Ospedale Niguarda

8.6

La struttura

Questa struttura risulta nel suo complesso ottima e nell'ultimo periodo la sua valutazione è in rialzo.

E' un ospedale grande e questo è un vantaggio perché le strutture più grandi generalmente possono sostenere i costi delle professionalità e delle tecnologie necessarie a garantire il massimo livello di efficienza e sicurezza.

E' un ospedale specializzato che gestisce molti pazienti in reparti specializzati.



Andamento del voto

13 Recensioni (non influenzano il voto)

La storia di Enrico Brunello: Apnea

Sono arrivato a capirlo da svariati sintomi: avevo costante bisogno di dormire, mi sentivo sempre stanco, non riuscivo a guidare per oltre 40 minuti di fila e iniziavo a soffrire di disturbi erettili che compromettevano la vita sessuale con mia moglie. Era il 1994, vivevo in Germania, a Francoforte sul Meno, e decisi di recarmi in ospedale per sottopormi ad accertamenti; rimasi ricoverato per 4, 5 giorni. La prima notte che trascorsi in ospedale dormii filmato da una telecamera a raggi infrarossi; l’ultima...Leggi tutta la storia
Ho avuta la fortuna di essere assistita durante il parto da due angeli : Martina e serena . Vi voglio solo dire grazie per la vostra competenza, professionalità e gentilezza . Senza di voi non c’è l avrei mai fatta . Siete semplicemente eccezionali . Le migliori in assoluto.Grazie davvero
Ho avuta la fortuna di essere assistita durante il parto da due angeli : Martina e serena . Vi voglio solo dire grazie per la vostra competenza, professionalità e gentilezza . Senza di voi non c’è l avrei mai fatta . Siete semplicemente eccezionali . Le migliori in assoluto.Grazie davvero
Riferito al reparto di OSTETRICIA E GINECOLOGIA
Sono seguito dall''ambulatorio da un po'' di tempo e voglio sottolineare la gentilezza la disponibilità e l''umanità di tutto lo staff sia da parte dei medici sia da parte di quello infermieristico.
Armatevi solo di tanta pazienza perché sono oberati di lavoro e non riescono a rispettare l''orario della visita.
Sono seguito dall''ambulatorio da un po'' di tempo e voglio sottolineare la gentilezza la disponibilità e l''umanità di tutto lo staff sia da parte dei medici sia da parte di quello infermieristico.
Armatevi solo di tanta pazienza perché sono oberati di lavoro e non riescono a rispettare l''orario della visita.
Riferito al reparto di UNITA` SPINALE
Ho fatto una visita ortopedica presso un altro centro, l''ortopedico mi ha prescritto una visita specifica in un centro in cui ci sia l''esperto della colonna, mi consiglia il Niguarda.
Il Niguarda mi risponde che per prenotare una visita alla colonna la prescrizione deve essere fatta da un loro ortopedico.
Faccio una seconda impegnativa per visita ortopedica, prendo appuntamento al Niguarda.

Mentre aspetto do fare l''accettazione in un ambiente illuminato a giorno e rumorisissimo per la presenza del bar, ho uno shutdown (sono autistica, luci forti e rumori possono provocare uno "spegnimento"), quando mi riprendo spiego il problema, non c''è bisogno del pronto soccorso, ma dicono che le procedure sono queste, devono portarmi al pronto soccorso. Spiego che in un ambiente con molte persone e rumori starei peggio, mi assicurano che al PS non ci sono luci forti e rumori, insisto per non andarci, ma mi ci portano.

Sono tutti gentilissimi, passano le ore, l''ortopedico viene in PS, non guarda la documentazione che ho, scrive che l''unico documento che ho è una radiografia della colonna (in realtà ho altri problemi ortopedici e tutta la documentazione a corredo, che viene ignorata), mi fa una impegnativa per la visita della colonna. Il pronto soccorso si fa sempre più affollato e rumoroso, dico che devo uscire perchè comincio a stare veramente male, sto per avere un meltdown, non mi ascoltano. Mi riprendo dopo qualche tempo. Frastornata prendo la documentazione, vado a prenotare la visita della colonna, non c''è posto fino a giugno (è febbraio), ma l''ortopedico ha indicato una priorità di 30 giorni, mi dicono di chiamare il CUP della Regione e cercare un''altra struttura.

