Policlinico Umberto I

8.6

La struttura

Questa struttura risulta nel suo complesso molto buona e nell'ultimo periodo la sua valutazione è stabile.

E' un ospedale grande e questo è un vantaggio perché le strutture più grandi generalmente possono sostenere i costi delle professionalità e delle tecnologie necessarie a garantire il massimo livello di efficienza e sicurezza.

E' un ospedale specializzato che gestisce molti pazienti in reparti specializzati.

20 Recensioni (non influenzano il voto)

Vorrei ringraziare la stomoterapeuta Alessandra Marchetti del I padiglione, che sta seguendo mia madre in un momento molto delicato, per l''umanità, la competenza e la premura con la sta assistendo e supportando
Vorrei ringraziare la stomoterapeuta Alessandra Marchetti del I padiglione, che sta seguendo mia madre in un momento molto delicato, per l''umanità, la competenza e la premura con la sta assistendo e supportando
Riferito al reparto di CHIRURGIA GENERALE
Vorrei ringraziare la stomoterapeuta Alessandra Marchetti del I padiglione, che sta seguendo mia madre in un momento molto delicato, per l''umanità, la competenza e la premura con cui la sta assistendo e supportando.
Vorrei ringraziare la stomoterapeuta Alessandra Marchetti del I padiglione, che sta seguendo mia madre in un momento molto delicato, per l''umanità, la competenza e la premura con cui la sta assistendo e supportando.
Riferito al reparto di CHIRURGIA GENERALE
Sono stata al Policlinico Umberto I ieri, 22 luglio, con il mio ragazzo che doveva effettuare uno Spermiogramma. Sconvolta per tutto ciò che è accaduto è dire poco!!! Vi spiego...

Appena arrivati, oltre alla struttura in frantumi, invasa dalla sporcizia, erbacce e rifiuti, il primo ostacolo è stato trovare la palazzina di riferimento e una persona che potesse darci indicazioni. Una volta giunti in reparto, ancora peggio...

Un rebus per trovare la stanza di riferimento all''esame da effettuare. Una volta trovata, il medico ci ha chiesto, nel corridoio con altre 10 persone, se avessimo già effettuato o meno la raccolta. Alla nostra risposta ''no'' (poiché arrivavamo da 2h ore di distanza), il mio ragazzo è stato mandato in bagno, con condizioni igieniche pari allo ZERO, per effettuare la raccolta con un vasetto OVVIAMENTE PORTATO DA NOI.

Inoltre, sottolineo, che lo stesso bagno è utilizzato anche da tutti gli altri pazienti dell''ospedale, uomini e donne. Nonostante venisse usato per effettuare la raccolta del liquido seminale.

Scrivo questa recensione non perché questo esame debba essere nascosto o perché voglia nascondermi dietro dei tabù inutili. Tuttavia, l''assoluta mancanza di tatto, rispetto, privacy ed empatia è stata imbarazzante e vergognosa.

Concludo poi, con un''altra cosa assurda. Venendo da una città a 4h di viaggio totali, tra andata e ritorno, è stato chiesto di riceve i risultati dell''esame via mail. La risposta?

''Dovete venire di persona, non abbiamo il servizio mail'' e, ancora, in un altro ufficio: ''Mandi qualcuno con una delega''...... dando per scontato che avessimo questo qualcuno lì a Roma.

Comunque, in conclusione a tutto questo schifo, dopo aver inviato una mail per far presente la questione ci è stato riferito che il servizio E'' DISPONIBILE.

Dunque, scrivo qui per avvisare tutti: SE AVETE BISOGNO DI RICEVERE IL REFERTO ONLINE, CONTATTATE VIA MAIL E EFFETTUATE LA RICHIESTA. NON CREDETE A CIO'' CHE VI VIENE DETTO IN STRUTTURA!!!!!!!!!!!!
Sono stata al Policlinico Umberto I ieri, 22 luglio, con il mio ragazzo che doveva effettuare uno Spermiogramma. Sconvolta per tutto ciò che è accaduto è dire poco!!! Vi spiego...

