Ospedale di Circolo di Busto Arsizio - Centro Riabilitativo Ad Alta Assistenza

8.7

La struttura

Questa struttura risulta nel suo complesso sotto la media e nell'ultimo periodo la sua valutazione è in forte ribasso.

E' un ospedale grande e questo è un vantaggio perché le strutture più grandi generalmente possono sostenere i costi delle professionalità e delle tecnologie necessarie a garantire il massimo livello di efficienza e sicurezza.

E' un ospedale specializzato che gestisce molti pazienti in reparti specializzati.



Distaccamenti di questo ospedale

Ospedale di Circolo - Busto Arsizio PIAZZALE SOLARO, 3 - Busto Arsizio (VA)
Ospedale di Circolo Galmarini PIAZZA ANGELO ZANABONI - Tradate (VA)
Ospedale Generale Provinciale PIAZZALE BORELLA 1 - Saronno (VA)

9 Recensioni (non influenzano il voto)

Eccolo Massimo Semenzin https://ibb.co/XbmzYp1

Diventate la sua proprietà e quella della psichiatria e dei suoi colleghi esercitano totale possessione e controllo sui pazienti, se vi trasferite Semenzin fa addirittura aso e tso fuori regione e vi manda l''ambulanza e la pattuglia dei carabinieri o polizia o tutti e tre assieme sprecando i soldi pubblici non una o due volte ma tante per prelevarvi e portarvi in reparto/struttura psichiatrica per obbligarvi a starci.
Se vi fa stare a casa vi affida ai vostri familiari dichiarati mentalmente malati da lui e ad altri soggetti non idonei rendetevene conto dei malati mentali incaricati da lui di prendersi cura di altri malati, il pazzo è lui!

