Policlinico Umberto I

6.4

La struttura

Questa struttura risulta nel suo complesso molto buona e nell'ultimo periodo la sua valutazione è stabile.

E' un ospedale grande e questo è un vantaggio perché le strutture più grandi generalmente possono sostenere i costi delle professionalità e delle tecnologie necessarie a garantire il massimo livello di efficienza e sicurezza.

E' un ospedale specializzato che gestisce molti pazienti in reparti specializzati.

20 Recensioni (non influenzano il voto)

Purtroppo mia figlia ha dovuto fare un raschiamento,in questo brutto momento ha trovato personale oltre che competente ,umano , gentile e paziente una famiglia grazie di cuore
Purtroppo mia figlia ha dovuto fare un raschiamento,in questo brutto momento ha trovato personale oltre che competente ,umano , gentile e paziente una famiglia grazie di cuore
Riferito al reparto di PRONTO SOCCORSO
Abito a Milano ,sono venuta in questo reparto mi hanno salvato altrimenti oggi sarei cieca che dire della mia dottoressa Pirraglia lei è il top e la numero uno grazie dottoressa dopo di lei per me c’è il nulla
Abito a Milano ,sono venuta in questo reparto mi hanno salvato altrimenti oggi sarei cieca che dire della mia dottoressa Pirraglia lei è il top e la numero uno grazie dottoressa dopo di lei per me c’è il nulla
Riferito al reparto di OCULISTICA
Il Dottore Rocco Pasqua, membro dello staff del Professor Illuminati, mi rilevava sempre gli ecocolordoppler ai tronchi sovra-aortici periodicamente e aveva un grave difetto: in reparto era soprannominato “Telefonino”, in quanto faceva i rilievi strumentali e parlava sempre al cellulare. Inoltre, quando il rilievo era concluso era solito dire sempre “è tutto apposto, non hai niente”. In realtà, io avevo una ri-stenosi del 70% circa e che mi fu rilevata, per mia fortuna, da un altro chirurgo vascolare, il Professor Bitocchi del Tor Vergata. Quest’ultimo mi disse, avendo in mano l’esame del Dottor Pasqua, che la sua mancanza era molto grave e passibile di denuncia, che io non feci. Quello che posso fare, però, in questa recensione, è aiutare i futuri pazienti e far sì che si allontanino al solo sentir nominare il Dottor Rocco Pasqua.
Il Dottore Rocco Pasqua, membro dello staff del Professor Illuminati, mi rilevava sempre gli ecocolordoppler ai tronchi sovra-aortici periodicamente e aveva un grave difetto: in reparto era soprannominato “Telefonino”, in quanto faceva i rilievi strumentali e parlava sempre al cellulare. Inoltre, quando il rilievo era concluso era solito dire sempre “è tutto apposto, non hai niente”. In realtà, io avevo una ri-stenosi del 70% circa e che mi fu rilevata, per mia fortuna, da un altro chirurgo vascolare, il Professor Bitocchi del Tor Vergata. Quest’ultimo mi disse, avendo in mano l’esame del Dottor Pasqua, che la sua mancanza era molto grave e passibile di denuncia, che io non feci. Quello che posso fare, però, in questa recensione, è aiutare i futuri pazienti e far sì che si allontanino al solo sentir nominare il Dottor Rocco Pasqua.
Riferito al reparto di CHIRURGIA VASCOLARE
Il Professor Giulio Illuminati, dopo essere stato per 8 anni un suo paziente, si è rivelato sia dal punto di vista umano e sia dal punto di vista professionale immorale, per non aver mantenuto la parola data. Per un paziente, sentirsi abbandonato e non seguito dal proprio Dottore, è un oltraggio. Si è rivelata una persona priva di etica, che non considera la propria professione come una missione, bensì come una forma di guadagno, alla stregua di un commerciante. Questo fa di lui un Chirurgo vascolare da evitare. Dopo essere stato operato da lui, ho avuto una ri-stenosi all’85% e mi sono rivolto ad altra struttura e staff, dove sono stato trattato con dignità e decoro.
Il Professor Giulio Illuminati, dopo essere stato per 8 anni un suo paziente, si è rivelato sia dal punto di vista umano e sia dal punto di vista professionale immorale, per non aver mantenuto la parola data. Per un paziente, sentirsi abbandonato e non seguito dal proprio Dottore, è un oltraggio. Si è rivelata una persona priva di etica, che non considera la propria professione come una missione, bensì come una forma di guadagno, alla stregua di un commerciante. Questo fa di lui un Chirurgo vascolare da evitare. Dopo essere stato operato da lui, ho avuto una ri-stenosi all’85% e mi sono rivolto ad altra struttura e staff, dove sono stato trattato con dignità e decoro.
Riferito al reparto di CHIRURGIA VASCOLARE
Mio figlio è stato ricoverato in codice rosso in nottata, ho avuto notizie solo al suo risvegliò perché mi ha chiamata con il telefono di un altro paziente il suo era in cassaforte. Nessuno dell’ ospedale ha avuto cura di chiamarmi prima. Di chi era la competenza? Ma vi sembra normale????? Non preoccuparsi di avvisare??? Vivo in Sicilia, vi dicono che i nostri ospedali sono del terzo mondo! Allora un policlinico così importante come si deve definire. Sono veramente arrrrrrrabbiata