Appena arrivati, oltre alla struttura in frantumi, invasa dalla sporcizia, erbacce e rifiuti, il primo ostacolo è stato trovare la palazzina di riferimento e una persona che potesse darci indicazioni. Una volta giunti in reparto, ancora peggio...

Un rebus per trovare la stanza di riferimento all''esame da effettuare. Una volta trovata, il medico ci ha chiesto, nel corridoio con altre 10 persone, se avessimo già effettuato o meno la raccolta. Alla nostra risposta ''no'' (poiché arrivavamo da 2h ore di distanza), il mio ragazzo è stato mandato in bagno, con condizioni igieniche pari allo ZERO, per effettuare la raccolta con un vasetto OVVIAMENTE PORTATO DA NOI.

Inoltre, sottolineo, che lo stesso bagno è utilizzato anche da tutti gli altri pazienti dell''ospedale, uomini e donne. Nonostante venisse usato per effettuare la raccolta del liquido seminale.

Scrivo questa recensione non perché questo esame debba essere nascosto o perché voglia nascondermi dietro dei tabù inutili. Tuttavia, l''assoluta mancanza di tatto, rispetto, privacy ed empatia è stata imbarazzante e vergognosa.

Concludo poi, con un''altra cosa assurda. Venendo da una città a 4h di viaggio totali, tra andata e ritorno, è stato chiesto di riceve i risultati dell''esame via mail. La risposta?

''Dovete venire di persona, non abbiamo il servizio mail'' e, ancora, in un altro ufficio: ''Mandi qualcuno con una delega''...... dando per scontato che avessimo questo qualcuno lì a Roma.

Comunque, in conclusione a tutto questo schifo, dopo aver inviato una mail per far presente la questione ci è stato riferito che il servizio E'' DISPONIBILE.