@

Eccolo Massimo Semenzin https://ibb.co/XbmzYp1

Diventate la sua proprietà e quella della psichiatria e dei suoi colleghi esercitano totale possessione e controllo sui pazienti, se vi trasferite Semenzin fa addirittura aso e tso fuori regione e vi manda l''ambulanza e la pattuglia dei carabinieri o polizia o tutti e tre assieme sprecando i soldi pubblici non una o due volte ma tante per prelevarvi e portarvi in reparto/struttura psichiatrica per obbligarvi a starci.
Se vi fa stare a casa vi affida ai vostri familiari dichiarati mentalmente malati da lui e ad altri soggetti non idonei rendetevene conto dei malati mentali incaricati da lui di prendersi cura di altri malati, il pazzo è lui!
Riferito al reparto di PSICHIATRIA
A capo del centro di salute mentale come primario c''è Massimo Semenzin un delinquente trevigiano che ha devastato un''infinità di persone nella psichiatria di Feltre(BL) in Veneto che dirigeva fino al 2021 chiusa da quell''anno a seguito degli abusi gravissimi che lui e i suoi ex colleghi hanno commesso di cui alcuni hanno avuto anche dei processi in tribunale ma assolti perché protetti dal tribunale particolarmente corrotto di Belluno, e prima ancora in altre province venete dove era stato dirigente per tanti anni e di Pordenone in Friuli Venezia Giulia fino a gennaio 2023, trovate i fatti su internet.
I suoi metodi sono illegali, violenti e arcaici imbottisce di psicofarmaci e vieta duramente la normalità ai disgraziati che finiscono in totale sua balìa succubi senza uscita di salvezza vieta di studiare, di lavorare, di integrarsi ed essere normali e parte della società non riabilita ma vi isola totalmente dal mondo, non analizza i pazienti verificando il loro stato reale ma si basa sulle voci e le relazioni false fa ricoveri coatti e obbliga a prendere i neurolettici basandosi sulle segnalazioni inventate dalle istituzioni e i famigliari corrotti a persone che hanno subito terribili abusi istituzionali e famigliari, persone che hanno cercato di ribellarsi alle violenze dei propri parenti, amici, fidanzati, vicini di casa, datori e colleghi di lavoro etc e degli organi locali li fa diventare malati mentali e li obbliga a stare zitti e subire di più aggravando orribilmente la loro condizione sociale se si ribellano usa metodi più violenti e abusivi e vi incarcera nel reparto, nelle comunità psichiatriche e dovunque vi abbandona per sua scelta pazza.
Da questo delinquente subite aso e tso e i ricoveri nelle comunità psichiatriche dell''ospedale e private a raffica tutti forzati per anni, per Semenzin è necessario essere psichiatrizzati e per sempre letteralmente tutta la vita.
Sfotte e non prende seriamente le rare sedute che a volte fa sotto insistenza del paziente-vittima che caccia dopo pochi minuti.
Fa le diagnosi all''incontrario i pazienti veramente malati ma leggeri li tratta duramente e li classifica gravi danneggiando irrimediabilmente la loro vita che viene devastata dalla patologie falsa e li obbliga ad assumere psicofarmaci pesanti, e a quelli realmente malati gravi e pericolosi schizofrenici, borderline, ossessivi-persecutori etc gli mette patologie leggere lasciandoli liberi di danneggiare e mettendo in grave pericolo sé stessi e le persone attorno e non gli dà nessuna cura neanche le medicine la prima cosa che devono prendere peggiorando la loro mente disturbata, li lascia liberi di abusare in ogni modo grave le persone sane, questi sono i soliti soggetti pazzi e criminali che troviamo in giro a recare gravi danni alla società.
"Analizza" oltre che nei modi detti, per sensazione a pelle, convinzione personale, credenze popolari e stereotipi proviene dal Nord Est una zona particolarmente rurale e arretratissima di contadini che parlano solo il dialetto stretto compresi i medici e le altre figure di rilievo e perciò non è istruito, moderno, razionale, oggettivo e normale.
La c.t.r.p.(comunità terapeutica residenziale protetta) la comunità psichiatrica ospedaliera di Feltre chiamata "L''Alba" e quella di Pullir di Cesiomaggiore che dirigeva nel bellunese sono state segnalate dalle forze dell''ordine e dagli ispettori sanitari perché la prima è fatiscente non a norma e un paziente era stato trovato gravemente accoltellato in strada e la seconda perché una paziente donna era stata violentata da un estraneo che viveva nelle vicinanze e condannato dal tribunale di Belluno, un raro caso di giustizia e non di omertà a danno di una vittima molto fragile. Entrambe le vicende sono state riportate dai giornali locali; il concorso che aveva vinto per diventare il nuovo primario a Pordenone era stato pilotato e il suo operato violento e criminale sono stati discussi nazionalmente in un articolo di Repubblica nel maggio 2021.
Ora da febbraio 2023 da pochissimi mesi dirige il reparto psichiatrico dell''ospedale di Busto Arsizio, in quello di Pordenone è durato manco 2 anni scappa per non affrontare i provvedimenti giudiziari che merita. Quanto durerà qua? Pare che l''incarico sia di 5 anni fino al 2027/28. Che lo mandino via subito!
Tra l''altro hanno messo tra le psichiatre sostitutive una di nome Amalia Manzan dal bellunese una sua stretta conoscente direttrice del Serd di Belluno che gli corrisponde di comportamento e altre sue ex colleghe dal Veneto e dal Friuli che chissà come mai se le ritrova assieme a distanza di km.
Qualcuno deve prendere dei provvedimenti contro questo delinquente deve essere indagato e arrestato, fate qualcosa!