Mio figlio è stato ricoverato in codice rosso in nottata, ho avuto notizie solo al suo risvegliò perché mi ha chiamata con il telefono di un altro paziente il suo era in cassaforte. Nessuno dell’ ospedale ha avuto cura di chiamarmi prima. Di chi era la competenza? Ma vi sembra normale????? Non preoccuparsi di avvisare??? Vivo in Sicilia, vi dicono che i nostri ospedali sono del terzo mondo! Allora un policlinico così importante come si deve definire. Sono veramente arrrrrrrabbiata
Riferito al reparto di PRONTO SOCCORSO
Un reparto eccezionale pieno di medici e infermieri competenti non solo dal punto di vista professionale ma anche dal punto di vista umanitario. Da non sottovalutare lo splendido lavoro del personale ausiliario e delle pulizie come la signora Sonia sempre allegra disponibile e pronta a fare il suo lavoro al top.grazie di cuore nonostante il periodo brutto per la grandezza delle persone che mi stanno accompagnando qui dentro
Un reparto eccezionale pieno di medici e infermieri competenti non solo dal punto di vista professionale ma anche dal punto di vista umanitario. Da non sottovalutare lo splendido lavoro del personale ausiliario e delle pulizie come la signora Sonia sempre allegra disponibile e pronta a fare il suo lavoro al top.grazie di cuore nonostante il periodo brutto per la grandezza delle persone che mi stanno accompagnando qui dentro
Riferito al reparto di EMATOLOGIA
Avevo l''appuntamento, nei 2014, con il dott. Spadaro vero luminare, purtroppo ebbe un brutto incidente e perse la vita.
Così s
Finii nella mani di specializzandi e dottorando sempre diversi con cure sempre diverse, alcuni negavano le''evidenza riscontrata nelle risonanza, cura finale da ripetere cortisone ( in piena pandemia covid) il top è stato prescrivermi uno psicofarmaco senza la posologia ed ovviamente in farmacia non mi è stato dato.
Sarei dovuta tornarci ma affare cosa? Una collega mi ha dato il numero privato del Prof Conte ma non disturbo il capo per foglie che ha degli incompetenti che si occupano dell''ambulatorio di reumatologia.
Lavoro in questo ospedale da 34a eli portavo come un gioiello di competenze. Nel frattempo cammino a mala pena e non ci vedo più come prima altro che malattia in regressione.
Peccato era un''ottimo centro.
Avevo l''appuntamento, nei 2014, con il dott. Spadaro vero luminare, purtroppo ebbe un brutto incidente e perse la vita.
Così s
Finii nella mani di specializzandi e dottorando sempre diversi con cure sempre diverse, alcuni negavano le''evidenza riscontrata nelle risonanza, cura finale da ripetere cortisone ( in piena pandemia covid) il top è stato prescrivermi uno psicofarmaco senza la posologia ed ovviamente in farmacia non mi è stato dato.
Sarei dovuta tornarci ma affare cosa? Una collega mi ha dato il numero privato del Prof Conte ma non disturbo il capo per foglie che ha degli incompetenti che si occupano dell''ambulatorio di reumatologia.
Lavoro in questo ospedale da 34a eli portavo come un gioiello di competenze. Nel frattempo cammino a mala pena e non ci vedo più come prima altro che malattia in regressione.
Peccato era un''ottimo centro.
Riferito al reparto di REUMATOLOGIA
Seguita da molti anni da alcuni medici del policlinico bravissimi,di un''umanita'' che mi hanno fatto sempre sentire rassicurata e aiutata. Il top della professionalità. Oggi un ringraziamento speciale ad Alessandra Marchetti infermiera dell''ambulatorio della chirurgia generale l padiglione meravigliosa, gentilissima con una pazienza immensa, ho potuto constatare il significato del suo lavoro la passione-missione.
Seguita da molti anni da alcuni medici del policlinico bravissimi,di un''umanita'' che mi hanno fatto sempre sentire rassicurata e aiutata. Il top della professionalità. Oggi un ringraziamento speciale ad Alessandra Marchetti infermiera dell''ambulatorio della chirurgia generale l padiglione meravigliosa, gentilissima con una pazienza immensa, ho potuto constatare il significato del suo lavoro la passione-missione.
Riferito al reparto di CHIRURGIA GENERALE
Reparto Serio e professionale
Lo staff del Dottor De Vincentis tutti molto bravi
Reparto Serio e professionale
Lo staff del Dottor De Vincentis tutti molto bravi
Riferito al reparto di OTORINOLARINGOIATRIA
Pessimo Ospedale! Qualche giorno fa avevo una prima visita chirurgica, vado alla cassa dove risulta la mia prenotazione per la visita alle 10 come da prenotazione telefonica con Cup, pago e mi reco alla clinica. Lì mi dico che in mio appuntamento non c''è. Se voglio torno il pomeriggio, quando c''è il medico. Quindi ritorno alla cassa per avere il rimborso di quanto avevo pagato, poiché non posso tornare il pomeriggio, ma mi dico che deve essere autorizzato dal medico che però c''è solo il pomeriggio. Decido quindi di tornare a casa, senza visita e senza rimborso! Veramente molto molto disorganizzati!