Dunque, scrivo qui per avvisare tutti: SE AVETE BISOGNO DI RICEVERE IL REFERTO ONLINE, CONTATTATE VIA MAIL E EFFETTUATE LA RICHIESTA. NON CREDETE A CIO'' CHE VI VIENE DETTO IN STRUTTURA!!!!!!!!!!!!
Riferito al reparto di UROLOGIA
Per la seconda volta mi sono recato presso il Centro Unico Prelievi Aziendale situato presso il piano terra del Presidio George Eastman (Edif. 62), viale Regina Elena 287/b. Ebbene, ho potuto riscontrare cortesia, attenzione, competenza e professionalità...il tutto eseguito in brevissimo tempo(circa 40 minuti). Ottima la possibilità di avere i referti per via telematica.Ancora complimenti a tutti!
Per la seconda volta mi sono recato presso il Centro Unico Prelievi Aziendale situato presso il piano terra del Presidio George Eastman (Edif. 62), viale Regina Elena 287/b. Ebbene, ho potuto riscontrare cortesia, attenzione, competenza e professionalità...il tutto eseguito in brevissimo tempo(circa 40 minuti). Ottima la possibilità di avere i referti per via telematica.Ancora complimenti a tutti!
Riferito al reparto di IMMUNOLOGIA
Lasciate ogni speranza voi che entrate! Preospedalizzazione in cui l''anestesista è un essere mitologico, interventi rimandati di mesi, infermieri che non sanno inserire una flebo, stento lasciati per mesi che fanno infezione...non riuscirete mai a parlare con nessuno e nessuno vi considererà, una menzione particolare va ai dirigenti medici: scorbutici e maleducati. A parte questo un'' ottimo ospedale
Lasciate ogni speranza voi che entrate! Preospedalizzazione in cui l''anestesista è un essere mitologico, interventi rimandati di mesi, infermieri che non sanno inserire una flebo, stento lasciati per mesi che fanno infezione...non riuscirete mai a parlare con nessuno e nessuno vi considererà, una menzione particolare va ai dirigenti medici: scorbutici e maleducati. A parte questo un'' ottimo ospedale
Riferito al reparto di UROLOGIA
Ciao sono Tonino e il 12 giugno corrente anno ho dovuto sottopormi ad un intervento chirurgico per una ernia addominale e tre lipomi sempre sull’addome. Mi sono rivolto alla seconda chirurgia dove ho avuto il piacere di essere seguito e poi operato dalla Dottoressa medico chirurgo Silvia Quaresima. Una Dottoressa giovane ma con una preparazione e professionalità eccellente unica che mi ha fatto ricredere sulla struttura ospedaliera Policlinico Umberto primo. Nonostante la sua età giovane ha dimostrato da subito una professionalità senza uguali e la sua gentilezza e il modo di trattare il paziente nasce da un amore per il proprio lavoro. Voglio elencare anche il suo collaboratore Dottore medico chirurgo Elis Uruci che l’ha affianca su tutto dall’inizio alla fine anch’esso giovane ma con una professionalità spettacolare e gentilezza magnifica. Gli auguro ad entrambi una eccellente carriera e gli voglio suggerire anche se sicuramente non serve di continuare e mantenere questo amore per il lavoro e per i pazienti ricoverati. Di nuovo dico grazie di tutto mi avete fatto ricredere sui discorsi incerti e avvolte negativi sulla organizzazione e preparazione dei medici che ci lavorano, che si sentono sull’ospedale Umberto primo.
Ciao sono Tonino e il 12 giugno corrente anno ho dovuto sottopormi ad un intervento chirurgico per una ernia addominale e tre lipomi sempre sull’addome. Mi sono rivolto alla seconda chirurgia dove ho avuto il piacere di essere seguito e poi operato dalla Dottoressa medico chirurgo Silvia Quaresima. Una Dottoressa giovane ma con una preparazione e professionalità eccellente unica che mi ha fatto ricredere sulla struttura ospedaliera Policlinico Umberto primo. Nonostante la sua età giovane ha dimostrato da subito una professionalità senza uguali e la sua gentilezza e il modo di trattare il paziente nasce da un amore per il proprio lavoro. Voglio elencare anche il suo collaboratore Dottore medico chirurgo Elis Uruci che l’ha affianca su tutto dall’inizio alla fine anch’esso giovane ma con una professionalità spettacolare e gentilezza magnifica. Gli auguro ad entrambi una eccellente carriera e gli voglio suggerire anche se sicuramente non serve di continuare e mantenere questo amore per il lavoro e per i pazienti ricoverati. Di nuovo dico grazie di tutto mi avete fatto ricredere sui discorsi incerti e avvolte negativi sulla organizzazione e preparazione dei medici che ci lavorano, che si sentono sull’ospedale Umberto primo.
Riferito al reparto di CHIRURGIA GENERALE
Espongo i fatti:
●Entrato alle ore 19:10 del 09/06/2021 per evidente H. Zoster cutaneo: diagnosticato definitivamente dall''infettivologo con indicata terapia antivirale alle ore 02:47 del 10/06/2021, ma sitomatologicamente già presente sin dalla visita del 06/06/2021 presso lo stesso Pronto soccorso (sebbene non diagnosticamente afferrato): come verbalizzato il 09/06/2021;
●Ore 11:00 del 10/06/2021 la dottoressa assegnataria ha decretato definitivamente l''assunzione della terapia antivirale a domicilio;
●Ore 18:39 del 10/06/2021
dimissione dal pronto soccorso firmate celermente dal medico (di sesso maschile) non assegnatario solo su mia esasperata iniziativa attenzionativa (era dalle ore 11:00 che attendevo passivamente sotto l''effetto invalidante della patologia e delle altre comorbilita''): il quale evidenziando che il sottoscritto doveva essere dimesso già in mattinata, ha chiesto invano spiegazioni alla dottoressa assegnataria: silente.
Il risultato ha determinato un''aggiuntiva tardivita'' all''inizio della terapia antivirale: il farmaco va iderogabilmente prenotato alcune ore prima ex lege in farmacia (al momento [giugno 2023] e'' ancora presente nevralgia posterpetica: rischio altamente evidenziato dalle linee guida internazionali, se si ritarda/prolunga il ritardo dell''inizio della terapia antivirale).
Il tutto è stato documentato e denunciato INVANO all''URP del Policlinico: silente; ed altrettanto all''Autorita'' giudiziaria: questi comportamenti dei sanitari sono penalmente leciti, al punto che la persona offesa querelante non può fruire nemmeno dell''avviso di richiesta di archiviazione previsto dall''art. 408 c.p.p.
Ognuno tragga le proprie conclusioni.
Espongo i fatti:
●Entrato alle ore 19:10 del 09/06/2021 per evidente H. Zoster cutaneo: diagnosticato definitivamente dall''infettivologo con indicata terapia antivirale alle ore 02:47 del 10/06/2021, ma sitomatologicamente già presente sin dalla visita del 06/06/2021 presso lo stesso Pronto soccorso (sebbene non diagnosticamente afferrato): come verbalizzato il 09/06/2021;
●Ore 11:00 del 10/06/2021 la dottoressa assegnataria ha decretato definitivamente l''assunzione della terapia antivirale a domicilio;
●Ore 18:39 del 10/06/2021