@

A capo del centro di salute mentale come primario c''è Massimo Semenzin un delinquente trevigiano che ha devastato un''infinità di persone nella psichiatria di Feltre(BL) in Veneto che dirigeva fino al 2021 chiusa da quell''anno a seguito degli abusi gravissimi che lui e i suoi ex colleghi hanno commesso di cui alcuni hanno avuto anche dei processi in tribunale ma assolti perché protetti dal tribunale particolarmente corrotto di Belluno, e prima ancora in altre province venete dove era stato dirigente per tanti anni e di Pordenone in Friuli Venezia Giulia fino a gennaio 2023, trovate i fatti su internet.
I suoi metodi sono illegali, violenti e arcaici imbottisce di psicofarmaci e vieta duramente la normalità ai disgraziati che finiscono in totale sua balìa succubi senza uscita di salvezza vieta di studiare, di lavorare, di integrarsi ed essere normali e parte della società non riabilita ma vi isola totalmente dal mondo, non analizza i pazienti verificando il loro stato reale ma si basa sulle voci e le relazioni false fa ricoveri coatti e obbliga a prendere i neurolettici basandosi sulle segnalazioni inventate dalle istituzioni e i famigliari corrotti a persone che hanno subito terribili abusi istituzionali e famigliari, persone che hanno cercato di ribellarsi alle violenze dei propri parenti, amici, fidanzati, vicini di casa, datori e colleghi di lavoro etc e degli organi locali li fa diventare malati mentali e li obbliga a stare zitti e subire di più aggravando orribilmente la loro condizione sociale se si ribellano usa metodi più violenti e abusivi e vi incarcera nel reparto, nelle comunità psichiatriche e dovunque vi abbandona per sua scelta pazza.
Da questo delinquente subite aso e tso e i ricoveri nelle comunità psichiatriche dell''ospedale e private a raffica tutti forzati per anni, per Semenzin è necessario essere psichiatrizzati e per sempre letteralmente tutta la vita.
Sfotte e non prende seriamente le rare sedute che a volte fa sotto insistenza del paziente-vittima che caccia dopo pochi minuti.
Fa le diagnosi all''incontrario i pazienti veramente malati ma leggeri li tratta duramente e li classifica gravi danneggiando irrimediabilmente la loro vita che viene devastata dalla patologie falsa e li obbliga ad assumere psicofarmaci pesanti, e a quelli realmente malati gravi e pericolosi schizofrenici, borderline, ossessivi-persecutori etc gli mette patologie leggere lasciandoli liberi di danneggiare e mettendo in grave pericolo sé stessi e le persone attorno e non gli dà nessuna cura neanche le medicine la prima cosa che devono prendere peggiorando la loro mente disturbata, li lascia liberi di abusare in ogni modo grave le persone sane, questi sono i soliti soggetti pazzi e criminali che troviamo in giro a recare gravi danni alla società.
"Analizza" oltre che nei modi detti, per sensazione a pelle, convinzione personale, credenze popolari e stereotipi proviene dal Nord Est una zona particolarmente rurale e arretratissima di contadini che parlano solo il dialetto stretto compresi i medici e le altre figure di rilievo e perciò non è istruito, moderno, razionale, oggettivo e normale.