Ho un''altra crisi e credo di essere caduta...mi riprendo con una infermiera che mi dice "non cada così, lì c''è il covid e se cade così qualche volta si fa male..." cioè, lei ha pensato che io scelga dove e come cadere, nonostante io abbia sempre con me un certificato medico che spiega i miei problemi e che secondo le linee guida di Istituto Superiore di Sanità e Regione Lombardia, il personale sanitario dovrebbe conoscere questo genere di problemi.

Oggi chiamo il CUP della Regione, mi dicono che al Niguarda non c''è posto fino a luglio e, comunque, con la priorità di 30 giorni non c''è possibilità di prenotare, mi dice di chiamare direttamente il Niguarda. Chiamo il Niguarda, spiego la situazione, mi dicono che non c''è posto fino a luglio, di farmi fare una nuova impegnativa dal mio medico di base, senza priorità. Dico che mi hanno detto loro che per quella visita accettano impegnative fatte SOLO DA UNO SPECIALISTA ORTOPEDICO E SOLO DEL NIGUARDA, mi rispondono di farmi fare l''impegnativa dal medico di base, allegare quella del loro specialista ortopedico e che comunque non c''è posto fino a settembre...3 minuti prima c''era posto a luglio.

Credo che "scelgano" gli utenti, evidentemente non tutti i malati sono uguali per il Niguarda, ma non solo per il Niguarda.
Ho fatto una visita ortopedica presso un altro centro, l''ortopedico mi ha prescritto una visita specifica in un centro in cui ci sia l''esperto della colonna, mi consiglia il Niguarda.
Il Niguarda mi risponde che per prenotare una visita alla colonna la prescrizione deve essere fatta da un loro ortopedico.
Faccio una seconda impegnativa per visita ortopedica, prendo appuntamento al Niguarda.

Mentre aspetto do fare l''accettazione in un ambiente illuminato a giorno e rumorisissimo per la presenza del bar, ho uno shutdown (sono autistica, luci forti e rumori possono provocare uno "spegnimento"), quando mi riprendo spiego il problema, non c''è bisogno del pronto soccorso, ma dicono che le procedure sono queste, devono portarmi al pronto soccorso. Spiego che in un ambiente con molte persone e rumori starei peggio, mi assicurano che al PS non ci sono luci forti e rumori, insisto per non andarci, ma mi ci portano.

Sono tutti gentilissimi, passano le ore, l''ortopedico viene in PS, non guarda la documentazione che ho, scrive che l''unico documento che ho è una radiografia della colonna (in realtà ho altri problemi ortopedici e tutta la documentazione a corredo, che viene ignorata), mi fa una impegnativa per la visita della colonna. Il pronto soccorso si fa sempre più affollato e rumoroso, dico che devo uscire perchè comincio a stare veramente male, sto per avere un meltdown, non mi ascoltano. Mi riprendo dopo qualche tempo. Frastornata prendo la documentazione, vado a prenotare la visita della colonna, non c''è posto fino a giugno (è febbraio), ma l''ortopedico ha indicato una priorità di 30 giorni, mi dicono di chiamare il CUP della Regione e cercare un''altra struttura.

Ho un''altra crisi e credo di essere caduta...mi riprendo con una infermiera che mi dice "non cada così, lì c''è il covid e se cade così qualche volta si fa male..." cioè, lei ha pensato che io scelga dove e come cadere, nonostante io abbia sempre con me un certificato medico che spiega i miei problemi e che secondo le linee guida di Istituto Superiore di Sanità e Regione Lombardia, il personale sanitario dovrebbe conoscere questo genere di problemi.

Oggi chiamo il CUP della Regione, mi dicono che al Niguarda non c''è posto fino a luglio e, comunque, con la priorità di 30 giorni non c''è possibilità di prenotare, mi dice di chiamare direttamente il Niguarda. Chiamo il Niguarda, spiego la situazione, mi dicono che non c''è posto fino a luglio, di farmi fare una nuova impegnativa dal mio medico di base, senza priorità. Dico che mi hanno detto loro che per quella visita accettano impegnative fatte SOLO DA UNO SPECIALISTA ORTOPEDICO E SOLO DEL NIGUARDA, mi rispondono di farmi fare l''impegnativa dal medico di base, allegare quella del loro specialista ortopedico e che comunque non c''è posto fino a settembre...3 minuti prima c''era posto a luglio.