Anni fa vado all''Umberto I per farmi togliere un neo. Seguo tutta la trafila che mi dicono di seguire, ci vado 3 volte: visita, analisi del sangue ecc, costo circa 50 euro. Arriva il giorno della rimozione del neo: vado in sala operatoria, mi spoglio, mi stendo sul lettino operatorio, il chirurgo guarda il mio neo e mi dice: "qui asportiamo solo nei che hanno un''origine tumorale!" Deve andare in un altro reparto!

SCONSIGLIO VIVAMENTE QUEST''OSPEDALE! Se poi penso che tutta questa gente la paghiamo noi cittadini, mi arrabbio ancora! Non andateci
Pessimo Ospedale! Qualche giorno fa avevo una prima visita chirurgica, vado alla cassa dove risulta la mia prenotazione per la visita alle 10 come da prenotazione telefonica con Cup, pago e mi reco alla clinica. Lì mi dico che in mio appuntamento non c''è. Se voglio torno il pomeriggio, quando c''è il medico. Quindi ritorno alla cassa per avere il rimborso di quanto avevo pagato, poiché non posso tornare il pomeriggio, ma mi dico che deve essere autorizzato dal medico che però c''è solo il pomeriggio. Decido quindi di tornare a casa, senza visita e senza rimborso! Veramente molto molto disorganizzati!

Anni fa vado all''Umberto I per farmi togliere un neo. Seguo tutta la trafila che mi dicono di seguire, ci vado 3 volte: visita, analisi del sangue ecc, costo circa 50 euro. Arriva il giorno della rimozione del neo: vado in sala operatoria, mi spoglio, mi stendo sul lettino operatorio, il chirurgo guarda il mio neo e mi dice: "qui asportiamo solo nei che hanno un''origine tumorale!" Deve andare in un altro reparto!

