Arcispedale Sant'Anna

 
6.6

La struttura

Questa struttura risulta nel suo complesso buona e nell'ultimo periodo la sua valutazione è in ribasso.

E' un ospedale grande e questo è un vantaggio perché le strutture più grandi generalmente possono sostenere i costi delle professionalità e delle tecnologie necessarie a garantire il massimo livello di efficienza e sicurezza.

E' un ospedale specializzato che gestisce molti pazienti in reparti specializzati.

L'ospedale ha una copertura mediatica discreta, con notizie che ne parlano generalmente male.


6 Recensioni (non influenzano il voto dell'ospedale)

Sto scrivendo nel momento in cui attendo che si occupino di mio padre, abbiamo chiamato l'ambulanza 2 volte e nel giro di un'ora ancora non arrivava , quindi abbiamo preso la macchina e siamo arrivati al pronto soccorso, una volta li nessuno che arriva con barella o cumunque a chiedere cosa ci fosse,premetto ero dentro al pronto soccorso con la macchina, quindi zero sicurezza tutti possono entrare dove entrano le ambulanze, caricato in barella arrivo in accettazione, una persona arrogante inizia a fare domande riguardanti l'impegnativa per la lastra al torace..... poi visto che mi ero un po' scomposto mi dice che comunque la lastra l'avrebbero fatta comunque.... che giudizio dovrei avere di questa esperienza? Cosa dovrei dire di questa gente?
Riferito al reparto di PRONTO SOCCORSO

Nataliya Trachuk

Nel complesso la struttura è abbastanza buona, ma tempi di attesa per una visita lunghissimi, con appuntamento alle 10:30 alle 11:30 siamo ancora qui e nessuno ci chiama. Uguale anche per le donne in gravidanza. L'ultima volta nell'orario in cui avevo la visita non c'era neanche dottore.... Si fa prima andando in ospedale di Copparo, Lagosanto e addirittura in Sant'Anna vecchio

Ferruccio Zara

La prima impressione è di perderti, talmente è vasta l'area in cui si estende questo polo Universitario/Ospedaliero, che si divide in tre aree ben distinte.Lo stesso per l'accesso dai parcheggi .Ben servito , anche dai mezzi pubblici .Nel nostro caso la visita verteva su consulto oculistico , il cui reparto occupa un ala ben precisa, trattandosi di un servizio di eccellenza , con servizio Day Ospital e degenza. , visite molto accurate e personale professionale e disponibile

riccardo mangherini

Mentre aspetti seduto, vedi le difficoltà della gente a capire cosa fare, e dove andare... tutto condito da personale che tutto ha voglia tranne di lavorare..

federico graziani

Struttura nel complesso abbastanza funzionale, personale competente.
I parcheggi sono distanti. Una persona che cammina a fatica deve essere lasciata all'ingresso da sola mentre si va a prendere la macchina laggiù nel parcheggio.

I bar non hanno cibi senza glutine che non siano merendine e snack.b il bar-mensa ha solo insalatine banali con cui ci ha disturbi di celiachia deve accontentarsi. Una persona che deve fare una cura in DH tutti i giorni per una settimana non ha modo di magiare. Cosa gravissima!
I cibi delle colazioni sono paste decongelate.

Molte indicazioni dei piani 1 e 2 non sono chiare per niente. Ci si perde facilmente.

Dal Buono Francesco

Un pronto soccorso serve sempre,purtoppo i problemi di salute ci sono,ma il posto in assoluto dove l'aspettativa è assolutamente mal riposta è proprio il pronto soccorso del nuovo ospedale a Cona.
Due esempi personali, io e la mia compagna qualche anno addietro siamo corsi in pronto soccorso per serissimi prpblemi ginecologici, all'accettazione due poco cortesi infermiere che guardando la tv, ci chiedevano se eravamo in grado di raggiungere la ginecologia da soli...
L'altro giorno dopo 12 ore di assoluta assenza di indagini,dalle 05,30 alle 18,00 con mia cognata dopo un attacco epilettico,chiedo che intenzioni hanno, e frettolosamente ci dimettono con la scusa che ci sono delle urgenze. Capisco,ma quando siamo arrivati non c'era nessuno, una delle rare volte che il pronto soccorso era deserto...

Specializzazione


Cerca una patologia per vedere come viene curata in questo ospedale:

Reparti

News

Ferrara, esposto dei grillini contro il buco di bilancio all'ospedale di ...

