Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico

7.3

La struttura

Questa struttura risulta nel suo complesso molto buona e nell'ultimo periodo la sua valutazione è in rialzo.

E' un ospedale grande e questo è un vantaggio perché le strutture più grandi generalmente possono sostenere i costi delle professionalità e delle tecnologie necessarie a garantire il massimo livello di efficienza e sicurezza.

E' un ospedale specializzato che gestisce molti pazienti in reparti specializzati.



Distaccamenti di questo ospedale

Fatebenefratelli e Oftalmico CORSO DI PORTA NUOVA 23 - Milano (MI)
Macedonio Melloni VIA MACEDONIO MELLONI 52 - Milano (MI)


Andamento del voto

20 Recensioni (non influenzano il voto)

Nonostante delega e nr, carta identità del delegante, a mio padre non è stato consegnato il referto di mia madre, perchè mancava la copia del documento di identità. Capisco le procedure, ma è possibile "rimbalzare" un anziano di 80 anni, che dovrebbe ritirare una TAC (non un documento della CIA) per sua moglie. Un po'' di elasticità mentale da parte delle persone agli sportelli del Fatebenefratelli di piazza Principessa Clotilde di Milano NON GUASTEREBBE.
Grazie.
Saluti.
Nonostante delega e nr, carta identità del delegante, a mio padre non è stato consegnato il referto di mia madre, perchè mancava la copia del documento di identità. Capisco le procedure, ma è possibile "rimbalzare" un anziano di 80 anni, che dovrebbe ritirare una TAC (non un documento della CIA) per sua moglie. Un po'' di elasticità mentale da parte delle persone agli sportelli del Fatebenefratelli di piazza Principessa Clotilde di Milano NON GUASTEREBBE.
Grazie.
Saluti.
Riferito al reparto di MEDICINA INTERNA
Mio padre, 88 anni , è stato portato al pronto soccorso del Fatebenefratelli con autoambulanza su indicazione del centro direzionale delle autoambulanze venerdì 8 luglio 2022 alle ore 15.00, al momento in cui scrivo sono le 20.00 di domenica 10 luglio 2022 e mio padre è tutt’ora su una barella di questo zoo. Parliamo di 53 ore su una barella.
Allora io mi chiedo, è questo il servizio sanitario che noi paghiamo ? Quale di questi parassiti lascerebbero il loro padre o la loro madre di 88 anni su una barella ? Ho dovuto richiedere io un esame neurologico per scoprire un’ischemia, veramente incredibile, degli inetti. Sorvoliamo sullo schifo che che c’è al di fuori del pronto soccorso dove le forze dell’ordine proprio non sanno come far rispettare l’ordine….
Gualtiero Schnelle
Mio padre, 88 anni , è stato portato al pronto soccorso del Fatebenefratelli con autoambulanza su indicazione del centro direzionale delle autoambulanze venerdì 8 luglio 2022 alle ore 15.00, al momento in cui scrivo sono le 20.00 di domenica 10 luglio 2022 e mio padre è tutt’ora su una barella di questo zoo. Parliamo di 53 ore su una barella.
Allora io mi chiedo, è questo il servizio sanitario che noi paghiamo ? Quale di questi parassiti lascerebbero il loro padre o la loro madre di 88 anni su una barella ? Ho dovuto richiedere io un esame neurologico per scoprire un’ischemia, veramente incredibile, degli inetti. Sorvoliamo sullo schifo che che c’è al di fuori del pronto soccorso dove le forze dell’ordine proprio non sanno come far rispettare l’ordine….
Gualtiero Schnelle
Riferito al reparto di PRONTO SOCCORSO
64 chiamate e nessuno risponde. Fate schifo vergogna!! Vi denuncio!!!
64 chiamate e nessuno risponde. Fate schifo vergogna!! Vi denuncio!!!
Riferito al reparto di CARDIOLOGIA
Entrato mio figlio 19 anni in PS alle H 13
Dopo 6 ore è ancora in attesa è semplicemente una vergogna, un solo medico che visita.
