Istituto Clinico Città Studi


Non possiamo dare un voto alle strutture private in quanto il Ministero della Salute non ne pubblica i dati di attività

8 Recensioni (non influenzano il voto)

Intervento di meniscectomia. Ottima esperienza per quanto riguarda l''assistenza e l''attenzione in reparto (tutto il personale è professionale, paziente e simpatico) e in sala operatoria (Dott.ssa Brivio, bravissima, alla mano e cordiale).
Pessima organizzazione in fase di accettazione/ricovero. All''ingresso persona scorbutica mi spedisce all''altro indirizzo, nonostante mia, educata, insistenza (al telefono mi erano state chiare e precise indicazioni). Con stampelle e borsa per ricovero, sotto il diluvio universale, vado all''altro indirizzo dove, dopo attesa con numerino di mezz''ora, mi dicono che era giusto dove mi ero recata precedentemente. Di là, a fatica, la persona di cui sopra si convince. Mi manda all''ufficio ricoveri dove, ugualmente, non hanno le idee chiare su chi deve farmi pagare e nel frattempo perdono di vista la mia richiesta di accettazione.. Con molto ritardo, nonostante mi fossi recata con largo anticipo all''Istituto, arrivo in reparto dove, finalmente, mi sembra di essere in un posto normale. Da lì tutto perfetto, niente da dire.
Intervento di meniscectomia. Ottima esperienza per quanto riguarda l''assistenza e l''attenzione in reparto (tutto il personale è professionale, paziente e simpatico) e in sala operatoria (Dott.ssa Brivio, bravissima, alla mano e cordiale).
Pessima organizzazione in fase di accettazione/ricovero. All''ingresso persona scorbutica mi spedisce all''altro indirizzo, nonostante mia, educata, insistenza (al telefono mi erano state chiare e precise indicazioni). Con stampelle e borsa per ricovero, sotto il diluvio universale, vado all''altro indirizzo dove, dopo attesa con numerino di mezz''ora, mi dicono che era giusto dove mi ero recata precedentemente. Di là, a fatica, la persona di cui sopra si convince. Mi manda all''ufficio ricoveri dove, ugualmente, non hanno le idee chiare su chi deve farmi pagare e nel frattempo perdono di vista la mia richiesta di accettazione.. Con molto ritardo, nonostante mi fossi recata con largo anticipo all''Istituto, arrivo in reparto dove, finalmente, mi sembra di essere in un posto normale. Da lì tutto perfetto, niente da dire.
Premetto nulla da dire per l intervento , ma l assistenza è terribile! Mia madre 87 anni a causa di una caduta si è fratturata la spalla ed è stata operata in endoscopia per fortuna intervento è andato bene , ma dopo 3 giorni a casa ha iniziato a sanguinare e non è mai stato possibile parlare col reparto ! Una struttura fantasma, una assistenza inesistente e durante la degenza allucinante, infermieri e assistenti danno priorità a sparecchiare anziché. portare antidolorifico ad una paziente anziana che dopo intervento aveva dolori atroci, ma possibile che assumano questi incapaci e insensibili?
Premetto nulla da dire per l intervento , ma l assistenza è terribile! Mia madre 87 anni a causa di una caduta si è fratturata la spalla ed è stata operata in endoscopia per fortuna intervento è andato bene , ma dopo 3 giorni a casa ha iniziato a sanguinare e non è mai stato possibile parlare col reparto ! Una struttura fantasma, una assistenza inesistente e durante la degenza allucinante, infermieri e assistenti danno priorità a sparecchiare anziché. portare antidolorifico ad una paziente anziana che dopo intervento aveva dolori atroci, ma possibile che assumano questi incapaci e insensibili?
Metto una stella perché meno non si può. Personale di Ps scortese, anziani che entrano e vengono lasciati soli. Nessuna informazione ai parenti fuori, per ore. Sono medico e, personalmente, non ho mai lavorato in questo modo.
Metto una stella perché meno non si può. Personale di Ps scortese, anziani che entrano e vengono lasciati soli. Nessuna informazione ai parenti fuori, per ore. Sono medico e, personalmente, non ho mai lavorato in questo modo.