SCONSIGLIO VIVAMENTE QUEST''OSPEDALE! Se poi penso che tutta questa gente la paghiamo noi cittadini, mi arrabbio ancora! Non andateci
Riferito al reparto di OTORINOLARINGOIATRIA
Effettuate più volte delle visite, personale a dir bene, pressapochista e maleducato. Ogni volta sbagliano le indicazioni sulle ricette tanto da sembrare un comportamento fatto di proposito. La qualità della dottoressa, dal modo si esprimersi al modo di visitare, paragonabile ad una struttura da paese di un altro continente
Effettuate più volte delle visite, personale a dir bene, pressapochista e maleducato. Ogni volta sbagliano le indicazioni sulle ricette tanto da sembrare un comportamento fatto di proposito. La qualità della dottoressa, dal modo si esprimersi al modo di visitare, paragonabile ad una struttura da paese di un altro continente
Riferito al reparto di GERIATRIA
Rapporto medico/paziente azzerato!!! Ogni volta che vado c’è un medico diverso!!! Guardano le analisi e se vanno bene sei a posto! Se lamenti dolori rispondono impossibile oppure si si e alzano gli occhi al cielo! Impossibile chiamarli al telefono! Se mandi mail ti rispondono in maniera sbrigativa e non sai mai con chi stai parlando e poi ne avrei ancora da dire! All’inizio non era così!!! Negli anni è peggiorata in maniera esponenziale! Medici che ti ridono in faccia!!! Mi dicono che sto bene poi vado a fare risonanze a pagamento e mi trovano di ogni!! Torno e chiedo spiegazioni visto che sono problemi di competenza reumatologica e mi rispondono che non centrano con il Lupus!!! Si ma siete reumatologi o no!? Per fortuna che nei video teatrini che pubblicano su YouTube o Facebook parlano di presa in carico totale del paziente e di tutte le sue necessità sanitarie!
Rapporto medico/paziente azzerato!!! Ogni volta che vado c’è un medico diverso!!! Guardano le analisi e se vanno bene sei a posto! Se lamenti dolori rispondono impossibile oppure si si e alzano gli occhi al cielo! Impossibile chiamarli al telefono! Se mandi mail ti rispondono in maniera sbrigativa e non sai mai con chi stai parlando e poi ne avrei ancora da dire! All’inizio non era così!!! Negli anni è peggiorata in maniera esponenziale! Medici che ti ridono in faccia!!! Mi dicono che sto bene poi vado a fare risonanze a pagamento e mi trovano di ogni!! Torno e chiedo spiegazioni visto che sono problemi di competenza reumatologica e mi rispondono che non centrano con il Lupus!!! Si ma siete reumatologi o no!? Per fortuna che nei video teatrini che pubblicano su YouTube o Facebook parlano di presa in carico totale del paziente e di tutte le sue necessità sanitarie!
Riferito al reparto di REUMATOLOGIA
Ho subito questo intervento di tiroidectomia un anno fa. Purtroppo sono stata operata dal prof. Marco Biffoni che ha sbagliato l’intervento con conseguenze negative sulla mia salite. Dopo il suo errore ho dovuto subire un altro intervento, chiaramente da un altro chirurgo. Il prof. Marco Biffoni non è professionale e non è preparato. Inoltre il prof. Marco Biffoni presso La Sapienza è detestato anche per altri motivi.
Ho subito questo intervento di tiroidectomia un anno fa. Purtroppo sono stata operata dal prof. Marco Biffoni che ha sbagliato l’intervento con conseguenze negative sulla mia salite. Dopo il suo errore ho dovuto subire un altro intervento, chiaramente da un altro chirurgo. Il prof. Marco Biffoni non è professionale e non è preparato. Inoltre il prof. Marco Biffoni presso La Sapienza è detestato anche per altri motivi.
Riferito al reparto di CHIRURGIA GENERALE
Sulla Sanatrix e sul personale non posso dire nulla di negativo. Però ritengo che il prof. Marco Biffoni sia incompetente in quanto ha operato mia madre che ha avuto molti problemi a seguito dell’intervento. Sconsiglio il prof. Marco Biffoni oltre che sul lato professionale che umano poiché è poco trasparente.
Sulla Sanatrix e sul personale non posso dire nulla di negativo. Però ritengo che il prof. Marco Biffoni sia incompetente in quanto ha operato mia madre che ha avuto molti problemi a seguito dell’intervento. Sconsiglio il prof. Marco Biffoni oltre che sul lato professionale che umano poiché è poco trasparente.
Riferito al reparto di CHIRURGIA GENERALE
Mi sono rivolta a questo ospedale per mia figlia che ha disturbi del comportamento alimentare. Le dottoresse che l''hanno visitata, dopo aver constatato che non stava sottopeso, ci hanno congedate dicendoti di farci prescrivere una dieta del nutrionista . Mia figlia non ha il ciclo da 7 mesi, invece di darci supporto e capire ci hanno congedato senza alcun supporto psicologico. Rivolgetevi altrove, centro non all''altezza del problema.
Mi sono rivolta a questo ospedale per mia figlia che ha disturbi del comportamento alimentare. Le dottoresse che l''hanno visitata, dopo aver constatato che non stava sottopeso, ci hanno congedate dicendoti di farci prescrivere una dieta del nutrionista . Mia figlia non ha il ciclo da 7 mesi, invece di darci supporto e capire ci hanno congedato senza alcun supporto psicologico. Rivolgetevi altrove, centro non all''altezza del problema.
Riferito al reparto di PSICHIATRIA
Premetto che la mia recensione è relativa al DAI (Dipartimenti Assistenziali Integrati) di Ematologia, Oncologia e Dermatologia, in particolare riguardo la Clinica Dermatologica.

