Ospedale Lazzaro Spallanzani

9.0

La struttura

Questa struttura risulta nel suo complesso molto buona e nell'ultimo periodo la sua valutazione è stabile.

E' un ospedale grande e questo è un vantaggio perché le strutture più grandi generalmente possono sostenere i costi delle professionalità e delle tecnologie necessarie a garantire il massimo livello di efficienza e sicurezza.

E' un ospedale specializzato che gestisce molti pazienti in reparti specializzati.

L'ospedale ha una copertura mediatica bassa, con notizie che ne parlano generalmente in maniera neutra.


2 Recensioni (non influenzano il voto)

Ospedale Lazzaro Spallanzani
Ospedale molto esaustivo, ambiente stupendamente accogliente, sei come a casa perché il personale si mette a tua disposizione attraverso la loro ottima esperienza ed educazione. Cure e terapie all’avanguardia e indolori. È valutato 7,4 ma secondo il mio umile parere gli darei un bel 10 anche perché non ho riscontrato pecche di nessun genere. Consigliatissimo.
Ospedale molto esaustivo, ambiente stupendamente accogliente, sei come a casa perché il personale si mette a tua disposizione attraverso la loro ottima esperienza ed educazione. Cure e terapie all’avanguardia e indolori. È valutato 7,4 ma secondo il mio umile parere gli darei un bel 10 anche perché non ho riscontrato pecche di nessun genere. Consigliatissimo.
Riferito al reparto di MALATTIE INFETTIVE E TROPICALI
Ospedale Lazzaro Spallanzani
Struttura organizzata, competenza, professionalità pulizia, ma soprattutto tanta Umanità riscontrata in tutto il personale. I malati hanno bisogno di questo oltre alla ricerca ed alla scienza per guarire ed affrontare percorsi difficili, soprattutto le persone anziane o più fragili . Un grazie di cuore da Franco F. (letto 7) e dai suoi familiari.
Struttura organizzata, competenza, professionalità pulizia, ma soprattutto tanta Umanità riscontrata in tutto il personale. I malati hanno bisogno di questo oltre alla ricerca ed alla scienza per guarire ed affrontare percorsi difficili, soprattutto le persone anziane o più fragili . Un grazie di cuore da Franco F. (letto 7) e dai suoi familiari.
Riferito al reparto di MALATTIE INFETTIVE E TROPICALI

Specializzazione

9.0

Specializzazione in tubercolosi


La tubercolosi o tisi o poriformalicosi, in sigla TBC, è una malattia infettiva causata da vari ceppi di micobatteri, in particolare dal Mycobacterium tuberculosis, chiamato anche Bacillo di Koch. La tubercolosi attacca solitamente i polmoni, ma può colpire anche altre parti del corpo. Si trasmette per via aerea attraverso goccioline di saliva emesse con la tosse secca. La maggior parte delle infezioni che colpiscono gli esseri umani risultano essere asintomatiche, cioè si ha un'infezione latente. Circa una su dieci infezioni latenti alla fine progredisce in malattia attiva, che, se non trattata, uccide più del 50% delle persone infette. I sintomi classici sono una tosse cronica con espettorato striato di sangue, febbre di rado elevata, sudorazione notturna e perdita di peso. L'infezione di altri organi provoca una vasta gamma di sintomi. La diagnosi si basa sull'esame radiologico (comunemente una radiografia del torace), un test cutaneo alla tubercolina, esami del sangue e l'esame microscopico e coltura microbiologica dei fluidi corporei. Il trattamento è difficile e richiede l'assunzione di antibiotici multipli per lungo tempo. La resistenza agli antibiotici è un problema crescente nell'affrontare la malattia. La prevenzione si basa su programmi di screening e di vaccinazione con il bacillo di Calmette-Guérin. Si ritiene che un terzo della popolazione mondiale sia stata infettata con M. tuberculosis, e nuove infezioni avvengono ad un ritmo di circa una al secondo. Nel 2007 vi erano circa 13,7 milioni di casi cronici attivi e nel 2010 8,8 milioni di nuovi casi e 1,45 milioni di decessi, soprattutto nei paesi in via di sviluppo. Il numero assoluto di casi di tubercolosi è in calo dal 2006 e di nuovi casi dal 2002. Inoltre, le popolazioni dei paesi in via di sviluppo contraggono la tubercolosi più facilmente, poiché hanno spesso un sistema immunitario più compromesso a causa degli alti tassi di AIDS. La distribuzione della tubercolosi non è uniforme in tutto il mondo, circa l'80% della popolazione residente in molti paesi asiatici e africani risultano positivi nei test alla tubercolina, mentre solo il 5-10% della popolazione degli Stati Uniti è affetta.


Perché questo voto?

La ottima valutazione per la specializzazione in tubercolosi deriva in primo luogo dal fatto che questa struttura tratta molti pazienti con questa patologia, inoltre i reparti in cui li cura risultano essere buoni, con valutazione superiore alla media nazionale.


Perché il voto cambia?
Il voto generale di questo ospedale è 7.4 ed è la media della specializzazione in ciascuna patologia. Il voto diventa più preciso quando si analizza una patologia perché è possibile raffinare la valutazione con alcuni parametri aggiuntivi, quali ad esempio il numero di casi trattati e gli esiti degli interventi per la patologia ricercata.
Viene inoltre valutata la completezza dell'offerta all'interno dell'ospedale: ad esempio valutiamo positivamente la presenza di un reparto di terapia intensiva neonatale a fianco al reparto di ostetricia e ginecologia, poichè la struttura è attrezzata per gestire eventuali complicazioni.

Trova gli ospedali più specializzati nella cura di questa patologia


Cerca un'altra patologia per vedere come viene curata in questo ospedale:

Reparti

News

Roma, muore in ospedale per una mononucleosi: chiesto rinvio a giudizio per due medici dello Spallanzani

Ventisei anni appena compiuti, una laurea messa in tasca da poco. Poi, una malattia fulminante e apparentemente banale che lo ha ucciso in meno di un mese, nel settembre dello scorso anno. Secondo la Procura, a provocare il decesso di Jacopo Lucchetti potrebbe essere stato un errore medico.
Il Messaggero, 02 Novembre 2015


Malattie infettive. 8 pazienti su 100 si infettano in ospedale ...

Questi i consigli della Società italiana malattie infettive e tropicali dopo le morti sospette all'ospedale San Giovanni di Roma per un batterio ...
Quotidiano Sanità, 13 Dicembre 2013


Infezioni da taglio in ospedale: tutti i dati italiani - Quotidiano Sanità

24 APR - Per risolvere il problema della sicurezza degli operatori sanitari in ambiente di lavoro sono state intraprese numerose iniziative, sia a ...
Quotidiano Sanità, 24 Aprile 2013


Ferite e infezioni in ospedale: 130.000 infortuni l'anno. Da maggio operativa direttiva UE

Ne abbiamo parlato con Vincenzo Puro dell'ospedale Spallanzani di Roma e membro del Gruppo di Studio PHASE. L'obiettivo ambizioso è ...
Quotidiano Sanità, 24 Aprile 2013


Indirizzo

Ospedale Lazzaro Spallanzani

via portuense, 292 - roma (RM)
Contatta l'ospedale