Ospedale di Feltre - ULSS 1 Dolomiti

5.3

La struttura

Questa struttura risulta nel suo complesso sotto la media e nell'ultimo periodo la sua valutazione è stabile.

E' un ospedale grande e questo è un vantaggio perché le strutture più grandi generalmente possono sostenere i costi delle professionalità e delle tecnologie necessarie a garantire il massimo livello di efficienza e sicurezza.

E' un ospedale poco specializzato che gestisce pochi pazienti o che ha tanti reparti poco specializzati.



Distaccamenti di questo ospedale

Casa Charitas VIA CAMPIGOTTI, 10 - Lamon (BL)
Santa Maria del Prato VIA BAGNOLS SUR CEZE, 3 - Feltre (BL)

2 Recensioni (non influenzano il voto)

A capo del CSM(centro salute mentale) c''era Massimo Semenzin un delinquente che ha devastato un''infinità di persone dove era dirigente fino a pochi mesi fa i suoi metodi come quelli dei suoi ex colleghi feltrini Alberto Cestaro, Sonia Menardi, Francesco Procaccini, e Cosimo Smiraglia sono illegali e arcaici imbottiscono di psicofarmaci e vietano duramente la normalità ai disgraziati che finiscono in totale loro balìa succubi senza uscita di salvezza negano di studiare, di lavorare, di socializzare di essere normali e parte della società non riabilitano ma vi alienano dal mondo non analizzano i pazienti verificando il loro stato reale ma si basano sulle voci fanno ricoveri coatti e obbligano a prendere i neurolettici basandosi sulle segnalazioni inventate da altri organi corrotti a persone che hanno subito terribili abusi istituzionali e famigliari, coloro che hanno cercato di ribellarsi alle violenze dei propri parenti e degli enti li fanno diventare malati mentali e li obbligano a stare zitti a subire di più aggravando orribilmente il loro stato se si ribellano usano metodi più violenti e abusivi e vi incarcerano nel reparto, nelle comunità psichiatriche e dovunque vi abbandonano per loro scelta pazza. Vi negano le uscite dal reparto come previsto invece dalla legge e i ricoveri li fanno durare mesi.
Qui alla notte gli infermieri si guardano film erotici nella sala tv e di giorno parlano di volgarità e idiozie inappropiatissime per la loro professione ma specialmente per questo reparto molto più impegnativo dove bisogna evitare assolutamente questi comportamenti.
Sono fermi alla mentalità arcaica che i malati mentali non sono persone e devono essere solo isolati e trattati molto duramente e da subumani.
Da questi delinquenti avevo subito 3 tso e il ricovero in una comunità psichiatrica dell''ulss tutti forzati a seguito della denuncia che feci molti anni fa contro i miei famigliari che mi picchiavano e mi facevano stalking le istituzioni criminali bellunesi hanno negato la realtà e mi hanno fatta passare per malata mentale con l''obbligo di tornare da loro a risubire botte mortali al mio assoluto rifiuto sono scattate le violenze psichiatriche che mi hanno devastato la vita a distanza di 15 anni pago ancora le conseguenze terribili, mi ritrovo socialmente annientata senza nulla di nulla quasi in strada marcata ancora come malata come un mostro con un marchio che non si toglie più e mi esclude da tutto e tutti nonostante da anni non prendo più i neurolettici e non ho più subito i ricoveri chiesti dai miei parenti malati e violentissimi, una di loro è stata la prima del nucleo famigliare a essere seguita ma solo sporadicamente le hanno messo una patologia leggera che non corrisponde alla realtà è una schizofrenica stalker ossessiva persecutoria senza limiti che tartassa la persone e le picchia a sangue ma per Semenzin e i suoi colleghi di Feltre ha gli attacchi di panico, e io che venivo quasi ammazzata da questa sono gravemente paranoica, venire picchiati con conseguenti fratture provate da referti medici che lo certificano per loro è una alterazione della realtà e pazzia ed è necessario essere psichiatrizzati per sempre.
Le due comunità di Feltre l''Alba e Pullir di Cesiomaggiore che Semenzin dirigeva sono state segnalate perché la prima è fatiscente non a norma e un paziente era stato trovato nudo gravemente accoltellato in strada e la seconda perché una paziente donna era stata violentata. Il concorso che ha vinto per diventare il nuovo direttore a Pordenone è stato pilotato e il suo operato illegale sono stati discussi nazionalmente in un articolo di Repubblica nel maggio 2021.
Da qualche mese l''hanno spostato nel Friuli, Cestaro che strano si è trasferito pure lui, a Trento, e lui tempo addietro era stato denunciato da un infermiere della psichiatria perché questo era stato accusato da lui di avere somministrato uno psicofarmaco sbagliato che fece stare male una paziente, il caso finì in tribunale ma Cestaro l''hanno assolto perché i delinquenti vengono costantemente tutelati in questo buco di montagna. E Smiraglia pure lui che impone di prendere gli psicofarmaci si era rifiutato di essere lui curato per il Covid un medico che lavora nel mondo sanitario che non voleva essere vaccinato rendiamoci conto, il suo rifiuto gli è costato lo spettro del licenziamento dal lavoro e il processo in tribunale ma è stato obbligato con sentenza del giudice a vaccinarsi assieme ad altri medici disertori.
Sono fatti così importanti e gravi da essere stati riportati nel CorrieredelleAlpi e nel IlGazzettino.
E Procaccini e la Menardi anche loro quanti abusi hanno fatto che sono tenuti nascosti.
Qualcuno deve prendere dei provvedimenti contro questi delinquenti devono essere indagati e arrestati fate qualcosa!