La c.t.r.p.(comunità terapeutica residenziale protetta) la comunità psichiatrica ospedaliera di Feltre chiamata "L''Alba" e quella di Pullir di Cesiomaggiore che dirigeva nel bellunese sono state segnalate dalle forze dell''ordine e dagli ispettori sanitari perché la prima è fatiscente non a norma e un paziente era stato trovato gravemente accoltellato in strada e la seconda perché una paziente donna era stata violentata da un estraneo che viveva nelle vicinanze e condannato dal tribunale di Belluno, un raro caso di giustizia e non di omertà a danno di una vittima molto fragile. Entrambe le vicende sono state riportate dai giornali locali; il concorso che aveva vinto per diventare il nuovo primario a Pordenone era stato pilotato e il suo operato violento e criminale sono stati discussi nazionalmente in un articolo di Repubblica nel maggio 2021.
Ora da febbraio 2023 da pochissimi mesi dirige il reparto psichiatrico dell''ospedale di Busto Arsizio, in quello di Pordenone è durato manco 2 anni scappa per non affrontare i provvedimenti giudiziari che merita. Quanto durerà qua? Pare che l''incarico sia di 5 anni fino al 2027/28. Che lo mandino via subito!
Tra l''altro hanno messo tra le psichiatre sostitutive una di nome Amalia Manzan dal bellunese una sua stretta conoscente direttrice del Serd di Belluno che gli corrisponde di comportamento e altre sue ex colleghe dal Veneto e dal Friuli che chissà come mai se le ritrova assieme a distanza di km.
Qualcuno deve prendere dei provvedimenti contro questo delinquente deve essere indagato e arrestato, fate qualcosa!
Riferito al reparto di PSICHIATRIA
Visitato alla "w il parroco", diagnosi banale e scontata
Meglio rivolgersi altrove
w l''italia
Visitato alla "w il parroco", diagnosi banale e scontata
Meglio rivolgersi altrove
w l''italia
Riferito al reparto di ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA
Quasi 8 ore per visitare refertare mio figlio dopo una caduta in motocross. .dalle 18.15 sono la 1.25 ed ancora non sono fuori..per tornare poi di mattina alle 11 per visita ortopedica..non sarà colpa dei dottori ma anche i dirigenti oggi è un sabato..poi ci si lamenta ad alta voce se al supermercato c''è una cassa aperta...una vergogna
Quasi 8 ore per visitare refertare mio figlio dopo una caduta in motocross. .dalle 18.15 sono la 1.25 ed ancora non sono fuori..per tornare poi di mattina alle 11 per visita ortopedica..non sarà colpa dei dottori ma anche i dirigenti oggi è un sabato..poi ci si lamenta ad alta voce se al supermercato c''è una cassa aperta...una vergogna
Riferito al reparto di PRONTO SOCCORSO
Una stella e'' troppo
Ho portato mio padre al pronto soccorso anziano di 81 anni per un episodio di pressione arteriosa altissima minima sopra i 100 e massima 220.
E'' stato richiesto un monitoraggio continuo pressione arteriosa holter pressorio nel più breve tempo possibile entro 72 ore.
Nonostante l''urgenza specificata prima disponibilità oltre 15 o 20 giorni.
Mio padre fortunatamente a dei figli che lo aiuteranno a trovare un altro ospedale.
Ma un anziano senza nessuno così'' facendo rischia nell''attesa di lasciarci la pelle.
Questo ospedale sta peggiorando a vista d''occhio..
Nn e'' la mia prima recensione e all''occorrenza ne scriverò altre.
Appena potrò acrivero anche alla regione Lombardia.
Una stella e'' troppo
Ho portato mio padre al pronto soccorso anziano di 81 anni per un episodio di pressione arteriosa altissima minima sopra i 100 e massima 220.
E'' stato richiesto un monitoraggio continuo pressione arteriosa holter pressorio nel più breve tempo possibile entro 72 ore.
Nonostante l''urgenza specificata prima disponibilità oltre 15 o 20 giorni.
Mio padre fortunatamente a dei figli che lo aiuteranno a trovare un altro ospedale.
Ma un anziano senza nessuno così'' facendo rischia nell''attesa di lasciarci la pelle.
Questo ospedale sta peggiorando a vista d''occhio..
Nn e'' la mia prima recensione e all''occorrenza ne scriverò altre.