25 pazienti arrivati dopo mio figlio fatti passare prima di lui .
Sarebbe interessante sapere il criterio di valutazione e chi stabilisce le priorità, non mi di vengano a dire che 25 persone sono risultate più urgenti del caso di mio figlio.
Come fa un commesso dietro ad uno sportello essere in grado di capire le urgenze.?
Degrado assoluto sulla pelle della povera gente.
Non chiamiamolo più PRONTO SOCCORSO che di pronto non c’è proprio nulla.
Complimenti al direttore sanitario. Vergogna.
Entrato mio figlio 19 anni in PS alle H 13
Dopo 6 ore è ancora in attesa è semplicemente una vergogna, un solo medico che visita.
25 pazienti arrivati dopo mio figlio fatti passare prima di lui .
Sarebbe interessante sapere il criterio di valutazione e chi stabilisce le priorità, non mi di vengano a dire che 25 persone sono risultate più urgenti del caso di mio figlio.
Come fa un commesso dietro ad uno sportello essere in grado di capire le urgenze.?
Degrado assoluto sulla pelle della povera gente.
Non chiamiamolo più PRONTO SOCCORSO che di pronto non c’è proprio nulla.
Complimenti al direttore sanitario. Vergogna.
Riferito al reparto di OCULISTICA
Entrato mio figlio 19 anni in PS alle H 13
Dopo 6 ore è ancora in attesa è semplicemente una vergogna, un solo medico che visita.
25 pazienti arrivati dopo mio figlio fatti passare prima di lui .
Sarebbe interessante sapere il criterio di valutazione e chi stabilisce le priorità, non mi di vengano a dire che 25 persone sono risultate più urgenti del caso di mio figlio.
Come fa un commesso dietro ad uno sportello essere in grado di capire le urgenze.?
Degrado assoluto sulla pelle della povera gente.
Non chiamiamolo più PRONTO SOCCORSO che di pronto non c’è proprio nulla.
Complimenti al direttore sanitario. Vergogna.
Entrato mio figlio 19 anni in PS alle H 13
Dopo 6 ore è ancora in attesa è semplicemente una vergogna, un solo medico che visita.
25 pazienti arrivati dopo mio figlio fatti passare prima di lui .
Sarebbe interessante sapere il criterio di valutazione e chi stabilisce le priorità, non mi di vengano a dire che 25 persone sono risultate più urgenti del caso di mio figlio.
Come fa un commesso dietro ad uno sportello essere in grado di capire le urgenze.?
Degrado assoluto sulla pelle della povera gente.
Non chiamiamolo più PRONTO SOCCORSO che di pronto non c’è proprio nulla.
Complimenti al direttore sanitario. Vergogna.
Riferito al reparto di OCULISTICA
Entrato in pronto soccorso alle 22:40 di un lunedì notte per una bimba di 6 anni con abrasione della cornea ed occhio gonfio che quasi non si apriva più, uscito alle 2:10. Lascio immaginare la gestione della piccola per 4 ore con dolore in attesa.
Purtroppo il prontosoccorso è sottostaffato, era presente un solo oculista che gestiva tutto.
Entrato in pronto soccorso alle 22:40 di un lunedì notte per una bimba di 6 anni con abrasione della cornea ed occhio gonfio che quasi non si apriva più, uscito alle 2:10. Lascio immaginare la gestione della piccola per 4 ore con dolore in attesa.
Purtroppo il prontosoccorso è sottostaffato, era presente un solo oculista che gestiva tutto.
Riferito al reparto di PRONTO SOCCORSO
Il mio compagno di 75 anni è stato portato alle ore 7.00 circa alle 17.30 non è stato ancora visitato, non gli hanno dato un goccio d''acqua .
E'' reduce da un lunga e problematica operazione (sarcoma addominale) siamo senza parole !
Non può tornare a casa . chissà quando lo rivedrò certo non consiglio a nessuno di andarci.
Il mio compagno di 75 anni è stato portato alle ore 7.00 circa alle 17.30 non è stato ancora visitato, non gli hanno dato un goccio d''acqua .
