AOUP - Azienda Ospedaliera Università Pisana - Cisanello

9.1

La struttura

Questa struttura risulta nel suo complesso ottima e nell'ultimo periodo la sua valutazione è in rialzo.

E' un ospedale grande e questo è un vantaggio perché le strutture più grandi generalmente possono sostenere i costi delle professionalità e delle tecnologie necessarie a garantire il massimo livello di efficienza e sicurezza.

E' un ospedale specializzato che gestisce molti pazienti in reparti specializzati.



Andamento del voto

6 Recensioni (non influenzano il voto)

La storia di Mauro: Tumore maligno del retto

Nel maggio del 2102 ero infastidito da una strana febbre e notai anche la presenza di sangue nelle feci. Tempo prima, un tumore al retto si era portato via mia madre, così feci dei controlli. Il responso della colonscopia fu subito chiaro: adenocarcinoma dell'ampolla rettale. Per vincere una gara ci vogliono allenamento, disciplina e determinazione. Costa fatica, ma la soddisfazione di avercela fatta ripaga di tutto. È una sensazione che ho provato più volte nella mia carriera di canottiere indoor, quando...Leggi tutta la storia
06.09.2022 Alcolizzazione per cisti renale dx da 13 cm. Ore 07.00 ingresso reparto, Operato nel pomeriggio. Al termine dell''operazione inserito catetere per tutta la notte. La mattina visita medica, tolto catetere e riferivano che nell''arco di qualche anno era possibile il riformarsi di una piccola cisti, comunque, per qualsiasi evenienza, mi fornivano un nr telefonico e una mail del reparto per eventuali necessità. Il 26.09.2022 per altri motivi di salute effettuo eco addome e mi riferiscono la presenza di una cisti renale dx di 6,5 cm, ma non avendomi fatto nessuna ecografia dopo l''operazione non avevano possibilità di verificare se era quella o un''altra. Provo a telefonare al numero fornitomi e a scrivere alla mail fornitemi ma non rispondono. Cerco una PEC del reparto e trovo quella del primario e espongo la cosa. Dopo alcuni gg. mi chiamano dal reparto e mi dicono che non c''è nulla di preoccupante e che se proprio volevo di tornare al Cisanello che mi avrebbero visitato. Vado agli ambulatori e mi riceve un dottore, molto seccato mi dice che c''erano persone con cisti molto più grande della mia che ci convivono, comunque dietro mia richiesta, per appurare la situazione reale mi fa una sbrigativa ecografia e mi confermava che si era presente una cisti renale dx di 6,5 cm, ma senza stampare le immagini. Mi prescrive una tac con e senza mezzo di contrasto e ulteriore visita. Effettuo tac e emerge che la cisti in poco più di due mesi si è riformata ed è di 8,5 cm di diametro. Scrivo PEC ma non rispondono, sollecito con ulteriore PEC e mi chiama un dottore dal reparto, che mi chiede il motivo di un sollecito e che dovevo fare una visita non prima dei sei mesi. Insisto per essere visitato perché se in poco tempo la cisti aveva raggiunto quelle dimensioni come sarebbe diventata dopo altri sei mesi. Seccato anche lui mi riceve, mi fa una ecografia senza fotogrammi e mi conferma la cisti di 8 cm circa. Che era normale e che dovevo rifare una visita dopo sei/otto mesi. Su mia richiesta mi scrive quanto riferito e mi saluta. La mia dottoressa di famiglia mi ha detto che non è possibile sistemare così le cose e mi prescrive una ulteriore visita specialistica. Da quando ho effettuato Alcolizzazione ho problemi di ritenzione urinaria, cosa che non avevo mai avuto. Finale devo farmi visitare da uno specialista urologo privatamente che mi certifichi cosa realmente devo fare per risolvere definitivamente la problematica.
06.09.2022 Alcolizzazione per cisti renale dx da 13 cm. Ore 07.00 ingresso reparto, Operato nel pomeriggio. Al termine dell''operazione inserito catetere per tutta la notte. La mattina visita medica, tolto catetere e riferivano che nell''arco di qualche anno era possibile il riformarsi di una piccola cisti, comunque, per qualsiasi evenienza, mi fornivano un nr telefonico e una mail del reparto per eventuali necessità. Il 26.09.2022 per altri motivi di salute effettuo eco addome e mi riferiscono la presenza di una cisti renale dx di 6,5 cm, ma non avendomi fatto nessuna ecografia dopo l''operazione non avevano possibilità di verificare se era quella o un''altra. Provo a telefonare al numero fornitomi e a scrivere alla mail fornitemi ma non rispondono. Cerco una PEC del reparto e trovo quella del primario e espongo la cosa. Dopo alcuni gg. mi chiamano dal reparto e mi dicono che non c''è nulla di preoccupante e che se proprio volevo di tornare al Cisanello che mi avrebbero visitato. Vado agli ambulatori e mi riceve un dottore, molto seccato mi dice che c''erano persone con cisti molto più grande della mia che ci convivono, comunque dietro mia richiesta, per appurare la situazione reale mi fa una sbrigativa ecografia e mi confermava che si era presente una cisti renale dx di 6,5 cm, ma senza stampare le immagini. Mi prescrive una tac con e senza mezzo di contrasto e ulteriore visita. Effettuo tac e emerge che la cisti in poco più di due mesi si è riformata ed è di 8,5 cm di diametro. Scrivo PEC ma non rispondono, sollecito con ulteriore PEC e mi chiama un dottore dal reparto, che mi chiede il motivo di un sollecito e che dovevo fare una visita non prima dei sei mesi. Insisto per essere visitato perché se in poco tempo la cisti aveva raggiunto quelle dimensioni come sarebbe diventata dopo altri sei mesi. Seccato anche lui mi riceve, mi fa una ecografia senza fotogrammi e mi conferma la cisti di 8 cm circa. Che era normale e che dovevo rifare una visita dopo sei/otto mesi. Su mia richiesta mi scrive quanto riferito e mi saluta. La mia dottoressa di famiglia mi ha detto che non è possibile sistemare così le cose e mi prescrive una ulteriore visita specialistica. Da quando ho effettuato Alcolizzazione ho problemi di ritenzione urinaria, cosa che non avevo mai avuto. Finale devo farmi visitare da uno specialista urologo privatamente che mi certifichi cosa realmente devo fare per risolvere definitivamente la problematica.
Riferito al reparto di UROLOGIA
Ringrazio la struttura ospedaliera di Chirurgia vascolare - flebologia di Cisanello-Pisa, a seguito trattamento scleroterapico all’arto inferiore sinistro e relativa riduzione dell’ edema del piede (4 sedute di trattamento) … senza aver effettuato alcun intervento invasivo…
Hanno risolto il mio annoso problema in maniera eccezionale ed il piede è diventato come era a 50 anni (ora ne ho 72 di anni)!!
Voglio ringraziare il prof. M. Ferrari , che dopo una prima visita , mi ha indirizzato all’ambulatorio flebologico gestito dal dottor Del Corso, che ho avuto modo di conoscere ed apprezzare per la professionalità, l’efficacia e la gentilezza dimostrata...

