Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico Vittorio Emanuele - Presidio Ferrarotto

7.4

La struttura

Questa struttura risulta nel suo complesso molto buona e nell'ultimo periodo la sua valutazione è stabile.

E' un ospedale grande e questo è un vantaggio perché le strutture più grandi generalmente possono sostenere i costi delle professionalità e delle tecnologie necessarie a garantire il massimo livello di efficienza e sicurezza.

E' un ospedale specializzato che gestisce molti pazienti in reparti specializzati.

L'ospedale ha una copertura mediatica bassa, con notizie che ne parlano generalmente in maniera neutra.




Distaccamenti di questo ospedale

Gaspare Rodolico VIA SANTA SOFIA 78 - Catania (CT)
Santo Bambino VIA TINDARO 2 - Catania (CT)
Vittorio Emanuele VIA PLEBISCITO 628 - Catania (CT)

2 Recensioni (non influenzano il voto)

Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico Vittorio Emanuele - Presidio Ferrarotto
Salve a tutti, in realtà la mia recensione sarebbe più prolissa.
La situazione è molto complicata, mio padre,nefropatico, è entrato per problemi cardiologici, hanno fatto intervento alle auricole, stent d urgenza e tante trasfusioni di sangue per emoglobina bassa. La mia recensione è dovuta al fatto che noi famigliari non abbiamo notizie chiare su quanto sta accadendo a lui. I medici ci aggiornano solo se esortati a farlo, noi non possiamo dargli sostegno morale, la sua condizione psicologica è negativa, tendente al lasciarsi andare. Mio padre ha subito tanti interventi nel corso della sua vita, sono 23 giorni che è ricoverato presso il policlinico cambiando di volta in volta reparto. A parte che continuano a perdergli caricatore telefono, ciabatte, pantaloni, non esiste un sistema di supporto psicologico per paziente patologici come lui. avrebbe dovuto fare intervento per rimozione catetere peritoneale ma hanno dimenticato di fare trasfusione pre intervento e dopo averlo portato in sala per operazione, dopo averlo lasciato a digiuno, dopo due ore, gli hanno detto che non lo avrebbero fatto. la sera intervento di urgenza per inserimento stent, ora in terapia intensiva. VORREI CHIAREZZA SULLA SUA CONDIZIONE MA I MEDICI SEMBRANO OMERTOSI GLI UNI CON GLI ALTRI, NON SI PARLANO, NON SI COMUNICANO INFORMAZIONI E NON COMUNICANO NEMMENO CON NOI FAMIGLIARI. SONO DELUSA DEL SISTEMA SANITARIO SICILIANO. NON SI PUO'' TORTURARE UN UOMO COSI''. E PURTROPPO IL POLICLINICO NN è L UNICO OSPEDALE A CUI HO DA RIDIRE. sebbene la condizione di mio padre non sia ottimale resta il fatto che i medici comunicano poco tra di loro. vergogna!!! la vita di una persona non è un trofeo da vincere
Salve a tutti, in realtà la mia recensione sarebbe più prolissa.
La situazione è molto complicata, mio padre,nefropatico, è entrato per problemi cardiologici, hanno fatto intervento alle auricole, stent d urgenza e tante trasfusioni di sangue per emoglobina bassa. La mia recensione è dovuta al fatto che noi famigliari non abbiamo notizie chiare su quanto sta accadendo a lui. I medici ci aggiornano solo se esortati a farlo, noi non possiamo dargli sostegno morale, la sua condizione psicologica è negativa, tendente al lasciarsi andare. Mio padre ha subito tanti interventi nel corso della sua vita, sono 23 giorni che è ricoverato presso il policlinico cambiando di volta in volta reparto. A parte che continuano a perdergli caricatore telefono, ciabatte, pantaloni, non esiste un sistema di supporto psicologico per paziente patologici come lui. avrebbe dovuto fare intervento per rimozione catetere peritoneale ma hanno dimenticato di fare trasfusione pre intervento e dopo averlo portato in sala per operazione, dopo averlo lasciato a digiuno, dopo due ore, gli hanno detto che non lo avrebbero fatto. la sera intervento di urgenza per inserimento stent, ora in terapia intensiva. VORREI CHIAREZZA SULLA SUA CONDIZIONE MA I MEDICI SEMBRANO OMERTOSI GLI UNI CON GLI ALTRI, NON SI PARLANO, NON SI COMUNICANO INFORMAZIONI E NON COMUNICANO NEMMENO CON NOI FAMIGLIARI. SONO DELUSA DEL SISTEMA SANITARIO SICILIANO. NON SI PUO'' TORTURARE UN UOMO COSI''. E PURTROPPO IL POLICLINICO NN è L UNICO OSPEDALE A CUI HO DA RIDIRE. sebbene la condizione di mio padre non sia ottimale resta il fatto che i medici comunicano poco tra di loro. vergogna!!! la vita di una persona non è un trofeo da vincere
Riferito al reparto di NEFROLOGIA
Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico Vittorio Emanuele - Presidio Ferrarotto
L’eccellente assistenza e la prontezza con cui si è applicata la giusta terapia in questo reparto hanno salvato la vita a ben 2 miei familiari, giunti in codice rosso. Eccellente anche la comunicazione con i parenti tramite la struttura del triage,
L’eccellente assistenza e la prontezza con cui si è applicata la giusta terapia in questo reparto hanno salvato la vita a ben 2 miei familiari, giunti in codice rosso. Eccellente anche la comunicazione con i parenti tramite la struttura del triage,
Riferito al reparto di PRONTO SOCCORSO

Specializzazione


Cerca una patologia per vedere come viene curata in questo ospedale:

Reparti

News

Avvocato morto in ospedale a Catania, i familiari presentano denuncia

Ricoverato per accertamenti il 28 novembre scorso, nel reparto di Cardiologia dell'Ospedale Ferrarotto di Catania, dopo aver subito un intervento di applicazione di 2 stent e quindi in procinto di essere dimesso, dopo aver sentito la moglie al telefono, l'avvocato Isidoro Fresta, 59 anni, la mattina di domenica 6 dicembre scorso, improvvisamente è deceduto.
Giornale di Sicilia, 09 Dicembre 2015


Indirizzo

Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico Vittorio Emanuele - Presidio Ferrarotto

via salvatore citelli, 6 - catania (CT)
Contatta l'ospedale