dimissione dal pronto soccorso firmate celermente dal medico (di sesso maschile) non assegnatario solo su mia esasperata iniziativa attenzionativa (era dalle ore 11:00 che attendevo passivamente sotto l''effetto invalidante della patologia e delle altre comorbilita''): il quale evidenziando che il sottoscritto doveva essere dimesso già in mattinata, ha chiesto invano spiegazioni alla dottoressa assegnataria: silente.
Il risultato ha determinato un''aggiuntiva tardivita'' all''inizio della terapia antivirale: il farmaco va iderogabilmente prenotato alcune ore prima ex lege in farmacia (al momento [giugno 2023] e'' ancora presente nevralgia posterpetica: rischio altamente evidenziato dalle linee guida internazionali, se si ritarda/prolunga il ritardo dell''inizio della terapia antivirale).
Il tutto è stato documentato e denunciato INVANO all''URP del Policlinico: silente; ed altrettanto all''Autorita'' giudiziaria: questi comportamenti dei sanitari sono penalmente leciti, al punto che la persona offesa querelante non può fruire nemmeno dell''avviso di richiesta di archiviazione previsto dall''art. 408 c.p.p.
Ognuno tragga le proprie conclusioni.
Riferito al reparto di PRONTO SOCCORSO
Sono stata operata recentemente dal professor Miccini per una quadrantectomia della mammella. Ho trovato grandissima competenza, etica deontologica altissima ed enorme umanità. Il top. Che si è rivelato tale non solo per il chirurgo ma per tutta la breast unit: oncologa (dottoressa Caprio), anestesista e aiuto anestesista, specializzandi, infermieri tutti veramente tutti. Veramente il top. Mi sono sentita accolta, curata e persino coccolata. Grazie a tutti coloro che fanno sentire confortate le persone nei loro momenti più difficili. Viva la buona sanità pubblica!
Sono stata operata recentemente dal professor Miccini per una quadrantectomia della mammella. Ho trovato grandissima competenza, etica deontologica altissima ed enorme umanità. Il top. Che si è rivelato tale non solo per il chirurgo ma per tutta la breast unit: oncologa (dottoressa Caprio), anestesista e aiuto anestesista, specializzandi, infermieri tutti veramente tutti. Veramente il top. Mi sono sentita accolta, curata e persino coccolata. Grazie a tutti coloro che fanno sentire confortate le persone nei loro momenti più difficili. Viva la buona sanità pubblica!
Riferito al reparto di CHIRURGIA GENERALE
Con un grande fortuna sono riuscita a prendere un appuntamento con il reparto di ginecologia. Era una sorpresa, che gia al prima del orario hanno chiamato, e dal pima ed ultima persona, TUTTI! sono stati molto gentili, ed educati!
La visita di controllo di mammografia nella stanza otto era veloce, molto molto preciso in ogni argomento( controllo di ogni analisi precedenti), ed anche la dottoressa, ed il Signor professore erano entrambi molto gentili, e professionali in altissimo livello. E con educazione e con il grande pazienza hanno dato i consigli, e grazie Dio, mi hanno tolto le mie preoccupazioni da mezzo anni, creato dai altri con tanti analisi inutili, e contro risultati allarmanti, dal aprile scorso! con le richieste urgenti e tro 10 giorni, da settembre soltanto nel novembre hanno dato un appuntamento, e dopo per una ecografia urgente, per fine gennario! Dopo per questo controllo urgente di 23 febbraio! Di prima per un anno dopo!!!!
Con questi analisi da settembre a fine febrario potevo a morire!!! Non interessava nessuno!
E veramente con un miracolo potevo a trovare qui un appuntamento, dove grazie questo reparto, hanno tranquillizzato, che non e il casa allarmare, soltanto fare i controlli, però consiglio per tutti a programmare avanti per un anno le visite, e chiedere gli appuntamenti anche oggi non necessarie.
Questo vergognoso terrore di appuntamenti veramente è diventato
la questione di VITA e MORTE!
Peccato, che non ricordo le nomi della dottoressa, ed il professore..Cmqe grazie di nuovo dalla parte della signora ungerese ILONA al giorno 23/03/2023 alle ore 11 e 50 minuti. Siete stati eccezionali!
Con un grande fortuna sono riuscita a prendere un appuntamento con il reparto di ginecologia. Era una sorpresa, che gia al prima del orario hanno chiamato, e dal pima ed ultima persona, TUTTI! sono stati molto gentili, ed educati!
La visita di controllo di mammografia nella stanza otto era veloce, molto molto preciso in ogni argomento( controllo di ogni analisi precedenti), ed anche la dottoressa, ed il Signor professore erano entrambi molto gentili, e professionali in altissimo livello. E con educazione e con il grande pazienza hanno dato i consigli, e grazie Dio, mi hanno tolto le mie preoccupazioni da mezzo anni, creato dai altri con tanti analisi inutili, e contro risultati allarmanti, dal aprile scorso! con le richieste urgenti e tro 10 giorni, da settembre soltanto nel novembre hanno dato un appuntamento, e dopo per una ecografia urgente, per fine gennario! Dopo per questo controllo urgente di 23 febbraio! Di prima per un anno dopo!!!!
Con questi analisi da settembre a fine febrario potevo a morire!!! Non interessava nessuno!
E veramente con un miracolo potevo a trovare qui un appuntamento, dove grazie questo reparto, hanno tranquillizzato, che non e il casa allarmare, soltanto fare i controlli, però consiglio per tutti a programmare avanti per un anno le visite, e chiedere gli appuntamenti anche oggi non necessarie.
Questo vergognoso terrore di appuntamenti veramente è diventato
la questione di VITA e MORTE!
Peccato, che non ricordo le nomi della dottoressa, ed il professore..Cmqe grazie di nuovo dalla parte della signora ungerese ILONA al giorno 23/03/2023 alle ore 11 e 50 minuti. Siete stati eccezionali!
Riferito al reparto di OSTETRICIA E GINECOLOGIA
Peccato ci siano infiltrazioni di ogni genere.......
Peccato ci siano infiltrazioni di ogni genere.......
Riferito al reparto di PSICHIATRIA
Purtroppo mia figlia ha dovuto fare un raschiamento,in questo brutto momento ha trovato personale oltre che competente ,umano , gentile e paziente una famiglia grazie di cuore
Purtroppo mia figlia ha dovuto fare un raschiamento,in questo brutto momento ha trovato personale oltre che competente ,umano , gentile e paziente una famiglia grazie di cuore
Riferito al reparto di PRONTO SOCCORSO
Abito a Milano ,sono venuta in questo reparto mi hanno salvato altrimenti oggi sarei cieca che dire della mia dottoressa Pirraglia lei è il top e la numero uno grazie dottoressa dopo di lei per me c’è il nulla
Abito a Milano ,sono venuta in questo reparto mi hanno salvato altrimenti oggi sarei cieca che dire della mia dottoressa Pirraglia lei è il top e la numero uno grazie dottoressa dopo di lei per me c’è il nulla
Riferito al reparto di OCULISTICA