Inizio una serie di controlli per sintomi allergici, alla fine dei quali l''allergologa responsabile dell''unità di Dermatologia Allergologica mi convince ad iniziare un trattamento di immunoterapia sottocutanea, ovvero tramite iniezioni. Dopo avermi firmato il foglio d''ordine (in cui figura come medico prescrittore), suddetta dott.ssa si scrolla di dosso la responsabilità della terapia dicendomi di farla dal medico di base, che ovviamente si rifiuta perchè non ha le competenze adatte per fare i dosaggi di una terapia così importante.
Dal foglio illustrativo del medicinale inoltre, vengo a sapere che la terapia può essere eseguita solo da un medico allergologo (in quanto si tratta di allergeni e si hanno quindi dei rischi ben precisi e da non sottovalutare), dunque inizio una serie di chiamate alla struttura in cui con assurde scuse provano a giustificare la situazione. Ho anche segnalato le mie difficoltà alla responsabile del DAI che mi aveva assicurato di risolvere tutto, ma dopo due settimane non ho ricevuto chiamata.

Il risultato è un fallimento totale e la negata assistenza al paziente (dopo avergli fatto spendere centinaia di euro in visite, ovviamente), ed ho dovuto iniziare la terapia oggi con un altro allergologo esterno alla struttura. Ho appena inoltrato reclamo alla struttura, sicuramente è l''unico modo per ottenere la loro penosa attenzione.
Premetto che la mia recensione è relativa al DAI (Dipartimenti Assistenziali Integrati) di Ematologia, Oncologia e Dermatologia, in particolare riguardo la Clinica Dermatologica.

Inizio una serie di controlli per sintomi allergici, alla fine dei quali l''allergologa responsabile dell''unità di Dermatologia Allergologica mi convince ad iniziare un trattamento di immunoterapia sottocutanea, ovvero tramite iniezioni. Dopo avermi firmato il foglio d''ordine (in cui figura come medico prescrittore), suddetta dott.ssa si scrolla di dosso la responsabilità della terapia dicendomi di farla dal medico di base, che ovviamente si rifiuta perchè non ha le competenze adatte per fare i dosaggi di una terapia così importante.
Dal foglio illustrativo del medicinale inoltre, vengo a sapere che la terapia può essere eseguita solo da un medico allergologo (in quanto si tratta di allergeni e si hanno quindi dei rischi ben precisi e da non sottovalutare), dunque inizio una serie di chiamate alla struttura in cui con assurde scuse provano a giustificare la situazione. Ho anche segnalato le mie difficoltà alla responsabile del DAI che mi aveva assicurato di risolvere tutto, ma dopo due settimane non ho ricevuto chiamata.