E'' reduce da un lunga e problematica operazione (sarcoma addominale) siamo senza parole !
Non può tornare a casa . chissà quando lo rivedrò certo non consiglio a nessuno di andarci.
Riferito al reparto di PRONTO SOCCORSO
Tempi d''attesa eccessivamente lunghi nel reparto oftalmico. visita per mio nonno di 89 anni: accettazione fatta alle 8:30, per il primo esame abbiamo aspettato 1 ora e 40, per la visita altre due ore, e per l''iniezione un''altra ora e 15 minuti. Siamo entrati alle 8:30 e usciti alle 13:35. In più alcuni infermieri erano scortesi, capisco lo stress per il lavoro, ma i pazienti, soprattutto se anziani, vanno trattati bene e sempre con gentilezza
Tempi d''attesa eccessivamente lunghi nel reparto oftalmico. visita per mio nonno di 89 anni: accettazione fatta alle 8:30, per il primo esame abbiamo aspettato 1 ora e 40, per la visita altre due ore, e per l''iniezione un''altra ora e 15 minuti. Siamo entrati alle 8:30 e usciti alle 13:35. In più alcuni infermieri erano scortesi, capisco lo stress per il lavoro, ma i pazienti, soprattutto se anziani, vanno trattati bene e sempre con gentilezza
Riferito al reparto di OCULISTICA
Scrivo questa email per elogiare il lavoro svolto dall’equipe medica dell’unità operativa complessa di medicina interna sezione gastroenterologica e del pronto soccorso dell’ospedale Fatebenefratelli di Milano.
Mio padre è entrato tramite pronto soccorso ed è stato ricoverato nel reparto citato prima. Nel suo percorso di cure ha trovato solo disponibilità, umanità, scrupolosità, gentilezza e competenza. Nulla è stato lasciato al caso: tutte le patologie di mio padre sono state trattate ed approfondite attraverso visite specialistiche ed esami accurati. 10 E LODE A MEDICI ED INFERMIERI!!
Scrivo questa email per elogiare il lavoro svolto dall’equipe medica dell’unità operativa complessa di medicina interna sezione gastroenterologica e del pronto soccorso dell’ospedale Fatebenefratelli di Milano.
Mio padre è entrato tramite pronto soccorso ed è stato ricoverato nel reparto citato prima. Nel suo percorso di cure ha trovato solo disponibilità, umanità, scrupolosità, gentilezza e competenza. Nulla è stato lasciato al caso: tutte le patologie di mio padre sono state trattate ed approfondite attraverso visite specialistiche ed esami accurati. 10 E LODE A MEDICI ED INFERMIERI!!
Riferito al reparto di MEDICINA INTERNA
Tempi di attesa per una visita troppo lunghi
Tempi di attesa per una visita troppo lunghi
Riferito al reparto di MEDICINA INTERNA
Ricoverata mia cognata Alfarano Donatella-11 Gennaio 2022 - 19 Gennaio 2022 in Medicina 3o piano gastroenterologia, ha lamentato grave maleducazione del personale (non medici) davano del tu insultando i pazienti. Tu taci, Tu smettila, sino a vessazioni anche fisiche quali pizzicotti ed anche una sberla.
Non ultimo è stata oggetto del furto del cellulare come da denuncia presentata alla Legione Carabinieri Moscova in data 9 Febbraio 2022.
Ricoverata mia cognata Alfarano Donatella-11 Gennaio 2022 - 19 Gennaio 2022 in Medicina 3o piano gastroenterologia, ha lamentato grave maleducazione del personale (non medici) davano del tu insultando i pazienti. Tu taci, Tu smettila, sino a vessazioni anche fisiche quali pizzicotti ed anche una sberla.
Non ultimo è stata oggetto del furto del cellulare come da denuncia presentata alla Legione Carabinieri Moscova in data 9 Febbraio 2022.
Riferito al reparto di MEDICINA INTERNA
Esperienza drammatica.
Mi avevano parlato malissimo del Fatebenefratelli, ma non pensavo fosse davvero così messo male.