Credo che "scelgano" gli utenti, evidentemente non tutti i malati sono uguali per il Niguarda, ma non solo per il Niguarda.
Riferito al reparto di ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA
Ottimo reparto dell’esimio professor Siena, ottimi i giovani medici dei vari reparti coinvolti in casi complessi e variegati come il mio caso. Straordinari tutti gli infermieri, gli OSS, le inservienti dotati oltre che d’indiscusse capacità, anche di un gran senso di umanità.
L’unica dottoressa davvero scortese e MOLTO ANTIPATICA è l’oncologa dottoressa Federica Villa.
Che cambi mestiere e faccia la commercialista, la veterinaria, la biografa, ma MAI l’oncologa. Di me diceva alle mie figlie che non capivo niente e che con me NON parlava perché perdeva tempo e anche con le ragazze (ultra trentacinquenni) era 28 Dicembre 2021 molto sbrigativa perché diceva che erano due ignoranti in materia.
Gianna O.
Ottimo reparto dell’esimio professor Siena, ottimi i giovani medici dei vari reparti coinvolti in casi complessi e variegati come il mio caso. Straordinari tutti gli infermieri, gli OSS, le inservienti dotati oltre che d’indiscusse capacità, anche di un gran senso di umanità.
L’unica dottoressa davvero scortese e MOLTO ANTIPATICA è l’oncologa dottoressa Federica Villa.
Che cambi mestiere e faccia la commercialista, la veterinaria, la biografa, ma MAI l’oncologa. Di me diceva alle mie figlie che non capivo niente e che con me NON parlava perché perdeva tempo e anche con le ragazze (ultra trentacinquenni) era 28 Dicembre 2021 molto sbrigativa perché diceva che erano due ignoranti in materia.
Gianna O.
Riferito al reparto di ONCOLOGIA
Mi hanno trattato un calcolo con litotrissia.
Mi sono trovata molto bene, personale molto professionale, in particolare l''infermiera che pratica il trattamento, gentilissima e anche molto umana
Mi hanno trattato un calcolo con litotrissia.
Mi sono trovata molto bene, personale molto professionale, in particolare l''infermiera che pratica il trattamento, gentilissima e anche molto umana
Riferito al reparto di UROLOGIA
Reparto eccellente , medici e infermieri professionalmente validi , anche sotto il profilo umano . Un grazie al Dott. Stefano Nava .
Reparto eccellente , medici e infermieri professionalmente validi , anche sotto il profilo umano . Un grazie al Dott. Stefano Nava .
Riferito al reparto di CARDIOCHIRURGIA
Una prima visita davvero sorprendente.
Ho trovato un personale giovane, molto preparato, affabile, chiaro e preciso.
Dopo numerose visite per una possibile allergia alla puntura di vespa solo qui ho finalmente trovato le risposte che cercavo.
Davvero i miei complimenti ai dottori Toniato A., Piantanida M.
Favolosi!
Una prima visita davvero sorprendente.
Ho trovato un personale giovane, molto preparato, affabile, chiaro e preciso.
Dopo numerose visite per una possibile allergia alla puntura di vespa solo qui ho finalmente trovato le risposte che cercavo.
Davvero i miei complimenti ai dottori Toniato A., Piantanida M.
Favolosi!
Riferito al reparto di ALLERGOLOGIA
Questa mattina io e mio marito ci siamo recati all''Ospedale Niguarda di Milano presso il reparto di Medicina Nucleare per chiedere delle informazioni su un''esame da fare , dopo aver chiesto in accettazione ci accoglie una Dottoressa al dir quanto acida e molto indisponente, spiegandoci in modo molto irritante che quell''esame non era possibile effettuarlo in quanto c''erano delle imprecisioni sull''impegnativa, io capisco tutto quanto, ( impegnativa non completa , mole di lavoro alto, reparto delicato ) ma non accetto che una persona che ricopre quel ruolo si ponga in modo irritante, volevo consigliare alla Dottoressa che le persone che si recano negli ospedali, sono consapevoli di non andare a fare shopping , penso che ci voglia anche un po'' di UMANITA'' per svolgere determinate professioni
Questa mattina io e mio marito ci siamo recati all''Ospedale Niguarda di Milano presso il reparto di Medicina Nucleare per chiedere delle informazioni su un''esame da fare , dopo aver chiesto in accettazione ci accoglie una Dottoressa al dir quanto acida e molto indisponente, spiegandoci in modo molto irritante che quell''esame non era possibile effettuarlo in quanto c''erano delle imprecisioni sull''impegnativa, io capisco tutto quanto, ( impegnativa non completa , mole di lavoro alto, reparto delicato ) ma non accetto che una persona che ricopre quel ruolo si ponga in modo irritante, volevo consigliare alla Dottoressa che le persone che si recano negli ospedali, sono consapevoli di non andare a fare shopping , penso che ci voglia anche un po'' di UMANITA'' per svolgere determinate professioni
Riferito al reparto di MEDICINA NUCLEARE
Buongiorno,
scrivo questo messaggio per cercare di capire come funziona il reparto in tema.
Ho mia mamma di anni 79 in attesa di ricovero da un mese esatto, e visitata da un medico del reparto... per curare una infezione alla colonna vertebrale ( Spondilodiscite).
Immancabilmente chiamo il reparto ogni inizio settimana con la speranza di una risposta positiva in merito al ricovero, ma così non''è! e risposte dal reparto che devono dare precedenza alle urgenze dal PS... chiaramente mi sorge subito una domanda??? ma! se devono dare la precedenza alle urgenze dal PS mia madre, che è in lista d''attesa e con priorità quando potrà essere ricoverata??? pensare che mi è stato consigliato dall''Ortopedico questo reparto, di questo Opedale.
In attesa di un riscontro positivo nei prossimi giorni, saluto e ringrazio.
Buongiorno,
scrivo questo messaggio per cercare di capire come funziona il reparto in tema.
Ho mia mamma di anni 79 in attesa di ricovero da un mese esatto, e visitata da un medico del reparto... per curare una infezione alla colonna vertebrale ( Spondilodiscite).
Immancabilmente chiamo il reparto ogni inizio settimana con la speranza di una risposta positiva in merito al ricovero, ma così non''è! e risposte dal reparto che devono dare precedenza alle urgenze dal PS... chiaramente mi sorge subito una domanda??? ma! se devono dare la precedenza alle urgenze dal PS mia madre, che è in lista d''attesa e con priorità quando potrà essere ricoverata??? pensare che mi è stato consigliato dall''Ortopedico questo reparto, di questo Opedale.
In attesa di un riscontro positivo nei prossimi giorni, saluto e ringrazio.
Riferito al reparto di MALATTIE INFETTIVE E TROPICALI
Reparto curato, in cardio 2 ottimi medici e infermieri, funzionato bene.
Reparto curato, in cardio 2 ottimi medici e infermieri, funzionato bene.
Riferito al reparto di CARDIOLOGIA
Sono stato operato ai seni nasali per un problema di respirazione/compensazione nella pratica dell'attività subacquea.
Intervento riuscito perfettamente e problema risolto, con grandi soddisfazioni sottomarine.
Sono stato operato ai seni nasali per un problema di respirazione/compensazione nella pratica dell'attività subacquea.
Intervento riuscito perfettamente e problema risolto, con grandi soddisfazioni sottomarine.
Riferito al reparto di OTORINOLARINGOIATRIA
Ci tengo a dare il massimo dei voti all' hospice "il Tulipano" che fà parte dell'ospedale Niguarda.

