Auxilium Vitae Volterra Spa

5.2

La struttura

Questa struttura risulta nel suo complesso buona e nell'ultimo periodo la sua valutazione è stabile.

E' un ospedale piccolo e questo è generalmente negativo perché le strutture troppo piccole non sono sempre in grado di sostenere i costi delle professionalità e delle tecnologie necessarie a garantire il massimo livello di efficienza e sicurezza.

E' un ospedale specializzato che gestisce molti pazienti in reparti specializzati.

3 Recensioni (non influenzano il voto)

Sono stato due mesi ricoverato presso il reparto di riabilitazione cardio-respiratoria a causa di covid grave, contratto durante un corso professionale nel mese di marzo 2021.-
Non voglio commentare le condizioni dell''ospedale e dei suoi dipendenti che tutto sommato fanno il loro dovere..chi più...chi meno.
La cosa più grave che ho notato è quella che succede nella maggior parte degli uffici della pubblica amministrazione....PERSONE NON ALL''ALTEZZA MESSE NEL POSTO SBAGLIATO. Le capacità spesso sono inversamente proporzionali al ruolo rivestito. Medici con un ruolo marginale molto preparati.....il resto lasciamo perdere.- Sono caduto in depressione grazie alle prospettive sbagliate di qualcuno.- Il Prof. Richeldi di Roma mi ha fatto rinascere, raccontandomi la verità dopo quasi un anno dalla malattia. Naturalmente è inutile sottolineare.... che era l''opposta di quella prospettata da Volterra.-
Devo solo ringraziare una una dottoressa non italiana del Reparto di pneumologia di Volterra...persona splendida e umana.
Ma le gerarchie devono cambiare se vogliamo un italia migliore.- Non è un problema di Volterra...ma è un problema ITALIANO.-
Sono stato due mesi ricoverato presso il reparto di riabilitazione cardio-respiratoria a causa di covid grave, contratto durante un corso professionale nel mese di marzo 2021.-
Non voglio commentare le condizioni dell''ospedale e dei suoi dipendenti che tutto sommato fanno il loro dovere..chi più...chi meno.
La cosa più grave che ho notato è quella che succede nella maggior parte degli uffici della pubblica amministrazione....PERSONE NON ALL''ALTEZZA MESSE NEL POSTO SBAGLIATO. Le capacità spesso sono inversamente proporzionali al ruolo rivestito. Medici con un ruolo marginale molto preparati.....il resto lasciamo perdere.- Sono caduto in depressione grazie alle prospettive sbagliate di qualcuno.- Il Prof. Richeldi di Roma mi ha fatto rinascere, raccontandomi la verità dopo quasi un anno dalla malattia. Naturalmente è inutile sottolineare.... che era l''opposta di quella prospettata da Volterra.-
Devo solo ringraziare una una dottoressa non italiana del Reparto di pneumologia di Volterra...persona splendida e umana.
Ma le gerarchie devono cambiare se vogliamo un italia migliore.- Non è un problema di Volterra...ma è un problema ITALIANO.-
Riferito al reparto di RECUPERO E RIABILITAZIONE FUNZIONALE
Scarsa competenza
Non hanno capito che mia madre stava morendo e l’hanno rimandata all’ospedale di provenienza dove è deceduta dopo qualche ora
Mi sono resa conto nei giorni precedenti che stava peggiorando ma medici e infermieri parlavano di stanchezza
Una vergogna se si considera pure che nelle corsie transitano piccioni
Non lo consiglio nella maniera più assoluta
Scarsa competenza
Non hanno capito che mia madre stava morendo e l’hanno rimandata all’ospedale di provenienza dove è deceduta dopo qualche ora
Mi sono resa conto nei giorni precedenti che stava peggiorando ma medici e infermieri parlavano di stanchezza
Una vergogna se si considera pure che nelle corsie transitano piccioni
Non lo consiglio nella maniera più assoluta
Riferito al reparto di NEURO-RIABILITAZIONE
Scarsa competenza
Non hanno capito che mia madre stava morendo e l’hanno rimandata all’ospedale di provenienza dove è deceduta dopo qualche ora
Mi sono resa conto nei giorni precedenti che stava peggiorando ma medici e infermieri parlavano di stanchezza
Una vergogna se si considera pure che nelle corsie transitano piccioni
Non lo consiglio nella maniera più assoluta
Scarsa competenza
Non hanno capito che mia madre stava morendo e l’hanno rimandata all’ospedale di provenienza dove è deceduta dopo qualche ora
Mi sono resa conto nei giorni precedenti che stava peggiorando ma medici e infermieri parlavano di stanchezza
Una vergogna se si considera pure che nelle corsie transitano piccioni
Non lo consiglio nella maniera più assoluta
Riferito al reparto di NEURO-RIABILITAZIONE

Specializzazione

5.2

Specializzazione in malattia cardiovascolare


Per Cardiopatia si intende qualsiasi malattia che interessi il cuore, sia che essa sia di tipo organico che funzionale.


Perché questo voto?

La discreta valutazione per la specializzazione in malattia cardiovascolare deriva in primo luogo dal fatto che questa struttura tratta pochi pazienti con questa patologia, tuttavia i reparti in cui li cura risultano essere buoni, con valutazione molto superiore alla media nazionale.


Perché il voto cambia?
Il voto generale di questo ospedale è 6.6 ed è la media della specializzazione in ciascuna patologia. Il voto diventa più preciso quando si analizza una patologia perché è possibile raffinare la valutazione con alcuni parametri aggiuntivi, quali ad esempio il numero di casi trattati e gli esiti degli interventi per la patologia ricercata.
Viene inoltre valutata la completezza dell'offerta all'interno dell'ospedale: ad esempio valutiamo positivamente la presenza di un reparto di terapia intensiva neonatale a fianco al reparto di ostetricia e ginecologia, poichè la struttura è attrezzata per gestire eventuali complicazioni.

Trova gli ospedali più specializzati nella cura di questa patologia


Cerca un'altra patologia per vedere come viene curata in questo ospedale:

Reparti

Indirizzo

Auxilium Vitae Volterra Spa

- volterra (PI)
Contatta l'ospedale

L'innovazione di oggi,la salute di domani

Il podcast dedicato ai professionisti del mondo della salute

Le scoperte che trasformeranno il mondo della salute.
Scoperte che faranno parte davvero del nostro domani, selezionate da Thatmorning e raccontate da Daniela Faggion, che in ogni puntata dà voce alle eccellenze italiane in prima persona.