Infermieri maleducati, svogliati, hanno lasciato la mia vicina, una signora anziana affetta da demenza senile, piena di feci maleodorante e urina per tutta la notte.
Non parliamo dei medici, ogni giorno uno diverso che poi non si vede più.
Ne ho discusso con il primario, ma è evidente che il pesce puzza dalla testa.
Incapace.
Evitate come la peste. In sessant’anni sono stata ricoverata diverse volte, ma mai avevo avuto un’esperienza così negativa.
Purtroppo l’ospedale è gemellato con il Sacco. Stesso primario stessa assistenza
Andate altrove.
Esperienza drammatica.
Mi avevano parlato malissimo del Fatebenefratelli, ma non pensavo fosse davvero così messo male.
Infermieri maleducati, svogliati, hanno lasciato la mia vicina, una signora anziana affetta da demenza senile, piena di feci maleodorante e urina per tutta la notte.
Non parliamo dei medici, ogni giorno uno diverso che poi non si vede più.
Ne ho discusso con il primario, ma è evidente che il pesce puzza dalla testa.
Incapace.
Evitate come la peste. In sessant’anni sono stata ricoverata diverse volte, ma mai avevo avuto un’esperienza così negativa.
Purtroppo l’ospedale è gemellato con il Sacco. Stesso primario stessa assistenza
Andate altrove.
Riferito al reparto di UROLOGIA
Chi deve farsi visitare in questo reparto, consiglio di presentarsi con la coda tra le gambe!!! o simulare un semi-analfabetismo, ricordate che avete a che fare con degli esseri divini e paranormali, che sanno tutto!!!!
Chi deve farsi visitare in questo reparto, consiglio di presentarsi con la coda tra le gambe!!! o simulare un semi-analfabetismo, ricordate che avete a che fare con degli esseri divini e paranormali, che sanno tutto!!!!
Riferito al reparto di MEDICINA INTERNA
Entriamo in pronto soccorso alle 3 di pomeriggio del 31 Agosto 2019, è 1:10 del giorno 1 Settembre 2019 e ancora nessuno mi ha visitato.
Mi viene detto che c’è solo un medico mi viene detto di lamentarsi con regione Lombardia. Tipico sport Italiano quello dello scarica barile. E questo è il servizio pubblico che tanto viene osannato?? Un’indecenza !!
Entriamo in pronto soccorso alle 3 di pomeriggio del 31 Agosto 2019, è 1:10 del giorno 1 Settembre 2019 e ancora nessuno mi ha visitato.
Mi viene detto che c’è solo un medico mi viene detto di lamentarsi con regione Lombardia. Tipico sport Italiano quello dello scarica barile. E questo è il servizio pubblico che tanto viene osannato?? Un’indecenza !!
Riferito al reparto di PRONTO SOCCORSO
Bene,oggi 26 luglio vengo dimesso dopo soli 2 giorni di degenza in perfetta forma,senza nessun dolore.Superlativo lavoro della equipe chirurgica mi ha soltanto confermato l''esperienza della prima operazione.Molto BRAVI. Una gradita sorpresa da parte di mio anestesista alla prima operazione mi ha fatto molto piacere e confermato quanta attenzione prestano al fattore umano.GRAZIE A TUTTO IL PERSONALE DELLA CHIRURGIA VASCOLARE.
Bene,oggi 26 luglio vengo dimesso dopo soli 2 giorni di degenza in perfetta forma,senza nessun dolore.Superlativo lavoro della equipe chirurgica mi ha soltanto confermato l''esperienza della prima operazione.Molto BRAVI. Una gradita sorpresa da parte di mio anestesista alla prima operazione mi ha fatto molto piacere e confermato quanta attenzione prestano al fattore umano.GRAZIE A TUTTO IL PERSONALE DELLA CHIRURGIA VASCOLARE.
Riferito al reparto di CARDIOLOGIA