A capo del CSM(centro salute mentale) c''era Massimo Semenzin un delinquente che ha devastato un''infinità di persone dove era dirigente fino a pochi mesi fa i suoi metodi come quelli dei suoi ex colleghi feltrini Alberto Cestaro, Sonia Menardi, Francesco Procaccini, e Cosimo Smiraglia sono illegali e arcaici imbottiscono di psicofarmaci e vietano duramente la normalità ai disgraziati che finiscono in totale loro balìa succubi senza uscita di salvezza negano di studiare, di lavorare, di socializzare di essere normali e parte della società non riabilitano ma vi alienano dal mondo non analizzano i pazienti verificando il loro stato reale ma si basano sulle voci fanno ricoveri coatti e obbligano a prendere i neurolettici basandosi sulle segnalazioni inventate da altri organi corrotti a persone che hanno subito terribili abusi istituzionali e famigliari, coloro che hanno cercato di ribellarsi alle violenze dei propri parenti e degli enti li fanno diventare malati mentali e li obbligano a stare zitti a subire di più aggravando orribilmente il loro stato se si ribellano usano metodi più violenti e abusivi e vi incarcerano nel reparto, nelle comunità psichiatriche e dovunque vi abbandonano per loro scelta pazza. Vi negano le uscite dal reparto come previsto invece dalla legge e i ricoveri li fanno durare mesi.
Qui alla notte gli infermieri si guardano film erotici nella sala tv e di giorno parlano di volgarità e idiozie inappropiatissime per la loro professione ma specialmente per questo reparto molto più impegnativo dove bisogna evitare assolutamente questi comportamenti.
Sono fermi alla mentalità arcaica che i malati mentali non sono persone e devono essere solo isolati e trattati molto duramente e da subumani.
Da questi delinquenti avevo subito 3 tso e il ricovero in una comunità psichiatrica dell''ulss tutti forzati a seguito della denuncia che feci molti anni fa contro i miei famigliari che mi picchiavano e mi facevano stalking le istituzioni criminali bellunesi hanno negato la realtà e mi hanno fatta passare per malata mentale con l''obbligo di tornare da loro a risubire botte mortali al mio assoluto rifiuto sono scattate le violenze psichiatriche che mi hanno devastato la vita a distanza di 15 anni pago ancora le conseguenze terribili, mi ritrovo socialmente annientata senza nulla di nulla quasi in strada marcata ancora come malata come un mostro con un marchio che non si toglie più e mi esclude da tutto e tutti nonostante da anni non prendo più i neurolettici e non ho più subito i ricoveri chiesti dai miei parenti malati e violentissimi, una di loro è stata la prima del nucleo famigliare a essere seguita ma solo sporadicamente le hanno messo una patologia leggera che non corrisponde alla realtà è una schizofrenica stalker ossessiva persecutoria senza limiti che tartassa la persone e le picchia a sangue ma per Semenzin e i suoi colleghi di Feltre ha gli attacchi di panico, e io che venivo quasi ammazzata da questa sono gravemente paranoica, venire picchiati con conseguenti fratture provate da referti medici che lo certificano per loro è una alterazione della realtà e pazzia ed è necessario essere psichiatrizzati per sempre.
Le due comunità di Feltre l''Alba e Pullir di Cesiomaggiore che Semenzin dirigeva sono state segnalate perché la prima è fatiscente non a norma e un paziente era stato trovato nudo gravemente accoltellato in strada e la seconda perché una paziente donna era stata violentata. Il concorso che ha vinto per diventare il nuovo direttore a Pordenone è stato pilotato e il suo operato illegale sono stati discussi nazionalmente in un articolo di Repubblica nel maggio 2021.
Da qualche mese l''hanno spostato nel Friuli, Cestaro che strano si è trasferito pure lui, a Trento, e lui tempo addietro era stato denunciato da un infermiere della psichiatria perché questo era stato accusato da lui di avere somministrato uno psicofarmaco sbagliato che fece stare male una paziente, il caso finì in tribunale ma Cestaro l''hanno assolto perché i delinquenti vengono costantemente tutelati in questo buco di montagna. E Smiraglia pure lui che impone di prendere gli psicofarmaci si era rifiutato di essere lui curato per il Covid un medico che lavora nel mondo sanitario che non voleva essere vaccinato rendiamoci conto, il suo rifiuto gli è costato lo spettro del licenziamento dal lavoro e il processo in tribunale ma è stato obbligato con sentenza del giudice a vaccinarsi assieme ad altri medici disertori.
Sono fatti così importanti e gravi da essere stati riportati nel CorrieredelleAlpi e nel IlGazzettino.
E Procaccini e la Menardi anche loro quanti abusi hanno fatto che sono tenuti nascosti.
Qualcuno deve prendere dei provvedimenti contro questi delinquenti devono essere indagati e arrestati fate qualcosa!
Riferito al reparto di PSICHIATRIA
Personale gentilissimo, preparato, disponibile e che svolge il proprio lavoro con passione e umanità (qualità non facile da trovare al giorno d''oggi). Molta cura e attenzione del paziente. Complimenti davvero per l''ottimo lavoro!
Personale gentilissimo, preparato, disponibile e che svolge il proprio lavoro con passione e umanità (qualità non facile da trovare al giorno d''oggi). Molta cura e attenzione del paziente. Complimenti davvero per l''ottimo lavoro!
Riferito al reparto di PNEUMOLOGIA

Specializzazione


Cerca una patologia per vedere come viene curata in questo ospedale:

Reparti

Indirizzo

Ospedale di Feltre - ULSS 1 Dolomiti

via bagnols sur cèzè, 1 - feltre (BL)
Contatta l'ospedale