Ferrara, 20 aprile 2018 - Procura della Repubblica, Corte dei Conti e Autorità nazionale per l'anti-corruzione: sono i destinatari dell'esposto che Raffaella Sensoli, consigliera regionale del MoVimento 5 Stelle, ha presentato in questi giorni riguardo al caso «del buco da oltre 100 milioni di euro che riguarda ...
Il resto del carlino, 20 Aprile 2018


Ospedale di Cona, battaglia sui costi: "Costruito grazie ai ... - Ferrara

Ferrara, 23 gennaio 2018 - Giallo a 'cinquestelle' sull'ospedale di Cona. Secondo il capogruppo in Regione del M5S Raffaella Sensoli, infatti, i 100 milioni di euro che non sono mai arrivati dalla vendita dell'ex Sant'Anna e dal finanziamento da parte dell'Inail attraverso l'acquisto della prima parte della ...
Il resto del carlino, 23 Gennaio 2018


Muore all'ospedale di Cona anziano colpito dal virus West ... - Bologna

FERRARA — È morto all'ospedale ferrarese di Cona, vittima della West Nile, un uomo di 78 anni residente a Pieve di Cento (Bologna) che vi ...
Corriere Della Sera, 27 Agosto 2017


Infarto, un ospedale su due non rispetta i criteri del Ministero: le ...

Una struttura sanitaria su due (49%) in Italia non rispetta i volumi minimi di attività fissati dal ministero della Salute per il trattamento degli infarti.
Il Messaggero, 20 Febbraio 2017


Si rompe femore e due costole, dopo due giorni muore in ospedale

Una caduta in casa, due giorni di agonia all’ospedale, poi l’improvvisa morte. Graziella Biasini, 81 anni compiuti a gennaio di Ferrara, non ce l’ha fatta e la sua scomparsa oggi rimane un mistero. Tanto da portare la famiglia (attraverso l’avvocato Denis Lovison) a depositare alcuni giorni fa un esposto in Procura per chiedere che cosa è avvenuto in quel lasso di tempo del ricovero all’ospedale di Cona.
Il resto del carlino, 08 Giugno 2016


Morì di legionella a 71 anni, è colpa dell’ospedale

È colpa della direzione dell’ospedale se Rosa Priore morì di legionella all’età di 71 anni al policlinico Sant’Anna di Ferrara: il giudice di primo grado ha condannato a 8 mesi due dirigenti, Ermes Carlini e Paola Antonioli, per omicidio colposo, dopo che le perizie disposte durante il procedimento avevano verificato la presenza del batterio negli ambienti e negli impianti ospedalieri, accertando che la donna aveva contratto al Sant’Anna la malattia che ne ha provocato la morte.
La Stampa, 13 Gennaio 2016


Nuova bufera sull’ospedale di Cona: "Legionella in una doccia"

L’ospedale di Cona torna nella bufera. La denuncia arriva da Raffaella Sensoli, consigliera regionale del M5S e vicepresidente della Commissione sanità. «La Regione – spiega – ha confermato la presenza della legionella.
Il resto del carlino, 09 Settembre 2015


Ospedale Cona Ferrara, paziente muore per legionella: “Batterio nella doccia del reparto”

Un paziente muore per sospetta legionellosi nell’ospedale Sant’Anna di Cona a Ferrara e il batterio viene trovato nella doccia di una stanza dove era stato ricoverato. Dopo la notizia del decesso riportata dal giornale on line Estense.com a metà agosto, Raffaella Sensoli, consigliere M5S e vicepresidente della commissione sanità, aveva interrogato in merito l’assessore Sergio Venturi.
Il Fatto Quotidiano, 08 Settembre 2015


Ferrara, ospedale a Cona: via al processo per manager e costruttori ...

Inizia il maxi processo per gli appalti dell'ospedale di Cona senza il principale protagonista: la parte truffata. L'azienda ospedaliera Sant'Anna ...
Il Fatto Quotidiano, 07 Giugno 2013


Ospedale degli sprechi, tredici indagati. Sono accusati di truffa, falso ...

Si è chiusa la maxi inchiesta della procura di Ferrara sull'ospedale di Cona. Tre anni di indagini, tre sostituti procuratori e migliaia di carte ...
Il Fatto Quotidiano, 11 Gennaio 2012


Indirizzo

Arcispedale Sant'Anna

via aldo moro, 8 - ferrara (FE)
Contatta l'ospedale