)
Il Tempo, 11 Gennaio 2018


Roma, bufera sull'ospedale San Camillo 58 medici sospesi dall ...

Cinquantotto medici dell'ospedale San Camillo Forlanini di Roma saranno sospesi a partire dal 1 dicembre dalla possibilità di fare attività ...
Il Messaggero, 24 Novembre 2017


La cronicità “vissuta” o “subita” in un grande ospedale Dea di ...

Abbiamo voluto analizzare il fenomeno studiando i flussi di pazienti negli ultimi 10 anni presso l'Ospedale San Camillo Forlanini di Roma: DEA ...
Quotidiano Sanità, 19 Ottobre 2017


Roma, muore dopo trapianto: cuore era di un cardiopatico ... - Milano

L'uomo era stato operato al San Camillo di Roma ma l'organo del donatore (un 46enne) era partito dall'ospedale San Raffaele di Milano dove ...
Corriere Della Sera, 27 Settembre 2017


Invece concita, il posto delle vostre storie - Dal mio letto di ospedale ...

Ricevo la lettera di Maria, ricoverata in ospedale e priva della capacità di muoversi, e poco dopo una seconda mail di sua nipote che scrive: ...
La Repubblica, 16 Settembre 2017


Max Biaggi, tweet dall'ospedale: «Torno alla vita». E Bianca Atzei ...

Biaggi è stato trasferito nel reparto di chirurgia toracica nello stesso ospedale romano San Camillo, dove è ricoverato da oltre due settimane ...
Il Messaggero, 26 Giugno 2017


Indirizzo

Ospedale San Camillo Forlanini

via portuense, 332 - roma (RM)
Contatta l'ospedale