Grazie a tutti, Daniela Barsotti.


Ringrazio la struttura ospedaliera di Chirurgia vascolare - flebologia di Cisanello-Pisa, a seguito trattamento scleroterapico all’arto inferiore sinistro e relativa riduzione dell’ edema del piede (4 sedute di trattamento) … senza aver effettuato alcun intervento invasivo…
Hanno risolto il mio annoso problema in maniera eccezionale ed il piede è diventato come era a 50 anni (ora ne ho 72 di anni)!!
Voglio ringraziare il prof. M. Ferrari , che dopo una prima visita , mi ha indirizzato all’ambulatorio flebologico gestito dal dottor Del Corso, che ho avuto modo di conoscere ed apprezzare per la professionalità, l’efficacia e la gentilezza dimostrata...

Grazie a tutti, Daniela Barsotti.


Riferito al reparto di CHIRURGIA VASCOLARE
Buongiorno, sapreste indicarmi un bravo medico che tratti la sindrome dell''ovaio policistico?
Buongiorno, sapreste indicarmi un bravo medico che tratti la sindrome dell''ovaio policistico?
Riferito al reparto di MALATTIE ENDOCRINE
Operata dal Dott. Gabriele Naldini.
Staff, dagli infermieri al Dott. Naldini, professionalità e gentilezza. Disponibilità all''ascolto, serietà e pazienza. Mi sono trovata bene anche con l''assistente per il post operatorio. Struttura nuova e ben tenuta.
Mai successa tanta gentilezza e disponibilità come in "certi" ospedali fiorentini.
Mi sono rivolta con grande speranza e ovviamente spero di non doversi tornare.
Operata dal Dott. Gabriele Naldini.
Staff, dagli infermieri al Dott. Naldini, professionalità e gentilezza. Disponibilità all''ascolto, serietà e pazienza. Mi sono trovata bene anche con l''assistente per il post operatorio. Struttura nuova e ben tenuta.
Mai successa tanta gentilezza e disponibilità come in "certi" ospedali fiorentini.
Mi sono rivolta con grande speranza e ovviamente spero di non doversi tornare.
Riferito al reparto di CHIRURGIA GENERALE
Operata in laparoscopia, il giorno dopo dimessa, nessuna complicazione. Ottima esperienza
Operata in laparoscopia, il giorno dopo dimessa, nessuna complicazione. Ottima esperienza
Riferito al reparto di CHIRURGIA GENERALE

Specializzazione


Cerca una patologia per vedere come viene curata in questo ospedale:

Reparti

Indirizzo

AOUP - Azienda Ospedaliera Università Pisana - Cisanello

via paradisa, 2 - pisa (PI)
Contatta l'ospedale