Il Professor **** ********, dopo essere stato per 8 anni un suo paziente, si è rivelato sia dal punto di vista umano e sia dal punto di vista professionale immorale, per non aver mantenuto la parola data. Per un paziente, sentirsi abbandonato e non seguito dal proprio Dottore, è un oltraggio. Si è rivelata una persona priva di etica, che non considera la propria professione come una missione, bensì come una forma di guadagno, alla stregua di un commerciante. Questo fa di lui un Chirurgo vascolare da evitare. Dopo essere stato operato da lui, ho avuto una ri-stenosi all’85% e mi sono rivolto ad altra struttura e staff, dove sono stato trattato con dignità e decoro.
Il Professor **** ********, dopo essere stato per 8 anni un suo paziente, si è rivelato sia dal punto di vista umano e sia dal punto di vista professionale immorale, per non aver mantenuto la parola data. Per un paziente, sentirsi abbandonato e non seguito dal proprio Dottore, è un oltraggio. Si è rivelata una persona priva di etica, che non considera la propria professione come una missione, bensì come una forma di guadagno, alla stregua di un commerciante. Questo fa di lui un Chirurgo vascolare da evitare. Dopo essere stato operato da lui, ho avuto una ri-stenosi all’85% e mi sono rivolto ad altra struttura e staff, dove sono stato trattato con dignità e decoro.
Riferito al reparto di CHIRURGIA VASCOLARE
Mio figlio è stato ricoverato in codice rosso in nottata, ho avuto notizie solo al suo risvegliò perché mi ha chiamata con il telefono di un altro paziente il suo era in cassaforte. Nessuno dell’ ospedale ha avuto cura di chiamarmi prima. Di chi era la competenza? Ma vi sembra normale????? Non preoccuparsi di avvisare??? Vivo in Sicilia, vi dicono che i nostri ospedali sono del terzo mondo! Allora un policlinico così importante come si deve definire. Sono veramente arrrrrrrabbiata
Mio figlio è stato ricoverato in codice rosso in nottata, ho avuto notizie solo al suo risvegliò perché mi ha chiamata con il telefono di un altro paziente il suo era in cassaforte. Nessuno dell’ ospedale ha avuto cura di chiamarmi prima. Di chi era la competenza? Ma vi sembra normale????? Non preoccuparsi di avvisare??? Vivo in Sicilia, vi dicono che i nostri ospedali sono del terzo mondo! Allora un policlinico così importante come si deve definire. Sono veramente arrrrrrrabbiata
Riferito al reparto di PRONTO SOCCORSO
Un reparto eccezionale pieno di medici e infermieri competenti non solo dal punto di vista professionale ma anche dal punto di vista umanitario. Da non sottovalutare lo splendido lavoro del personale ausiliario e delle pulizie come la signora Sonia sempre allegra disponibile e pronta a fare il suo lavoro al top.grazie di cuore nonostante il periodo brutto per la grandezza delle persone che mi stanno accompagnando qui dentro
Un reparto eccezionale pieno di medici e infermieri competenti non solo dal punto di vista professionale ma anche dal punto di vista umanitario. Da non sottovalutare lo splendido lavoro del personale ausiliario e delle pulizie come la signora Sonia sempre allegra disponibile e pronta a fare il suo lavoro al top.grazie di cuore nonostante il periodo brutto per la grandezza delle persone che mi stanno accompagnando qui dentro
Riferito al reparto di EMATOLOGIA
Avevo l''appuntamento, nei 2014, con il dott. Spadaro vero luminare, purtroppo ebbe un brutto incidente e perse la vita.
Così s
Finii nella mani di specializzandi e dottorando sempre diversi con cure sempre diverse, alcuni negavano le''evidenza riscontrata nelle risonanza, cura finale da ripetere cortisone ( in piena pandemia covid) il top è stato prescrivermi uno psicofarmaco senza la posologia ed ovviamente in farmacia non mi è stato dato.
Sarei dovuta tornarci ma affare cosa? Una collega mi ha dato il numero privato del Prof Conte ma non disturbo il capo per foglie che ha degli incompetenti che si occupano dell''ambulatorio di reumatologia.
Lavoro in questo ospedale da 34a eli portavo come un gioiello di competenze. Nel frattempo cammino a mala pena e non ci vedo più come prima altro che malattia in regressione.
Peccato era un''ottimo centro.
Avevo l''appuntamento, nei 2014, con il dott. Spadaro vero luminare, purtroppo ebbe un brutto incidente e perse la vita.
Così s
Finii nella mani di specializzandi e dottorando sempre diversi con cure sempre diverse, alcuni negavano le''evidenza riscontrata nelle risonanza, cura finale da ripetere cortisone ( in piena pandemia covid) il top è stato prescrivermi uno psicofarmaco senza la posologia ed ovviamente in farmacia non mi è stato dato.
Sarei dovuta tornarci ma affare cosa? Una collega mi ha dato il numero privato del Prof Conte ma non disturbo il capo per foglie che ha degli incompetenti che si occupano dell''ambulatorio di reumatologia.
Lavoro in questo ospedale da 34a eli portavo come un gioiello di competenze. Nel frattempo cammino a mala pena e non ci vedo più come prima altro che malattia in regressione.
Peccato era un''ottimo centro.
Riferito al reparto di REUMATOLOGIA
Seguita da molti anni da alcuni medici del policlinico bravissimi,di un''umanita'' che mi hanno fatto sempre sentire rassicurata e aiutata. Il top della professionalità. Oggi un ringraziamento speciale ad Alessandra Marchetti infermiera dell''ambulatorio della chirurgia generale l padiglione meravigliosa, gentilissima con una pazienza immensa, ho potuto constatare il significato del suo lavoro la passione-missione.
Seguita da molti anni da alcuni medici del policlinico bravissimi,di un''umanita'' che mi hanno fatto sempre sentire rassicurata e aiutata. Il top della professionalità. Oggi un ringraziamento speciale ad Alessandra Marchetti infermiera dell''ambulatorio della chirurgia generale l padiglione meravigliosa, gentilissima con una pazienza immensa, ho potuto constatare il significato del suo lavoro la passione-missione.
Riferito al reparto di CHIRURGIA GENERALE
Reparto Serio e professionale
Lo staff del Dottor De Vincentis tutti molto bravi
Reparto Serio e professionale
Lo staff del Dottor De Vincentis tutti molto bravi
Riferito al reparto di OTORINOLARINGOIATRIA
Pessimo Ospedale! Qualche giorno fa avevo una prima visita chirurgica, vado alla cassa dove risulta la mia prenotazione per la visita alle 10 come da prenotazione telefonica con Cup, pago e mi reco alla clinica. Lì mi dico che in mio appuntamento non c''è. Se voglio torno il pomeriggio, quando c''è il medico. Quindi ritorno alla cassa per avere il rimborso di quanto avevo pagato, poiché non posso tornare il pomeriggio, ma mi dico che deve essere autorizzato dal medico che però c''è solo il pomeriggio. Decido quindi di tornare a casa, senza visita e senza rimborso! Veramente molto molto disorganizzati!