Mio papà, malato terminale di tumore è stato ricoverato in una stanza di questo hospice.

Non posso che provare gratitudine per l'ettenzione e l'assistenza ricevute, sia per il malato che per i familiari.

La struttura, molto bella, immersa in un grande parco, è curata e accogliete.

La cosa che più mi ha colpito in un posto come questo è il livello di umanità e di innovazione:
vengono organizzate diverse attività per gli ospiti tra cui quella di pet terapy, che mai mi sarei aspettato di trovare in una struttura italia.

E così grazie a Ciko, terapista a quattro zampe sono riuscito a vedere mio papà sorridere una volta in più.

Un posto che può farti cambiare idea su come vanno le cose negli ospedali italiani.
Ci tengo a dare il massimo dei voti all' hospice "il Tulipano" che fà parte dell'ospedale Niguarda.

Mio papà, malato terminale di tumore è stato ricoverato in una stanza di questo hospice.

Non posso che provare gratitudine per l'ettenzione e l'assistenza ricevute, sia per il malato che per i familiari.

La struttura, molto bella, immersa in un grande parco, è curata e accogliete.

La cosa che più mi ha colpito in un posto come questo è il livello di umanità e di innovazione:
vengono organizzate diverse attività per gli ospiti tra cui quella di pet terapy, che mai mi sarei aspettato di trovare in una struttura italia.

E così grazie a Ciko, terapista a quattro zampe sono riuscito a vedere mio papà sorridere una volta in più.

Un posto che può farti cambiare idea su come vanno le cose negli ospedali italiani.
Riferito al reparto di CURE PALLIATIVE/HOSPICE

Specializzazione


Cerca una patologia per vedere come viene curata in questo ospedale:

Reparti

Indirizzo

Ospedale Niguarda

piazza dell'ospedale maggiore, 3 - milano (MI)
Contatta l'ospedale