Istituto Clinico Città Di Brescia


Non possiamo dare un voto alle strutture private in quanto il Ministero della Salute non ne pubblica i dati di attività

3 Recensioni (non influenzano il voto)

Siamo stati indirizzati in questa struttura dal dottor Roberto Bordin, con visita da lui effettuata privatamente il giorno 2 novembre 2021.
Siamo stati messi in lista con probabile operazione a gennaio/febbraio 2022, il primo contatto viene fatto con telefonata che mi comunica
eventuale prericovero di mia figlia Margherita Mavolo la seconda settimana di febbraio; non vengo più chiamato e ai primi di marzo
telefono al dottor Bordin, per vedere se si riesce a fare qualcosa. Dopo pochi giorni vengo contattato per prericovero da fare il giorno 24
marzo, appuntamento che viene annullato dall''ospedale con telefonata il giorno 23, fissando nuovo appuntamento il giorno 29 marzo.
Porto mia figlia in ospedale il 29 marzo, e alla fine di tutte le visite ci fissano l''operazione per il giorno 22 aprile, e naturalmente come in
precedenza ci viene comunicato, questa volta con ben 2 giorni di anticipo che l''operazione è rinviata!!! Non ci viene nemmeno comunicata
una nuova data, ma solo che il prericovero dura 30 giorni e dovrà essere rifatto!!!
Lascio a voi le valutazioni, io dal paese in provincia di Padova dove vivo, ho delle spese per venire a Brescia, i giorni di lavoro che perdo per
accompagnare mia figlia, hanno costi e disagi; mia figlia è in quinta liceo, nell''anno della maturità, questi continui rinvii senza nessun
preavviso creano disagi a lei e alla sua classe; e ultimo ma sicuramente non meno importante lo spreco di denaro pubblico, per visite che
dovranno essere ripetute per niente.
Mavolo Michele
Mavolo Margherita
Siamo stati indirizzati in questa struttura dal dottor Roberto Bordin, con visita da lui effettuata privatamente il giorno 2 novembre 2021.
Siamo stati messi in lista con probabile operazione a gennaio/febbraio 2022, il primo contatto viene fatto con telefonata che mi comunica
eventuale prericovero di mia figlia Margherita Mavolo la seconda settimana di febbraio; non vengo più chiamato e ai primi di marzo
telefono al dottor Bordin, per vedere se si riesce a fare qualcosa. Dopo pochi giorni vengo contattato per prericovero da fare il giorno 24
marzo, appuntamento che viene annullato dall''ospedale con telefonata il giorno 23, fissando nuovo appuntamento il giorno 29 marzo.
Porto mia figlia in ospedale il 29 marzo, e alla fine di tutte le visite ci fissano l''operazione per il giorno 22 aprile, e naturalmente come in
precedenza ci viene comunicato, questa volta con ben 2 giorni di anticipo che l''operazione è rinviata!!! Non ci viene nemmeno comunicata
una nuova data, ma solo che il prericovero dura 30 giorni e dovrà essere rifatto!!!
Lascio a voi le valutazioni, io dal paese in provincia di Padova dove vivo, ho delle spese per venire a Brescia, i giorni di lavoro che perdo per
accompagnare mia figlia, hanno costi e disagi; mia figlia è in quinta liceo, nell''anno della maturità, questi continui rinvii senza nessun
preavviso creano disagi a lei e alla sua classe; e ultimo ma sicuramente non meno importante lo spreco di denaro pubblico, per visite che
dovranno essere ripetute per niente.
Mavolo Michele
Mavolo Margherita
Ieri 26/11/19 alle ore 9.30 circa mi faccio accompagnare al pronto soccorso della clinica Città di Brescia per un uno strappo al retto femorale della coscia sx , dovuto ad un infortunio sul luogo di lavoro ( sono un lavoratore autonomo ) . Alle 9.46 faccio l''accettazione spiegando il mio problema e vengo fatto accomodare in sala d''attesa con codice verde . Alle 18.09 vengo chiamato per la visita e alle 18.17 vengo dimesso con una richiesta di ecografia che dovrò prenotare dove troverò posto . Pensavo che l''ecografia per verificare il grado dello strappo , se di 2° o 3° , mi sarebbe stata fatta al momento ed invece mi viene detto che loro non le fanno . Per avere una richiesta di ecografia potevo andare allora anche dal dottore di base , senza dover stare quasi nove ore senza bere e senza mangiare e senza che nessuno venisse a vedere come stavo . E poi con quale criterio mi vengono dati 10 giorni di prognosi senza una valutazione strumentale necessaria in questo caso ? In 34 anni di lavoro in proprio, e di pagamento INAIL, è la prima volta che mi rivolgo al SSN per un infortunio o malattia sul lavoro e questo è stato il servizio , non aggiungo aggettivi al commento se non il disgusto totale che ho provato al pronto soccorso della Città di Brescia.
Ieri 26/11/19 alle ore 9.30 circa mi faccio accompagnare al pronto soccorso della clinica Città di Brescia per un uno strappo al retto femorale della coscia sx , dovuto ad un infortunio sul luogo di lavoro ( sono un lavoratore autonomo ) . Alle 9.46 faccio l''accettazione spiegando il mio problema e vengo fatto accomodare in sala d''attesa con codice verde . Alle 18.09 vengo chiamato per la visita e alle 18.17 vengo dimesso con una richiesta di ecografia che dovrò prenotare dove troverò posto . Pensavo che l''ecografia per verificare il grado dello strappo , se di 2° o 3° , mi sarebbe stata fatta al momento ed invece mi viene detto che loro non le fanno . Per avere una richiesta di ecografia potevo andare allora anche dal dottore di base , senza dover stare quasi nove ore senza bere e senza mangiare e senza che nessuno venisse a vedere come stavo . E poi con quale criterio mi vengono dati 10 giorni di prognosi senza una valutazione strumentale necessaria in questo caso ? In 34 anni di lavoro in proprio, e di pagamento INAIL, è la prima volta che mi rivolgo al SSN per un infortunio o malattia sul lavoro e questo è stato il servizio , non aggiungo aggettivi al commento se non il disgusto totale che ho provato al pronto soccorso della Città di Brescia.
19/12/2017 Prof Amato Domenico il top dell ortopedia ieri è intervenuto su mio figlio intervento Lca stamattina iniziava già a camminare a piccoli passi una persona speciale ma soprattutto di cuore . Gestisce il 5 reparto ortopedico della clinica con caposala e staff a 5 stelle Io posso dire solo che una clinica così è rara
19/12/2017 Prof Amato Domenico il top dell ortopedia ieri è intervenuto su mio figlio intervento Lca stamattina iniziava già a camminare a piccoli passi una persona speciale ma soprattutto di cuore . Gestisce il 5 reparto ortopedico della clinica con caposala e staff a 5 stelle Io posso dire solo che una clinica così è rara

Indirizzo

Istituto Clinico Città Di Brescia

via bartolomeo gualla, 15 - brescia (BS)
Contatta l'ospedale