Dopo 4 giorni in pronto soccorso finalmente mio marito è andato reparto: stendo un velo pietoso sulle capacità degli infermieri. Non sanno fare prelievi del sangue non sanno mettere gli aghi per le flebo. È un colabrodo. Piuttosto saltano le terapie. Pensano solo a divertirsi e non sono mai disponibili. Erogatori dell''ossigeno che non funzionano. Al compagno di stanza, diabetico, non gli viene neanche misurata la glicemia: ovvio che poi vada in ipoglicemia. Struttura da chiudere o comunque sicuramente
personale da rivedere!
Non me la ricordavo così!
Dopo 4 giorni in pronto soccorso finalmente mio marito è andato reparto: stendo un velo pietoso sulle capacità degli infermieri. Non sanno fare prelievi del sangue non sanno mettere gli aghi per le flebo. È un colabrodo. Piuttosto saltano le terapie. Pensano solo a divertirsi e non sono mai disponibili. Erogatori dell''ossigeno che non funzionano. Al compagno di stanza, diabetico, non gli viene neanche misurata la glicemia: ovvio che poi vada in ipoglicemia. Struttura da chiudere o comunque sicuramente
personale da rivedere!
Non me la ricordavo così!
Credo che strutture del genere non dovrebbero esistere (non mi esprimo sull''operato dei medici finché non potrò valutare i risultati delle terapie, anche se un certo distacco dal dialogo col paziente non sia segno di dedizione alla professione) ciò che è inaccettabile, sono le condizioni di degenza. Cibo: pessimo, preconfezionato in contenitori di plastica, cibi sconditi e scotti, pesce puzzolente, posate di plastica inutilizzabili.. Infermieri: a parte qualche eccezione, pensano solamente a terminare il turno...ogni richiesta che esula dalla routine, non viene presa in considerazione, ma liquidata con la solita frase "poi vediamo".. Letti; un disastro..materassi che sembrano la cuccia del cane, vecchi, affossati.Da spaccare la schiena. Somministrazione farmaci: un Caos..dimenticanze, sovrapposizioni, mancanza di regole..alcuni gocciolano le flebo a 10 gocce al minuto...altri a 1 goccia.al secondo. Insulina somministrata dopo i pasti...CONCLUDENDO: STATE LONTANI DA QUESTA STRUTTURA
Credo che strutture del genere non dovrebbero esistere (non mi esprimo sull''operato dei medici finché non potrò valutare i risultati delle terapie, anche se un certo distacco dal dialogo col paziente non sia segno di dedizione alla professione) ciò che è inaccettabile, sono le condizioni di degenza. Cibo: pessimo, preconfezionato in contenitori di plastica, cibi sconditi e scotti, pesce puzzolente, posate di plastica inutilizzabili.. Infermieri: a parte qualche eccezione, pensano solamente a terminare il turno...ogni richiesta che esula dalla routine, non viene presa in considerazione, ma liquidata con la solita frase "poi vediamo".. Letti; un disastro..materassi che sembrano la cuccia del cane, vecchi, affossati.Da spaccare la schiena. Somministrazione farmaci: un Caos..dimenticanze, sovrapposizioni, mancanza di regole..alcuni gocciolano le flebo a 10 gocce al minuto...altri a 1 goccia.al secondo. Insulina somministrata dopo i pasti...CONCLUDENDO: STATE LONTANI DA QUESTA STRUTTURA
Non è possibile elencare i punti che denotano disorganizzazione, pressappochismo, menefreghismo e inefficienza..non entro nel merito della capacità sanitaria, sono ancora ricoverato e non posso esprimermi in merito ad essa, ma la permanenza nella struttura e qualcosa che riporta al medioevo, o giù di lì...Cibo che neanche a San Vittore, letti che spezzano la colonna vertebrale, infermieri che dimenticano le flebo chiuse per ore, con l ago in vena....proverei per credere
Non è possibile elencare i punti che denotano disorganizzazione, pressappochismo, menefreghismo e inefficienza..non entro nel merito della capacità sanitaria, sono ancora ricoverato e non posso esprimermi in merito ad essa, ma la permanenza nella struttura e qualcosa che riporta al medioevo, o giù di lì...Cibo che neanche a San Vittore, letti che spezzano la colonna vertebrale, infermieri che dimenticano le flebo chiuse per ore, con l ago in vena....proverei per credere