Il risultato è un fallimento totale e la negata assistenza al paziente (dopo avergli fatto spendere centinaia di euro in visite, ovviamente), ed ho dovuto iniziare la terapia oggi con un altro allergologo esterno alla struttura. Ho appena inoltrato reclamo alla struttura, sicuramente è l''unico modo per ottenere la loro penosa attenzione.
Riferito al reparto di DERMATOLOGIA
Non so se è questo il reparto, ma il giorno 22 gennaio 2018 ore 14,45 ho portato la mia impegnativa alla dottoressa Diamantini per controllare ed asportare un neo,in pochi secondi prendendo l''impegnativa ha detto che andava tolto,ma purtroppo la sala operatoria era in allestimeno e bisognava aspettare almeno 2 mesi mi avrebbe richiamato per telefono dopo 2 mesi non ricevendo telefonate sono andato di persona ho incontrato la dottoressa, la sala era terminata dicecendomi che aveva molti pazienti avanti a me adesso sono passati circa 5 mesi e ancora ho il mio neo in barba alle campagne pubblicitarie controllate i vostri nei il mio tel è sempre lo stesso 3384689372 (ho l'' impegnativa bianca ) faccio presente che mi recai 2 padiglione seminterrato stanza n. 2 grazie Policlinico Umberto I
Non so se è questo il reparto, ma il giorno 22 gennaio 2018 ore 14,45 ho portato la mia impegnativa alla dottoressa Diamantini per controllare ed asportare un neo,in pochi secondi prendendo l''impegnativa ha detto che andava tolto,ma purtroppo la sala operatoria era in allestimeno e bisognava aspettare almeno 2 mesi mi avrebbe richiamato per telefono dopo 2 mesi non ricevendo telefonate sono andato di persona ho incontrato la dottoressa, la sala era terminata dicecendomi che aveva molti pazienti avanti a me adesso sono passati circa 5 mesi e ancora ho il mio neo in barba alle campagne pubblicitarie controllate i vostri nei il mio tel è sempre lo stesso 3384689372 (ho l'' impegnativa bianca ) faccio presente che mi recai 2 padiglione seminterrato stanza n. 2 grazie Policlinico Umberto I
Riferito al reparto di DERMATOLOGIA
Personale competente, peccato sia molto difficile essere seguiti con continuità', difficoltà nel trovare posto e/o poca disponibilità dei medici ecc.. Per la mia esperienza debbo dire che malgrado abbia aspettato mesi....alla fine per curarmi ho dovuto rivolgermi altrove.
Personale competente, peccato sia molto difficile essere seguiti con continuità', difficoltà nel trovare posto e/o poca disponibilità dei medici ecc.. Per la mia esperienza debbo dire che malgrado abbia aspettato mesi....alla fine per curarmi ho dovuto rivolgermi altrove.
Riferito al reparto di IMMUNOLOGIA
Dietro consiglio della mia ginecologa per la prima volta quest'anno mi sono recata presso Palazzo Baleani, in Corso Vittorio Emanuele II, per effettuare i controlli annuali senologici. Si tratta di una struttura che dipende dal Policlinico dove ci si reca senza appuntamento e nell'arco della mattinata effettuano visita senologica, mammografia ed ecografia. Unico neo: bisogna alzarsi molto presto la mattina per recarsi lì di buon'ora, per il resto ottima prima impressione per competenza ed anche molto gentili.
Dietro consiglio della mia ginecologa per la prima volta quest'anno mi sono recata presso Palazzo Baleani, in Corso Vittorio Emanuele II, per effettuare i controlli annuali senologici. Si tratta di una struttura che dipende dal Policlinico dove ci si reca senza appuntamento e nell'arco della mattinata effettuano visita senologica, mammografia ed ecografia. Unico neo: bisogna alzarsi molto presto la mattina per recarsi lì di buon'ora, per il resto ottima prima impressione per competenza ed anche molto gentili.
Riferito al reparto di OSTETRICIA E GINECOLOGIA
Per problemi non gravi non vi recate mai al pronto soccorso di questo ospedale. I medici sono grandiosi ma ormai il reparto di PS è utilizzato come lunga degenza per gli anziani.
Per problemi non gravi non vi recate mai al pronto soccorso di questo ospedale. I medici sono grandiosi ma ormai il reparto di PS è utilizzato come lunga degenza per gli anziani.
Riferito al reparto di ANGIOLOGIA

Specializzazione

6.4

Specializzazione in tumore maligno secondari di colon e retto


Una neoplasia (dal greco neos, «nuovo», e plásis, «formazione») o un tumore (dal latino tumor, «rigonfiamento») detta anche Anna, indica, in patologia, «una massa abnormale di tessuto che cresce in eccesso ed in modo scoordinato rispetto ai tessuti normali, e che persiste in questo stato dopo la cessazione degli stimoli che hanno indotto il processo», come chiarisce la definizione coniata dall'oncologo Rupert Allan Willis, accettata a livello internazionale.


Perché questo voto?

La buona valutazione per la specializzazione in tumore maligno secondari di colon e retto deriva in primo luogo dal fatto che questa struttura tratta pochi pazienti con questa patologia, tuttavia i reparti in cui li cura risultano essere buoni, con valutazione molto superiore alla media nazionale.


Perché il voto cambia?
Il voto generale di questo ospedale è 7.0 ed è la media della specializzazione in ciascuna patologia. Il voto diventa più preciso quando si analizza una patologia perché è possibile raffinare la valutazione con alcuni parametri aggiuntivi, quali ad esempio il numero di casi trattati e gli esiti degli interventi per la patologia ricercata.
Viene inoltre valutata la completezza dell'offerta all'interno dell'ospedale: ad esempio valutiamo positivamente la presenza di un reparto di terapia intensiva neonatale a fianco al reparto di ostetricia e ginecologia, poichè la struttura è attrezzata per gestire eventuali complicazioni.

Trova gli ospedali più specializzati nella cura di questa patologia


Cerca un'altra patologia per vedere come viene curata in questo ospedale:

Reparti

Indirizzo

Policlinico Umberto I

viale del policlinico, 155 - roma (RM)
Contatta l'ospedale