Appena potrò acrivero anche alla regione Lombardia.
Riferito al reparto di CARDIOLOGIA
Una stella e'' troppo
Ho portato mio padre al pronto soccorso anziano di 81 anni per un episodio di pressione arteriosa altissima minima sopra i 100 e massima 220.
E'' stato richiesto un monitoraggio continuo pressione arteriosa holter pressorio nel più breve tempo possibile entro 72 ore.
Nonostante l''urgenza specificata prima disponibilità oltre 15 o 20 giorni.
Mio padre fortunatamente a dei figli che lo aiuteranno a trovare un altro ospedale.
Ma un anziano senza nessuno così'' facendo rischia nell''attesa di lasciarci la pelle.
Questo ospedale sta peggiorando a vista d''occhio..
Nn e'' la mia prima recensione e all''occorrenza ne scriverò altre.
Appena potrò acrivero anche alla regione Lombardia.
Una stella e'' troppo
Ho portato mio padre al pronto soccorso anziano di 81 anni per un episodio di pressione arteriosa altissima minima sopra i 100 e massima 220.
E'' stato richiesto un monitoraggio continuo pressione arteriosa holter pressorio nel più breve tempo possibile entro 72 ore.
Nonostante l''urgenza specificata prima disponibilità oltre 15 o 20 giorni.
Mio padre fortunatamente a dei figli che lo aiuteranno a trovare un altro ospedale.
Ma un anziano senza nessuno così'' facendo rischia nell''attesa di lasciarci la pelle.
Questo ospedale sta peggiorando a vista d''occhio..
Nn e'' la mia prima recensione e all''occorrenza ne scriverò altre.
Appena potrò acrivero anche alla regione Lombardia.
Riferito al reparto di CARDIOLOGIA
Una stella e'' troppo
Ho portato mio padre al pronto soccorso anziano di 81 anni per un episodio di pressione arteriosa altissima minima sopra i 100 e massima 220.
E'' stato richiesto un monitoraggio continuo pressione arteriosa holter pressorio nel più breve tempo possibile entro 72 ore.
Nonostante l''urgenza specificata prima disponibilità oltre 15 o 20 giorni.
Mio padre fortunatamente a dei figli che lo aiuteranno a trovare un altro ospedale.
Ma un anziano senza nessuno così'' facendo rischia nell''attesa di lasciarci la pelle.
Questo ospedale sta peggiorando a vista d''occhio..
Nn e'' la mia prima recensione e all''occorrenza ne scriverò altre.
Appena potrò acrivero anche alla regione Lombardia.
Una stella e'' troppo
Ho portato mio padre al pronto soccorso anziano di 81 anni per un episodio di pressione arteriosa altissima minima sopra i 100 e massima 220.
E'' stato richiesto un monitoraggio continuo pressione arteriosa holter pressorio nel più breve tempo possibile entro 72 ore.
Nonostante l''urgenza specificata prima disponibilità oltre 15 o 20 giorni.
Mio padre fortunatamente a dei figli che lo aiuteranno a trovare un altro ospedale.
Ma un anziano senza nessuno così'' facendo rischia nell''attesa di lasciarci la pelle.
Questo ospedale sta peggiorando a vista d''occhio..
Nn e'' la mia prima recensione e all''occorrenza ne scriverò altre.
Appena potrò acrivero anche alla regione Lombardia.
Riferito al reparto di CARDIOLOGIA
Una stella e' troppo.
Ho portato al pronto soccorso mia madre di 84 anni perche' piangeva per lancinanti dolori allo stomaco.
Umanità e comunicazione zero.
Personale agli sportelli prepotente e maleducato all'inverosimile.
Tempi di attesa dalle 15:00 alle 03:00 di notte.
Poi siamo ritornati alle 08:00 del mattino fino alle 12:00 per terminare una visita.
Anche se preparati Pochi medici sotto stress per fronteggiare tutte le emergenze
Per una città così' grande. Un servizio di prima necessità che fa schifo.
Andrebbe rivisto tutto dalla a alla z. Anche perché si sta parlando di vite in pericolo.