Oggi ho effettuato gli esami del pre ricovero e sono stato seguito in maniera professionale dallo tutto lo staff ma in particolare da Roxama e Laura, gentili e affabili. Nonostante la tensione per l’imminente intervento, loro sono riuscite ad alleggerire il mio stato d’animo. Grazie di cuore
Oggi ho effettuato gli esami del pre ricovero e sono stato seguito in maniera professionale dallo tutto lo staff ma in particolare da Roxama e Laura, gentili e affabili. Nonostante la tensione per l’imminente intervento, loro sono riuscite ad alleggerire il mio stato d’animo. Grazie di cuore
Sono stata operata da pochi giorni per dito a scatto mano destra.
in questa clinica ho notato un''organizzazione assolutamente efficiente a partire dal momento a cui ti avvicini al banco informazioni (signora originaria della Patagonia gentilissima) .
Ho effettuato gli esami pre-ricovero nello stesso giorno dell''intervento e Roxana e Laura mi hanno assistita come angeli custodi finchè sono uscita dalla struttura. La mia è stata una piccola operazione ma la professionalità e la bravura della dottoressa Cedron N. Belinda l''ho percepita subito dal momento della visita che prevedeva poi l''intervento che Lei stessa mi ha effettuato. Le info post-intervento sono state molto dettagliate e ben descritte. Purtroppo per una mia distrazione mi si è sbendato il dito dopo 3 gg dall''intervento. Roxana e Laura si sono subito adoperate per sistemarmi il bendaggio non essendo al momento disponibile un medico. L''assistenza mi è arrivata telefonicamente immediatamente dopo e l''ho avuta in maniera eccellente dalla Dott,ssa Scalese che si è preoccupata di verificare via whatsapp lo stato della ferita, anticipandomi l''appuntamento di controllo che lei stessa eseguirà fuori dall''orario previsto dall''ambulatorio.
Che dire ? Assolutamente positivo il mio primo approccio presso questa struttura. Anche se sono convinta che, ovviamente considerando la capacità e la professionalità delle persone, ciò che fa la differenza è la cordialità ed il sorriso che sanno regalare...a prescindere.
Lode, lode a tutte le persone che ho conosciuto.
Gabriella Furlanetto
Sono stata operata da pochi giorni per dito a scatto mano destra.
in questa clinica ho notato un''organizzazione assolutamente efficiente a partire dal momento a cui ti avvicini al banco informazioni (signora originaria della Patagonia gentilissima) .
Ho effettuato gli esami pre-ricovero nello stesso giorno dell''intervento e Roxana e Laura mi hanno assistita come angeli custodi finchè sono uscita dalla struttura. La mia è stata una piccola operazione ma la professionalità e la bravura della dottoressa Cedron N. Belinda l''ho percepita subito dal momento della visita che prevedeva poi l''intervento che Lei stessa mi ha effettuato. Le info post-intervento sono state molto dettagliate e ben descritte. Purtroppo per una mia distrazione mi si è sbendato il dito dopo 3 gg dall''intervento. Roxana e Laura si sono subito adoperate per sistemarmi il bendaggio non essendo al momento disponibile un medico. L''assistenza mi è arrivata telefonicamente immediatamente dopo e l''ho avuta in maniera eccellente dalla Dott,ssa Scalese che si è preoccupata di verificare via whatsapp lo stato della ferita, anticipandomi l''appuntamento di controllo che lei stessa eseguirà fuori dall''orario previsto dall''ambulatorio.
Che dire ? Assolutamente positivo il mio primo approccio presso questa struttura. Anche se sono convinta che, ovviamente considerando la capacità e la professionalità delle persone, ciò che fa la differenza è la cordialità ed il sorriso che sanno regalare...a prescindere.
Lode, lode a tutte le persone che ho conosciuto.
Gabriella Furlanetto

Indirizzo

Istituto Clinico Città Studi

via niccolò jommelli, 17 - milano (MI)
Contatta l'ospedale

L'innovazione di oggi,la salute di domani

Il podcast dedicato ai professionisti del mondo della salute

Le scoperte che trasformeranno il mondo della salute.
Scoperte che faranno parte davvero del nostro domani, selezionate da Thatmorning e raccontate da Daniela Faggion, che in ogni puntata dà voce alle eccellenze italiane in prima persona.