Anni fa vado all''Umberto I per farmi togliere un neo. Seguo tutta la trafila che mi dicono di seguire, ci vado 3 volte: visita, analisi del sangue ecc, costo circa 50 euro. Arriva il giorno della rimozione del neo: vado in sala operatoria, mi spoglio, mi stendo sul lettino operatorio, il chirurgo guarda il mio neo e mi dice: "qui asportiamo solo nei che hanno un''origine tumorale!" Deve andare in un altro reparto!

SCONSIGLIO VIVAMENTE QUEST''OSPEDALE! Se poi penso che tutta questa gente la paghiamo noi cittadini, mi arrabbio ancora! Non andateci
Pessimo Ospedale! Qualche giorno fa avevo una prima visita chirurgica, vado alla cassa dove risulta la mia prenotazione per la visita alle 10 come da prenotazione telefonica con Cup, pago e mi reco alla clinica. Lì mi dico che in mio appuntamento non c''è. Se voglio torno il pomeriggio, quando c''è il medico. Quindi ritorno alla cassa per avere il rimborso di quanto avevo pagato, poiché non posso tornare il pomeriggio, ma mi dico che deve essere autorizzato dal medico che però c''è solo il pomeriggio. Decido quindi di tornare a casa, senza visita e senza rimborso! Veramente molto molto disorganizzati!