Una stella e' troppo.
Ho portato al pronto soccorso mia madre di 84 anni perche' piangeva per lancinanti dolori allo stomaco.
Umanità e comunicazione zero.
Personale agli sportelli prepotente e maleducato all'inverosimile.
Tempi di attesa dalle 15:00 alle 03:00 di notte.
Poi siamo ritornati alle 08:00 del mattino fino alle 12:00 per terminare una visita.
Anche se preparati Pochi medici sotto stress per fronteggiare tutte le emergenze
Per una città così' grande. Un servizio di prima necessità che fa schifo.
Andrebbe rivisto tutto dalla a alla z. Anche perché si sta parlando di vite in pericolo.

Riferito al reparto di PRONTO SOCCORSO
Sono in cura presso questo ospedale da Aprile 2011 per una leucemia mieloide acuta.
Reparto molto ben coordinato dalla caposala. Personale infermieristico competente, presente e, dote rara, molto umano.
Ottima l'assistenza medica sia in reparto che in Dh.
I medici sono sempre presenti e dedicano particolare attenzione alle informazioni date agli ammalati e ai familiari.
Tempi di attesa per i ricoveri praticamente nulli.
Ho eseguito durante i mesi di degenza molti approfondimenti, il tutto mi è sempre stato spiegato in modo dettagliato e organizzato in tempi brevi.
Tutt'ora sono seguita mensilmente per i follow up e l'impegno del personale e dei medici è costante e attento nonostante i ritmi e i turni frenetici a cui sono sottoposti. Visite di controllo dettagliate e sempre programmate seguendo anche le mie esigenze e non solo quelle del reparto.
Perfetta l'organizzazione che mi permette di eseguire prelievo ematico e visita dopo 24 ore.
Che dire...
In caso di bisogno rivolgersi con fiducia a loro.
Esperienza molto positiva, nonostante la mia prognosi infausta.
Sono in cura presso questo ospedale da Aprile 2011 per una leucemia mieloide acuta.
Reparto molto ben coordinato dalla caposala. Personale infermieristico competente, presente e, dote rara, molto umano.
Ottima l'assistenza medica sia in reparto che in Dh.
I medici sono sempre presenti e dedicano particolare attenzione alle informazioni date agli ammalati e ai familiari.
Tempi di attesa per i ricoveri praticamente nulli.
Ho eseguito durante i mesi di degenza molti approfondimenti, il tutto mi è sempre stato spiegato in modo dettagliato e organizzato in tempi brevi.
Tutt'ora sono seguita mensilmente per i follow up e l'impegno del personale e dei medici è costante e attento nonostante i ritmi e i turni frenetici a cui sono sottoposti. Visite di controllo dettagliate e sempre programmate seguendo anche le mie esigenze e non solo quelle del reparto.
Perfetta l'organizzazione che mi permette di eseguire prelievo ematico e visita dopo 24 ore.
Che dire...
In caso di bisogno rivolgersi con fiducia a loro.
Esperienza molto positiva, nonostante la mia prognosi infausta.
Riferito al reparto di ONCOLOGIA

Specializzazione

8.7

Specializzazione in fasciotomia


Per fasciotomia in campo medico, si intende una tipologia di intervento chirurgico dove vengono operate le fasce.Usata tipicamente per i morsi di serpente


Perché questo voto?

La ottima valutazione per la specializzazione in fasciotomia deriva in primo luogo dal fatto che questa struttura tratta molti pazienti con questa patologia, inoltre i reparti in cui li cura risultano essere ottimi, con valutazione molto superiore alla media nazionale.


Perché il voto cambia?
Il voto generale di questo ospedale è 5.5 ed è la media della specializzazione in ciascuna patologia. Il voto diventa più preciso quando si analizza una patologia perché è possibile raffinare la valutazione con alcuni parametri aggiuntivi, quali ad esempio il numero di casi trattati e gli esiti degli interventi per la patologia ricercata.
Viene inoltre valutata la completezza dell'offerta all'interno dell'ospedale: ad esempio valutiamo positivamente la presenza di un reparto di terapia intensiva neonatale a fianco al reparto di ostetricia e ginecologia, poichè la struttura è attrezzata per gestire eventuali complicazioni.

Trova gli ospedali più specializzati nella cura di questa patologia


Cerca un'altra patologia per vedere come viene curata in questo ospedale:

Reparti

Indirizzo

Ospedale di Circolo di Busto Arsizio - Centro Riabilitativo Ad Alta Assistenza

via arnaldo da brescia, 1 - busto arsizio (VA)
Contatta l'ospedale

L'innovazione di oggi,la salute di domani

Il podcast dedicato ai professionisti del mondo della salute

Le scoperte che trasformeranno il mondo della salute.
Scoperte che faranno parte davvero del nostro domani, selezionate da Thatmorning e raccontate da Daniela Faggion, che in ogni puntata dà voce alle eccellenze italiane in prima persona.