Sono stato ricoverato per 48 giorni dopo 50 anni che non vedevo interno di un ospedale.Sono entrato in codice rosso.Già al pronto soccorso ero positivamente per la velocità di azione ma la grande sorpresa doveva ancora arrivare.Premesso che sono arrivato terrorizzato,carotidi otturate(saputo dopo)quindi,pericolo ictus.Dire Reparto medicina e come dire ALBERGO a 5 stelle.Cura e visita quotidiana..pulizia...umanità da tutto il personale e dottori "Luca" sopratutto...jelena e altre per 38 GG visita di psicologo per la profonda stato depressivo.Passaggio al reparto chirurgia per la operazione alle carotidi devo dire una bellissima sorpresa di vita.Nel dramma vissuto al ingresso mi hanno totalmente liberato,dalle infermiere ai 2 chirurghi vascolari:Dott.Fabio Calliari e dotto.ssa Erika de Febis e Dott.anestesista.Devo dire prima di tutto"per tutti 48 GG non ho avuto nessun dolore e nemmeno adesso dopo 10 GG di convalescenza"Ma la cosa più IMPORTANTE E UMANITA E DELICATEZZA DI TUTTO IL PERSONALE E I 2 CHIRURGHI,in luglio devo operare la seconda carotide e ci andrò come se fossi per bere il caffè. Grazie di cuore e la mia gratitudine per la vita per il vostro impegno e il vostro sorriso.
Sono stato ricoverato per 48 giorni dopo 50 anni che non vedevo interno di un ospedale.Sono entrato in codice rosso.Già al pronto soccorso ero positivamente per la velocità di azione ma la grande sorpresa doveva ancora arrivare.Premesso che sono arrivato terrorizzato,carotidi otturate(saputo dopo)quindi,pericolo ictus.Dire Reparto medicina e come dire ALBERGO a 5 stelle.Cura e visita quotidiana..pulizia...umanità da tutto il personale e dottori "Luca" sopratutto...jelena e altre per 38 GG visita di psicologo per la profonda stato depressivo.Passaggio al reparto chirurgia per la operazione alle carotidi devo dire una bellissima sorpresa di vita.Nel dramma vissuto al ingresso mi hanno totalmente liberato,dalle infermiere ai 2 chirurghi vascolari:Dott.Fabio Calliari e dotto.ssa Erika de Febis e Dott.anestesista.Devo dire prima di tutto"per tutti 48 GG non ho avuto nessun dolore e nemmeno adesso dopo 10 GG di convalescenza"Ma la cosa più IMPORTANTE E UMANITA E DELICATEZZA DI TUTTO IL PERSONALE E I 2 CHIRURGHI,in luglio devo operare la seconda carotide e ci andrò come se fossi per bere il caffè. Grazie di cuore e la mia gratitudine per la vita per il vostro impegno e il vostro sorriso.
Riferito al reparto di UNITA` CORONARICA
Sono stata operata per vari problemi alla colonna vertebrale.Dott Assietti e tutto il personale sono meravigliosi,bravissimi,molto professionali e umani.a breve devo fare un altro intervento non semplice,ma,con loro mi sento già guarita.ringrazio ogni giorno della mia vita di aver conosciuto loro.un reparto molto pulito,il personale educatissimo e cortese.semplicemente GRAZIE.
Sono stata operata per vari problemi alla colonna vertebrale.Dott Assietti e tutto il personale sono meravigliosi,bravissimi,molto professionali e umani.a breve devo fare un altro intervento non semplice,ma,con loro mi sento già guarita.ringrazio ogni giorno della mia vita di aver conosciuto loro.un reparto molto pulito,il personale educatissimo e cortese.semplicemente GRAZIE.
Riferito al reparto di NEUROCHIRURGIA
Come parenti di paziente ricoverato nel reparto di neurologia intendiamo portare alla Vs. attenzione la situazione del paziente che sta progressivamente deteriorandosi. Numerosi episodi di malgarbo,aggressivita e scarsa professionalita da parte del personale paramedico di reparto sono culminati ieri in una esplosione verbale di parolacce e bestemmia da parte dell'infermiere Luca, cui era stato chiesto di rimettere a letto il degente. La frase piu grave detta in questa circostanza è stata: vuoi deciderti ad alzarti e camminare? Dopo questo è stato sbattuto con malgarbo