Anni fa vado all''Umberto I per farmi togliere un neo. Seguo tutta la trafila che mi dicono di seguire, ci vado 3 volte: visita, analisi del sangue ecc, costo circa 50 euro. Arriva il giorno della rimozione del neo: vado in sala operatoria, mi spoglio, mi stendo sul lettino operatorio, il chirurgo guarda il mio neo e mi dice: "qui asportiamo solo nei che hanno un''origine tumorale!" Deve andare in un altro reparto!

SCONSIGLIO VIVAMENTE QUEST''OSPEDALE! Se poi penso che tutta questa gente la paghiamo noi cittadini, mi arrabbio ancora! Non andateci
Riferito al reparto di OTORINOLARINGOIATRIA
Effettuate più volte delle visite, personale a dir bene, pressapochista e maleducato. Ogni volta sbagliano le indicazioni sulle ricette tanto da sembrare un comportamento fatto di proposito. La qualità della dottoressa, dal modo si esprimersi al modo di visitare, paragonabile ad una struttura da paese di un altro continente
Effettuate più volte delle visite, personale a dir bene, pressapochista e maleducato. Ogni volta sbagliano le indicazioni sulle ricette tanto da sembrare un comportamento fatto di proposito. La qualità della dottoressa, dal modo si esprimersi al modo di visitare, paragonabile ad una struttura da paese di un altro continente
Riferito al reparto di GERIATRIA