sul letto. Ovviamente il paziente ha riportato uno shock e ha continuato a dire di chiamare la polizia. Episodi di aggressività verbale e la modalità di trasferimento carrozzina letto in modo impropri come ho detto, purtroppo sono la prassi da vari giorni e l'atteggiamento psicologico del paziente, umiliato e spaventato, sta diventando ulteriore ostacolo al processo di riabilitazione. Il paziente é in attesa di trasferimento ad una struttura riabilitativa pertanto riteniamo che si debbano FARE AL PIU PRESTO i passi necessari per procedere alle dimissioni PROTETTE che permettano l'inizio di un percorso di recupero gravemente minacciato da questi comportamenti del personale. Oltretutto il fatto che non venga utilizzato il sollevamento per trasferimenti rende la manovra incresciosa e non tutti i giorni il paziente puo stare seduto. Inutile credo ricordarVi che un allettamento prolungato in fase iniziale in pazienti fragili compromette gravemente il recupero motorio e cognitivo. Ogni giorno che passa in questa situazione di incomprensione e scarsa attenzione rappresenta un serio rischio per il futuro. Inoltre il paziente che di notte si agita viene legato al letto in maniera eccessivamente stretta tanto che ha sanguinato nella gamba affetta da varici. Vi invito a dare tempestiva risposta ma soprattutto di mettere in campo tutte le risorse possibili per un IMMEDIATO TRASFERIMENTO IN UNA STRUTTURA ADEGUATA al difficile processo di recupero che ci attende.
Distinti saluti
Come parenti di paziente ricoverato nel reparto di neurologia intendiamo portare alla Vs. attenzione la situazione del paziente che sta progressivamente deteriorandosi. Numerosi episodi di malgarbo,aggressivita e scarsa professionalita da parte del personale paramedico di reparto sono culminati ieri in una esplosione verbale di parolacce e bestemmia da parte dell'infermiere Luca, cui era stato chiesto di rimettere a letto il degente. La frase piu grave detta in questa circostanza è stata: vuoi deciderti ad alzarti e camminare? Dopo questo è stato sbattuto con malgarbo sul letto. Ovviamente il paziente ha riportato uno shock e ha continuato a dire di chiamare la polizia. Episodi di aggressività verbale e la modalità di trasferimento carrozzina letto in modo impropri come ho detto, purtroppo sono la prassi da vari giorni e l'atteggiamento psicologico del paziente, umiliato e spaventato, sta diventando ulteriore ostacolo al processo di riabilitazione. Il paziente é in attesa di trasferimento ad una struttura riabilitativa pertanto riteniamo che si debbano FARE AL PIU PRESTO i passi necessari per procedere alle dimissioni PROTETTE che permettano l'inizio di un percorso di recupero gravemente minacciato da questi comportamenti del personale. Oltretutto il fatto che non venga utilizzato il sollevamento per trasferimenti rende la manovra incresciosa e non tutti i giorni il paziente puo stare seduto. Inutile credo ricordarVi che un allettamento prolungato in fase iniziale in pazienti fragili compromette gravemente il recupero motorio e cognitivo. Ogni giorno che passa in questa situazione di incomprensione e scarsa attenzione rappresenta un serio rischio per il futuro. Inoltre il paziente che di notte si agita viene legato al letto in maniera eccessivamente stretta tanto che ha sanguinato nella gamba affetta da varici. Vi invito a dare tempestiva risposta ma soprattutto di mettere in campo tutte le risorse possibili per un IMMEDIATO TRASFERIMENTO IN UNA STRUTTURA ADEGUATA al difficile processo di recupero che ci attende.
Distinti saluti
Riferito al reparto di NEUROCHIRURGIA
Parto indotto per oligoidramnios pochi giorni prima della dpp. 3 induzioni senza nulla di fatto, 24 ore consecutive tenuta in sala travaglio senza dormire in mezzo alla luce e alle grida delle partorienti, io senza nemmeno una contrazione. Visti turnare un ginecologo dopo l'altro: solo uno gentile e disposto a rispondere alle mie domande, gli altri distaccati e in qualche caso maleducati. Alla fine cesareo.
Parto indotto per oligoidramnios pochi giorni prima della dpp. 3 induzioni senza nulla di fatto, 24 ore consecutive tenuta in sala travaglio senza dormire in mezzo alla luce e alle grida delle partorienti, io senza nemmeno una contrazione. Visti turnare un ginecologo dopo l'altro: solo uno gentile e disposto a rispondere alle mie domande, gli altri distaccati e in qualche caso maleducati. Alla fine cesareo.
Riferito al reparto di OSTETRICIA E GINECOLOGIA
A maggio 2014, alla ventinovesima settimana di gravidanza, sono stata ricoverata d’urgenza nel reparto Patologia della gravidanza. Dopo una settimana di monitoraggi, hanno deciso di farmi partorire con taglio cesareo per non sottoporre a ulteriore stress il feto e mi hanno spostata nel reparto Puerperio. La mia valutazione è positiva, ho avuto la sensazione di essere in buone mani e di essere seguita molto bene. La ginecologa che ha fatto nascere mia figlia telefonava ogni giorno alla mia ginecologa privata, che lavora in un altro ospedale, per informarla sulle mie condizioni e per decidere insieme come procedere. In sala parto, dai chirurghi agli infermieri, sono stati tutti molto gentili, addirittura scherzosi, e questo mi ha molto tranquillizzata. L’unica pecca l’ho trovata nelle ostetriche della Patologia, molto brave ma un po’ grezze, forse non sono molto preparate nell’approccio psicologico verso le pazienti o forse sono in numero troppo scarso e non riescono ad avere certe accortezze. Però urlare in corridoio che il monitoraggio di mia figlia faceva schifo non è stato il massimo. Al contrario, nel reparto Puerperio, le ostetriche sono molto premurose e disponibili. La struttura è obsoleta ma pulita.
A maggio 2014, alla ventinovesima settimana di gravidanza, sono stata ricoverata d’urgenza nel reparto Patologia della gravidanza. Dopo una settimana di monitoraggi, hanno deciso di farmi partorire con taglio cesareo per non sottoporre a ulteriore stress il feto e mi hanno spostata nel reparto Puerperio. La mia valutazione è positiva, ho avuto la sensazione di essere in buone mani e di essere seguita molto bene. La ginecologa che ha fatto nascere mia figlia telefonava ogni giorno alla mia ginecologa privata, che lavora in un altro ospedale, per informarla sulle mie condizioni e per decidere insieme come procedere. In sala parto, dai chirurghi agli infermieri, sono stati tutti molto gentili, addirittura scherzosi, e questo mi ha molto tranquillizzata. L’unica pecca l’ho trovata nelle ostetriche della Patologia, molto brave ma un po’ grezze, forse non sono molto preparate nell’approccio psicologico verso le pazienti o forse sono in numero troppo scarso e non riescono ad avere certe accortezze. Però urlare in corridoio che il monitoraggio di mia figlia faceva schifo non è stato il massimo. Al contrario, nel reparto Puerperio, le ostetriche sono molto premurose e disponibili. La struttura è obsoleta ma pulita.
Riferito al reparto di OSTETRICIA E GINECOLOGIA

Specializzazione


Cerca una patologia per vedere come viene curata in questo ospedale:

Reparti

Indirizzo

Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico

corso di porta nuova, 23 - milano (MI)
Contatta l'ospedale