Specializzazione

8.6

Specializzazione in rosolia


la rosolia e una malattia infettiva che si trasmette per via boccale e anale Con il termine rosolia si identifica una malattia infettiva che vede come agente eziologico un virus ad RNA del genere "Rubivirus" appartenente alla famiglia dei "Togaviridae". Tale malattia esantematica colpisce prevalentemente in età pediatrica, e si trasmette principalmente per contagio per via aerea. Ha solitamente un decorso benigno; ma quando una donna non immunizzata ne viene contagiata nelle prime fasi della gravidanza, ha il 90% di probabilità di passare il virus al feto ("trasmissione verticale"). La conseguente sindrome da rosolia congenita causa l'aborto nel 20% dei casi, e può produrre invalidità gravi e permanenti nel bambino. L'Organizzazione Mondiale della Sanità stima in circa 110.000 i bambini che nascono ogni anno con la sindrome da rosolia congenita e devono confrontarsi con le sue conseguenze invalidanti.


Perché questo voto?

La ottima valutazione per la specializzazione in rosolia deriva in primo luogo dal fatto che questa struttura tratta molti pazienti con questa patologia, inoltre i reparti in cui li cura risultano essere buoni, con valutazione superiore alla media nazionale.


Perché il voto cambia?
Il voto generale di questo ospedale è 7.0 ed è la media della specializzazione in ciascuna patologia. Il voto diventa più preciso quando si analizza una patologia perché è possibile raffinare la valutazione con alcuni parametri aggiuntivi, quali ad esempio il numero di casi trattati e gli esiti degli interventi per la patologia ricercata.
Viene inoltre valutata la completezza dell'offerta all'interno dell'ospedale: ad esempio valutiamo positivamente la presenza di un reparto di terapia intensiva neonatale a fianco al reparto di ostetricia e ginecologia, poichè la struttura è attrezzata per gestire eventuali complicazioni.

Trova gli ospedali più specializzati nella cura di questa patologia


Cerca un'altra patologia per vedere come viene curata in questo ospedale:

Reparti

Indirizzo

Policlinico Umberto I

viale del policlinico, 155 - roma (RM)
Contatta l'ospedale

L'innovazione di oggi,la salute di domani

Il podcast dedicato ai professionisti del mondo della salute

Le scoperte che trasformeranno il mondo della salute.
Scoperte che faranno parte davvero del nostro domani, selezionate da Thatmorning e raccontate da Daniela Faggion, che in ogni puntata dà voce alle eccellenze italiane in prima persona.